Crea sito
Jackie Lang

I 5 pugni che raccontano tutto quel che c’è da sapere di Creed II

Spoiler: questo non è uno dei 5

Creed II si apre con un pugno, come del resto anche Rocky si apriva con dei pugni.
Non è però il pugno di un incontro, è un pugno diverso, dato da un padre (Ivan) al figlio (Viktor) per svegliarlo. Viktor è praticamente un Daily Iveco con le braccia, quindi quel pugnetto sul petto non gli fa niente, è un modo per svegliarlo e per raccontare qualcosa a noi.
Creed II è scritto da Sylvester Stallone, quindi i pugni dati fuori dal ring vogliono sempre dire qualcosa, hanno sempre un significato e sono usati per veicolare i sentimenti di personaggi che vivono di pugni, che i pugni non li danno solo per sport ma anche quando hanno bisogno di esternare qualcosa.

Ci sono 5 pugni in Creed II che dicono tutto quello che c’è da sapere sul film, 5 pugni che spiegano non la trama ma i sentimenti attaccati ad essa e fanno in modo che i personaggi li possano esternare. Si parla ovviamente in questo film, ma non è nelle parole che stanno le cose importanti.
Questo è un post pieno di spoiler perché tanto siamo sicuri che tutti voi avrete già visto Creed II, perché non è pensabile che siate qui e non l’abbiate visto no? No!?

1. Il pugno dell’amore paterno

L’abbiamo già scritto è quello iniziale che Ivan dà a Viktor, dopo quel pugnetto in pieno petto i due vanno ad allenarsi (con l’amore paterno che lo contraddistingue Ivan segue Viktor con un camion mentre corre e quando lui rallenta Ivan accelera per metterlo sotto, che teneri!), e poi il lavoro e poi ancora allenamenti e la sera omicidi sul ring. Quel cazzotto al mattino presto ha una qualità tutta sua, ovviamente è una sveglia brutale in linea con il resto della vita dei due, ma c’è anche una comunanza pazzesca, la forma di comunicazione di un padre e un figlio, c’è un grandissimo desiderio di contatto. È davvero tutto il loro rapporto in un gesto.

2. Pugni da conversazione

Stallone è così bravo da non scrivere un film con al centro Rocky, che anzi è marginale, ma si studia un’entrata in scena che è la sequenza migliore del film. Nello spogliatoio di Adonis, al buio, prima dell’incontro, tutti se ne vanno, e si sente la sua voce che dice qualcosa, poi lentamente assieme ad un lento movimento di macchina che sposta il centro dell’inquadratura (perchè entra LUI) compare nella stanza e nell’inquadratura. È il discorso motivazionale prima dell’incontro e nel farlo Rocky comincia a dare dei pugni a vuoto, da allenamento, per sciogliere le braccia. Adonis pure risponde e inizia a dare pugnetti a vuoto anche lui. Sono i pugni da conversazione, la maniera in cui due pugili si scaldano, si lasciano andare e parlano.

Un pugno vale più di mille parole

3. Pugni del dolore, del ricordo e della sofferenza

Ci sono due sessioni al sacco importanti, in una Rocky tiene il sacco ad Adonis (e già la cosa è fondamentale), il quale dà cazzotti importanti al sacco per esternare il dolore e la sofferenza, per vomitare quel che tiene dentro.

4. Pugni della frustrazione

La seconda è quando da solo nella palestra con solo la neonata figlia piangente riesce a tirare fuori quel che aveva represso dentro di sé troppo a lungo. E lo fa al sacco. Stavolta senza Rocky a tenerlo, in piena solitudine. È amarissimo.
Ora: Adonis è un personaggio risibile, un vero e autentico bimbominkia ricco e pieno di problemi da primo mondo con cui ci tocca parteggiare perché è amico di Rocky, anzi perché Rocky se l’è caricato sul groppone e quindi ok. Ma lo sappiamo tutti che in questo film lui è il villain e i veri “rocky” della storia sono Ivan e Viktor Drago. Lo stesso almeno in queste due scene di sacco con questi pugni del dolore e poi della frustrazione Stallone gli regala un momento con cui possiamo empatizzare un minimo. Un minimo!

