Crea sito

Tom Cruise e gli ultimi predatori della Mummia maledetta

E con Sofia Boutella siamo a tre mummioni #wouldbang con segni in faccia che si animano dal passato e tornano nel presente a distruggere città, palazzi e tutto quanto con movenze strane, assalendo le persone, ad essere usciti in Italia in meno di un anno solare. No, non erano delle mummie né l’incantatrice di Cara Delevingne, né Rita Repulsa di Elizabeth Banks in Power Rangers, ma di fatto tutte e due erano, sembravano ed avevano lo stesso retaggio ancestrale-gradualmente-tornato-in-vita-nel-corso-del-film della mummia di La Mummia.
Ammettiamolo: stai facendo un film con un personaggio che già esiste, con lo stile di un altro regista (ci arriveremo) e in un universo condiviso, una cosa te la potevi pure inventare!

Quando qualcuno scrive “Peggior film di Tom Cruise” e tu fai un attimo mente locale per ricordare i film di cui ancora devi finire di ridere

Sono certo che avete letto tutti come in America si siano stracciati le loro povere vesti urlando al fallimento prima ancora dell’uscita in sala. “Peggior film di Tom Cruise”, “Peggior inizio di un universo condiviso” e via di peggior… Per fortuna però ora siete sui calci e ve lo diciamo noi come stanno le cose: La Mummia, al netto di tutto, non è niente male.

Certo ci possiamo trovare molti difetti e una certa pretestuosità di fondo (si sente proprio che tutta la scrittura è fatta e organizzata per andare a parare nella presentazione dei prossimi film) ma per fortuna qui badiamo al sodo e non a queste componenti superficiali. Qui badiamo all’azione e Kurtzman ha una mano piacevolissima, un gusto per il montaggio rapido e chiaro, soprattutto maneggia bene questo 54enne che ormai ha deciso di morire sul set ma anche stavolta non ci è riuscito.

Tom Cruise: Tentativo di morte sul set #13

Alex Kurtzman è innamorato (come tutti) dei film di Steven Spielberg e sembra che non vedesse l’ora di fare altro, sembra che abbia messo in piedi tutta questa storiona solo per poterla ambientare nel deserto come I Predatori dell’Arca Perduta e poter fare tutta una serie di sequenzine d’azione che gridano “Indyyyyyy!!!!” da tutti i fotogrammi digitali di cui sono composte. Diamine non c’è nemmeno davvero una mummia in La Mummia! Il ritrovamento di una persona mummificata, che subito si rompe le bende e non le ritroverà più, è più simile allo scatenarsi dell’apocalisse zombie, visto che la mummia succhia energia vitale a tutti per tornare sempre più viva e sempre meno cadavere (che è quello che faceva Rita Repulsa in Power Rangers eh, però io lo capisco che non lo sappiate perché quel film l’ho visto solo io. Ci sta) e nel farlo li trasforma in schiavi scheletrici.

O forse alla fine fine una mummia c’è…… ZAN! ZAAAAN!!!

Insomma non stiamo a girarci troppo intorno, se vi aspettavate che Tom Cruise facesse un film dell’orrore, davvero siete voi quelli in torto non la produzione che, poverina, voleva solo sfruttare i nomi di alcuni mostri noti per fare una serie di film d’azione che la gente andasse a vedere. Qui a Valverde per atti simili c’è la medaglia al valore consegnata da Nanni Cobretti in persona. Ma anche nel mondo vostro se lo fanno quelli di Kong: Skull Island o di Godzilla e si prendono gli applausi, lo fa la Universal con i mostri classici e via di lesa maestà. Invece Kurtzman è un gran bravo ragazzo, ha fatto le scuole giuste e le letture migliori. Non guasta poi che ci sia Christopher MacQuarrie a scrivere, l’unico che ultimamente sembra saper prendere Tom Cruise per il verso giusto e mettere a frutto la sua ardente voglia di morire sul set.

“Bravi! Braavi!! Ridete!”

Un sequenzone in Iraq (o presunto tale), uno in fuga dagli scheletri-zombie nella brughiera con la nebbia (LA BRUGHIERA CON LA NEBBIA!!!) e poi botte da orbi con Russell Crowe (bello come in quella scena spielberghianamente mentre avviene la rissa principale a un metro di distanza ne viene messa in scena un’altra, bravo!), poi ancora a gravità zero nell’aereo Tom Cruise saltella da una parte all’altra, mette il paracadute alla bella e la catapulta fuori (gran metafora), e poi lo scontrone finale. In mezzo un po’ di battute, rinfacci e bisticci lui-lei anche durante le scene d’azione (di nuovo sembrano Harrison Ford e Karen Allen ai bei tempi). C’è di che essere soddisfatti.

Tom Cruise: tentativo di morire sul set #18 omaggio a Jackie Chan

Poi a fare i puntigliosi in mezzo a tutto questo c’è anche la creazione dell’universo condiviso ma quella è materia da giudicarsi poi, vedremo o forse non vedremo mai. Roba da secchioni. Il punto è che Russell Crowe è il dr. Jekyll (e ci sta) che coltiva, studia, trova e contiene tutti questi mostri che esistono nel nostro pianeta. Praticamente gli acchiappafantasmi con i soldi pubblici (lo finanzia non si sa perché un museo, come per Indiana) solo con nel mirino gente con i canini affilati o le braccia squamate o i pezzi di ferro nel cranio.

TUTTO CON I SOLDI NOSTRI!!!11!1!!1!

Qui i mostri ci piacciono, e lo sapete, certo in La Mummia praticamente i mostri non li abbiamo visti (la trasformazione di Russell Crowe è la meno trasformante mai vista dai tempi di Pippo e SuperPippo) e dati nomi che stanno coinvolgendo c’è da supporre che non ne vedremo nemmeno nei prossimi. Ma, ehi, chi siamo noi per fare questioni di mostri caprini di fronte a tutta questa azione con stunt dal vero?!?!

Dvd-quote suggerita:

“Il miglior film di La Mummia senza la mummia”
Jackie Lang, i400calci.com

Tags: , , , ,

44 Commenti

  1. Zen My Ass

    Mi sono chiesto perche’ Tom Cruise avesse scelto di lavorare in questo reboot che sapeva di stanchezza e muffa sin dall’inizio (e, a dir il vero, tutto il Dark Universe, annunciato in fretta e furia qualche settimana fa, sa di forzatura e disperazione), ma gli incassi internazionali sono forse la risposta: The Mummy ha aperto male negli USA (31 milioni credo) e strabene in giro per il mondo (140 milioni ne fanno la migliore apertura per Tom Cruise di sempre!).

    Film come questo, I Pirati 5 (merdone allucinante e soporifero, avete fatto bene a starne alla larga), Transformers, ma anche i film con Vin Diesel sono chiaramente produtti pensando al mercato interno (leggi USA) come secondario: i soldi stanno in Cina in questo momento, tutta l’Asia sta crescendo, cosi’ come Sud America, Russia, etc… I gusti del pubblico di queste nazioni non sono ancora sofisticati o difficili o abituati a cero genere di spettacolo come
    quelli nostri, quindi e’ possibile riprendere e riciclare idee senza troppa fatica e fare inclassi clamorosi. Tom Cruise e’ sempre stato un astuto businessman, questo The Mummy mi pare parte di questa strategia… ma sono prontissimo a essere smentito.

  2. Ciak Norris

    fatemi una sintesi please…

    Tom ha vinto di nuovo, giusto?

  3. Donnie Harlin

    Grazie per la rece Jackie, venduto! Me lo vado a vedere stasera (avevo già in programma di farlo, ma fa sempre bene sentire un’autorevole conferma).
    Il film sembra essere più o meno quello che m’aspettavo, quindi. Tanta azione, Tom che prova a morire sul set, e poco o niente sul fronte horror.
    Ho qualche perplessità su questo “dark universe”, ma boh, magari ci scappano un po’ di film divertenti e scacciapensieri, certo che se ogni tanto ci scappasse un capolavoro non mi farebbe schifo, sto ancora aspettando il successore di Indy…

  4. Rocco Alano

    Parlando della mummia precedente. Ne ho un ottimo ricordo: all’epoca mi pareva fosse tornato il cinema di azione per ragazzi degli anni 80 . E, con il senno di poi, può essere tranquillamente considerato un capostipite.

  5. lorenzo

    qualcuno mi aiuta a capire come funziona la storia del pugnale magico?