Figure paterne

5. I cazzotti del risentimento e del rinfaccio

Ivan sveglia Viktor con un pugno e Viktor, quando la misura sarà colma e quando ci sarà davvero da rinfacciargli qualcosa (le uniche battute del personaggio praticamente) lo farà dandogli dei cazzotti ad un party (!!). Non sono i cazzotti incattiviti e ubriachi di Paulie in Rocky III, non vogliono fare male davvero. In teoria sono cazzotti inutili, perché non mirano al dolore ma vengono dati in un momento di rabbia, una persona normale non darebbe mai un pugno se non ha intenzione di fare male, ma un Drago con i pugni ci lavora e quelli sono cazzotti comunicativi.
Le parole si fermano ad un certo punto, più di tanto non possono fare, da lì in poi parlano le mani.

Il mio finale

Tags: , , , , , , , , , , , , ,

30 Commenti

  1. Clockwork Alex

    I veri “rocky” della storia sono Ivan e Viktor Drago. Hai riassunto Creed II.

  2. Bulbo

    Tutto gira intorno ad un Daily Iveco con le braccia vs un vero e autentico bimbominkia ricco e pieno di problemi da primo mondo (grandiose definizioni), eppure è un film bellissimo. La magia di Stallone.

  3. Fortebraccio

    Ditemi che alla fine vince Draghetto, vi prego.

  4. leo ortolani

    Anche i pugni di rabbia sul pavimento del ring sono stati emozionalmente importanti. Almeno per me! :D
    In ogni modo, kleeenex a volontà! Applausi a Sly. Ora sono ancora più curioso di vedere il suo trattamento dell’ultimo (?) RAMBO.
    E gli EXPENDABLES? Non può mica lasciarli finire così! Go, Sly! Go!

  5. Ciak Norris

    Scusate ma solamente a me manca uno scontro tra Rocky e Drago? Un qualcosa di epico fuori dal ring in stile Rocky V ma in meglio?? Per me è il grande erroe di questo creed 2

  6. Anonimo

    Visto Mercoledì a Bologna in combo con Rocky IV (che ho voluto andare a vedere perché nell’85 non riusci ad andare al cinema) che veniva proiettato prima.
    Bello,molto bello.Era dietro l’angolo che faceva capolino la trappolona nostalgia ma sono stati bravissimi a schivarla e a proporre vecchi personaggi che si muovono con dignita’ senza che si respiri anni ’80 ad ogni inquadratura con Ivan e Viktor.
    Anzi loro sono i personaggi piu’ interessanti e il loro arco narrativo e’ il migliore tra tutti.Dicono molto parlando pochissimo.
    E’ vero quando dite che se ne vorrebbe di piu’ di Drago & son.Sono tratteggiati benissimo.
    Bello molto bello anche l’unico scambio di battute tra Rocky e Ivan (non avevo fatto caso che non ci fosse nessuna foto relativa al match in Russia al ristorante.Ma neanche nessuna contro Clubber a dirla tutta.Solo contro Apollo)
    Tutto quello che segue il match tra Creed e Drago e’ da pelle d’oca (l’addio di Rocky di spalle mentre si sistema il cappello,la visita dello stesso al figlio e nipote,quella di Adonis alla tomba del padre con famiglia dove si ha la certezza della sordita’ della figlia e i Drago che continuano a allenarsi nella gelida periferia di Kiev).
    Tutto molto bello.
    E’ bello vedere film cosi’ fatti bene.Anche un po’ retorici (Stallone pesca da Rocky II il momento di dramma familiare dei Creed,da Rocky III la struttura del racconto con ascesa caduta e rinascita del campione,e per forza di cose da Rocky IV dati i personaggi coinvolti) ma con ancora qualcosa di nuovo da dire e dare al pubblico.
    Mica era scontato.