    SPOILER (?)

    cioè, qual è la differenza fra il pugnalarsi da soli, farsi pugnalare da Sofia Boutella e farsi pugnalare da Russell Crowe?

    Comunque film godibilissimo, copione un po’ meh. Tipo che pure la sequenza in Iraq col bombardamento finale fatico a giustificarla. Però avercene di Indiana apocrifi così.

  6. Marlon Brandon

    Se siamo messi che dobbiamo inseguire I gusti del pubblico asiatico…siamo messi maluccio…comunque ci puo’ stare se sono quelli I numeri…magari si seguissero I gusti di nazioni sofisticate come Francia e Danimarca…

  7. LeChuck

    Vabbe’, qui si ride&si scherza sui tentativi di sacrificarsi in nome del cinema di Tom Cruise ma realizzo solo ora che sui 400 Calci non si sono mai fatti tre articoli sui tre Indiana Jones! Questa onta va lavata via quanto prima!

  8. Lucas Leivatiotispacco

    Ma la bellezza di Tom nella Gif mentre esce ridendo dal pullman?
    Ho esattamente la metà dei suoi anni e se faccio una roba del genere mi ricoverano per un mese.

  9. T87

    Giuro che mi sarei aspettato una stroncatura netta lol

  10. jax

    Approfittando del biglietto gratis per il compleanno potrei anche vederlo

  11. Turbo Helen

    Boh, a me non è piaciuto.
    Tom non funziona, semplicemente non è credibile. Ormai riesco a immaginarlo solo che prende tutti a schiaffoni a ripetizione: se per tutto il tempo ho pensato che preferivo il personaggio di Brendan Fraser vuol dire che proprio non convince…

    Un paio di sequenze belle che però pensi che potevano farlo tutto bello così e sarebbe stato meglio. Le migliori per me sono quella sull’aereo e un lentissimo e tesissimo inseguimento sottacqua che finisce pure male (però poi il coraggio di farlo finire davvero male non c’è…)

    Trama avvitatissima e con un finale a cazzo.

    Tra l’altro quando il suo superiore arriva all’inizio del film e gli fa il cazziatone gli dice una cosa tipo “siete in giro a fare gli esploratori e già che ci siete vi trafugate tutto quello che non è inchiodato a terra e lo vendete al mercato nero”: ecco, questa è la trama di un film che vedrei volentieri…

  12. CaparezDegan

    Il primo atto è davvero splendido, ma purtroppo, a mio parere, il film si ammoscia troppo nella parte londinese per non risollevarsi più (bello l’inseguimento subacqueo però!).

    • Il Reverendo

      il primo atto funzionerebbe meglio senza l’amico rompicoglioni. quando l’amico fa la fine dell’amico del protagonista di un lupo mannaro americano a londra migliora leggermente ma sarebbe stato meglio non avessero fatto la citazione perchè veder sostituire quello là che era un effetto speciale pazzesco con un fantasmino in cgi meh.

      tutto il film è un po’ così, carino ma con delle trovate meh. russell crowe dr jekyll è ottimo, ma quel mr hyde fa cagare. sia per come è utilizzato sia per come è realizzato. a sto punto o lo trasformi in un mostrone cazzatone tipo la leggenda degli uomini straordinari o lasci fare alla recitazione di crowe e gli fai fare una cosa alla ed norton in schegge di follia.

    • T87

      *di paura

  13. fre.

    Un Tom che recita davvero al minimo sindacale – si diverte e fa divertire solo nelle scene fracassone, e si vede – che credo abbia accettato il film solo per mettere a posto il botox calante. Vi giuro, ha la faccia di Vanilla etc, ma stavolta senza esigenze di copione!

    Scemo io ad andarci in una serata a prezzo pieno.

  14. T87

    “la trasformazione di Russell Crowe è la meno trasformante mai vista dai tempi di Pippo e SuperPippo”

    Ma facciamo anche dai tempi di Sailor Moon tutto e del film Mary Reilly

    • T87

      Oh però a me faceva un pò paura, tipo quando dice “lol non mi vogliono far uscire”.

      Comunque Crowe sta assimilando i chili persi di John Goodman. Vogliono farci un biopic con lui?