  7. leo ortolani

    C’era in effetti un girato di scazzottata tra Rocky e Ivan, ma è stata tolta dal montaggio finale e credo che vada bene così…le loro due figure non dovevano fare “i ggiovani”, ma essere il motore dei ggiovani e basta. Scelta coraggiosa e umile, da parte di Sly o di chi ha fatto il montaggio finale.

    • Maestro è lei?

    • Topo Scatenato

      Ma lei e’ il venerabile ?

    • John BlacksadXTopo Scatenato

      Gioisci, c’è un’altissima percentuale di probabilità che sia proprio lui.

      Il tuo nickname è geniale

    • leo ortolani

      Scusate, l’unico Maestro che riconosco era il mio maestro Brenno Mingori, delle prime due classi delle elementari, un grandissimo uomo e un insegnante da oscar. Io sono quello là, ma sono un ripetente. Ho ripetuto Rat-Man per vent’anni, perchè non lo avevo capito bene.

    • Per me è tutto Sly. Sia quello che sa che non ce la deve mettere, che quello che sa che la deve girare lo stesso.

  8. Allora, questa cosa del girato è vera, è questo
    https://www.youtube.com/watch?v=Xnc_DREeNtg
    si sente Ivan che dice “This Creed is not dead” e pare stiano in ospedale, quindi dovrebbe svolgersi dopo la parte in cui Rocky visita Adonis.

    Io onestamente non ho un parere sulla cosa, se non il fatto che se Stallone si scrive una scena in cui se le dà con Drago e poi se la taglia una ragione c’è.
    Ovvio che l’avrei voluta vedere anche io ma forse non è quello di cui il film ha bisogno. Non lo so, come per tutte le cose la dovremmo vedere fatta e finita nel film per giudicare.
    MA IO STO CON SLY!!!!

    • @nicomadrulz

      Sarebbe stato bello solo vedere i Drago in ospedale, perché personalmente avrebbe arricchito l’esplorare la vera natura di padre e figlio. Senza scazzottata. Qualche secondo di loro 2, in disparte, quella battuta su Creed, ed un abbozzo di ghigno da parte di Ivan, senza condividere la scena con Rocky. Io spettatore potevo vedere in loro umanità o compiacimento, odiarli od amarli.
      Concordo poi con chi scrive che ora Stallone dovrebbe scrivere un film sui Drago, partendo dalla corsa padre e figlio alla fine di Creed II.

    • Topo Scatenato

      A me il film vs benissimo così senza la scazzottata revival.
      Ecco forse mi sarebbe piaciuto un altro co fronti dialogato tra i due come quello del ristorante.Avrei voluto interagissero di più i due personaggi.
      Ma il film va bene così

    • Dr. Stranamorte

      Sono contento che non ci sia stato uno scontro fisico tra Rocky e Ivan, però anche io mi aspettavo dopo il match finale (o anche durante) qualche scambio in più fra loro.
      Comunque il film sarebbe stato un capolavoro se Sly avesse trovato il modo di far vincere a Viktor entrambi gli incontri, senza far perdere la faccia ad Adonis (e a Rocky che lo ha allenato). Anche perché avrebbe spiazzato totalmente il pubblico.
      In effetti le premesse c’erano. Appena ho visto che Viktor per vivere fa un lavoro umile, ho intuito che avrebbe potuto essere un personaggio diverso dal padre.
      Comunque bene anche così! Grande Silvestro!

  9. Ciak Norris

    Una mezza scazzota nell’atrio di un ospedale se la possono pure tenere nel.cassetto.
    io avrei voluto qualcosa di grandioso.
    La pioggia. Le scale. La statua.
    E loro due che si scontrano come 2 vecchi guerrieri.
    Rocky e Drago se lo sarebbero meritato.
    Anche noi ce lo saremmo meritato.
    Ce lo saremmo meritato tutti.