  15. Io sono su una posizione molto più perplessa. Cioè, il film i momenti divertenti li ha pure e non ti tira via le bestemmie dalla bocca tipo Suicide Squad. Ha anche scene di azione fighe però doveva durare come minimo 20 minuti in meno.
    Anche se il rammarico più grande è quello di non aver goduto appieno dei

    Spoiler

    Spolier

    templari zombie o di personaggi troppo poco ambigui o indecisi.

    Per il resto però io ho sempre pensato che il Dark Universe fosse nato con il terribile Dracula Untold del 2014. Oggi invece sembra che sto film se lo siano dimenticati tutti. Potenza di un mantra ripetuto in centinaia di mail contenenti comunicati stampa o lo hanno effettivamente rinnegato?

  16. Il Reverendo

    quella gif è truffaldina. non voglio mettere in dubbio le abilità da stuntman del mitico tom, ma il tizio che salta dentro il pullman in movimento è ripreso da lontano e di spalle.
    poi si vede tom atterrare nel pullman ma è evidentemente un bus fermo, si capisce da come il cameraman segue tom e dalla ventola davanti all’autobus.
    e poi di nuovo uno stacco e tom esce dall’autobus.

    • T87

      ma guarda che è lui, se no come mai aveva detto che doveva fare uno stunt pazzesco per Mission Impossible 6? e ricordiamo che era LUI agganciato all’A400M Grizzly nel 5.

    • Il Reverendo

      Ed era lui a galleggiare nel vuoto nella scena dell aereo che precipita, e magari è pure lui che ha fatto lo stunt dell autobus, dico solo che la gif di per sé è truffaldina perché è montata in modo molto sospetto.

    • Clint Hitchcock

      Reverendo, certo che è lui, e non è ripreso affatto “da lontano e di spalle”: il cameraman è così vicino che ancora un po’ viene preso dall’autobus anche lui e a quella distanza non puoi scambiare uno stuntman per Cruise, soprattutto sullo schermo di un cinema. Stai confondendo la distanza della ripresa della telecamera del making of con quella del film.
      Il montaggio è fatto in questo modo per mostrare più o meno lo stesso montaggio del film, ma in versione making: c’è chiaramente un green screen nell’autobus, in modo da poter sostituire l’interno in post produzione (probabilmente perché è pieno di roba morbida per attutire l’ingresso di Cruise); dopo lo stacco hanno ripreso la scena dell’ingresso con un autobus fermo e coi sedili “normali”, sia per avere un ambiente interno più realistico che per poter girare meglio. Dopotutto uno stunt del genere per Cruise è una sciocchezza.

    • Il Reverendo

      ma si lo immagino, dicevo solo che la gif in sè, così com’è, è montata in modo truffaldino perchè se in un film vedo stacchi di montaggio ok, è il cinema. se li vedo in una gif di un making of che dovrebbe convincermi che quella cosa lì è avvenuta davvero allora no.

      Al contrario, per dire, delle scene del making of della rissa tra crowe e cruise, che nel film sembra ci siano mille stacchi di montaggio e dal making of vedi che invece erano proprio loro due senza stuntman a pensare le mosse e menarsi.

  17. Johnny Pneumonic

    Definire questa mummia “niente male” mi fa accapponare la pelle. Personalmente volevo uscire dalla sala ma alla fine non me la son sentita perchè come al solito al gusto dell’orrido non c’è mai fine. Mi ha ricordato quel capolavoro che si chiama “Driven”. Ho letto 2 volte il post per essere certo che i 400calci salvassero questo pacco; (a mio parere) pronto per il mercato cinese. E mi sono reso conto che è forse un problema dell’autore: sei lo stesso che ha detto che “Autobahn” era godibile quando invece è poco meglio di “Cobra 13”. Caro Jackie i tuoi standard ultimamente mi sembrano piuttosto bassi. Questo (e quello) sono film infimi che dovrebbero essere distrutti o almeno presi in giro.
    E poi tutto sto gasare zio (anzi nonno) Tom che usa la CGI per togliersi le rughe e sfoggiare una finta tartaruga proprio non lo capisco.

    • Pippo

      Concordo in pieno. Ho letto pensando e sperando fino all’ultimo di trovare un plot twist in fondo alla recensione, sarebbe bastato anche un solo sintentico “Scherzavo.”

  18. AggioLynch

    Ma secondo voi il dark universe ha a che fare anche con il finale di dracula untold?

  19. Toni Già

    Per me il peggior film visto quest’anno al cinema, peggio anche di XXX 2.
    Troppo indeciso tra azione, horror, comico…. Un pasticciaccio indigesto.
    Patetica la citazione (citata più sopra dal Reverendo) dell’amico del protagonista di Un Lupo Mannaro Americano a Londra, che poi era Griffin Dunne: lì era divertente, qua fa solo scendere i coglioni.
    E poi perchè le stesse scene e gli stessi poteri della scorsa Mummia? Ma inventatevi qualcosa di nuovo cribbio!!!

  20. Ciak Norris

    O.T.
    ma Adam West non lo si omaggia proprio?

  21. Revenando

    Elisabeth Banks non é #wouldbang… Ma da sposare e viverci felici insieme passeggiando in spiaggia al tramonto fino alla vecchiaia.
    La peli invece é una bella ciofeca: come scrivono nella stampa “seria” é troppo impegnata a lanciare un universo per essere un film godibile.
    Ma sui 400 calci basta che ci siano vecchi e 13/10!

  22. uqbal

    All’inizio mi sembrava partisse dignitosamente. Classico, prevedibile, indianajonesco, ma anche se la credibilità di Tom Cruise come simpatica canaglia è praticamente nulla, si poteva sperare qualcosa di buono.
    Alla fine invece mi sono scocciato. Prevedibilissimo (non mi importava di sapere come sarebbe finito, a dirla tutta, anche perché poteva finire in un solo modo), con dialoghi mosci da morire e labili tentativi di fare humour.
    Visivamente discreto, ma nulla di più.

  23. Woody Alien^3

    Visto ieri, sono partito con aspettative basse e ha funzionato, tutto sommato non l’ho trovato così orrendo come quasi tutta la stampa USA l’ha dipinto, è giusto un giocattolone stupido, spassoso per 2/3 con una parte finale particolarmente lenta, confusa e inutile. Stavolta sono con Jackie.
    O forse è perché detesto il monocorde Cruise e godo nel vederlo farsi male, chi lo sa.

    Russell Crowe che fa il Giacobbo mannaro è abbastanza divertente, e Sofia Boutella più che promossa, aspetto di vederla lesbicare con Charlize Theron in “Atomic Blonde” di prossima uscita (vero che lo recensirete?).

  24. kaiser zozzo

    Visto. il film è pezzente tale e quanto wonder merda. così diventa dura consegnare il premio miglior cagata

  25. Ciao! Concordo a pieno! Questo film davvero non merita. Uno spreco di potenziale pazzesco. Ottima recensione!

  26. nuovo cy

    nessuno dice che tom cruise sara’ il prossimo indiana jones con harrison come zio..
    e sara in australia ovvero….
    non e’ mai stata distrutta ..
    il deserto sparira’.

  27. K urta Waldheim

    Oh, comunque Tom Cruise di faccia e’ sempre più’ simile a Jackie Chan, pure nella foto del “tentativo di morte #13” sono praticamente uguali !

  28. Kurtz Waldheim

    Oh, comunque Tom Cruise di faccia e’ sempre più’ simile a Jackie Chan, pure nella foto del “tentativo di morte #13” sono praticamente uguali !

  29. Zen my Ass

    Dovrebbe incassare 80/90 milioni finali negli USA (cifra mediocre, ma nella media dei film di Tom Cruise che non siano Mission:Impossible degli ultimi dieci anni). All’estero sta andando bene e deve aprire in almeno due mercati importanti (Francia e Giappone): 239 milioni finora e se dovesse raggiungere i 400, il seguito e’ assicurato… nella speranza che lo affidino a un regista piu’ esperto.

    Sembra che all’Universal abbiano fatto bene i conti.

  30. jax

    A me non è dispiaciuto, anche se son viziato dal fatto che ho avuto il biglietto gratis. Film estivo perfetto direi, forse la relazione tra Tom e la donna è la cosa meno riuscita. Grandi sequenze d’azione però.

    QUANTO CAVOLO E’ INGRASSATO RUSSEL CROWE

  31. JAMES VAN NOKER

    NON MALE MA COMUNQUE DIMENTICABILE… NIENTE DI INCREDIBILE.. BEATO TOM !

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.