  10. Steven Senegal

    in effetti, un gigantesco russo inaridito dalla vita che picchia un chemioterapico…
    io il taglio della scena lo capisco

  11. Pretzel Washington

    Dopo Creed II l’unico seguito interessante sarebbe Drago.
    Alla scena dei russi al ristorante ho pianto.

  12. Mi dispiace ragazzi a me è sembrata una minestra riscaldata del già visto. Bella fotografia ma ritmo soporifero.

    Quelli meglio riusciti sono Dolph e quello che interpreta suo figlio. Lì ho veramente visto gli occhi della fame, merito a Stallone per avergli dato spessore in fase di sceneggiatura.

  13. Roby One Kenobi

    Quello che succede con la pallina e’ puro genio di sceneggiatura. Orson Wells ti spiccia casa, Sly!

  14. Killing Joke

    Come scritto nell’altro thread, la storia dei Drago non può esaurirsi qui, con questo film. Spinoff subito!

  15. Umberto

    Allora ragazzi, anche secondo me su Creed (il pugile) é stato detto tutto nei due film.
    Adesso é campione del Mondo (riconfermato), ha una famiglia , si é sposato , ha una flglia da crescere , insomma mi pare che l’arco narrativo di Adonis sia completo.
    La vera sfida sarebbe continuare con la storia di Victor Drago (e padre), perchè si presenterebbero molti snodi narrativi ( cosa ha fatto in 30 anni Ivan?,suo figlio probabilmente si allenera’ per diventare campione della Russia?, ecc.)

  16. Il Reverendo

    Non è vero che Adonis è il villain e Ivan e Viktor siano i veri Rocky.

    Viktor é in parte clubber Lang, in parte Tommy gun e in parte suo padre, e nessuno di loro è o era Rocky.
    Perché essere Rocky non vuol dire partire dal basso ed essere incazzato, come clubber Lang, e non vuol dire nemmeno partire dal basso e mettercela tutta per arrivare in alto, come Tommy gun.

    Per essere Rocky devi avere cuore, molto più che testa, rabbia, steroidi o voglia di rivalsa.

    E Adonis ha cuore. Adonis non abbandonerebbe mai Rocky come ha fatto Tommy gun. Adonis so cagatone addosso prima degli incontri. Adonis è timido quando deve chiedere a bianca di uscire o di sposarlo.

    E soprattutto essere Rocky significa sapersi rialzare.
    Essere Rocky significa che davanti, sul ring, puoi anche avere un treno merci, ma ad un certo punto quel treno merci capirà che per quanto possa colpirti tu ti rialzerari, e quel treno merci avrà paura.

    • Anonimo

      Ma infatti io non capisco come cavolo si fa ad avere questa valutazione di Adonis Creed.
      Sì, ha i soldi ed è scarso, e lo sa benissimo.
      Però va lo stesso a farsi accoppare di botte da un armadio grande il doppio di lui, e checché dica esplicitamente nel film, pare abbastanza ovvio che lo faccia per evitarsi la fama di quello che siccome ha fatto i soldi deve avere la vita facile.
      In parole povere, per evitarsi questa cosa qua:

      Mickey: Quello è un bulldozer e ha fame e tu non hai avuto più fame da quando hai vinto quella cintura!
      Rocky: Ho difeso il titolo dieci volte!
      Mickey:Tutta roba facile! Quelli erano incontri su misura !Erano dei buoni pugili ma non erano dei “Killer” come quello lì! Quello ti stende e ti lascia secco Rocky!

    • Ma ci veniva facile perché Clubber Lang era stronzo senza sfumature. Non c’era l’alternativa. Basta aggiungere un minimo di umanità all’avversario e non dico che si debba per forza voltare faccia ma come minimo si vacilla…

  17. Cicciput

    Secondo me tutto il film è incentrato sull’avvicinare Apelle (per me è sempre Apelle) a Rocky, inteso come personaggio. Se nel primo gli mancava proprio il prendere botte come tappa fondamentale di crescita, qui ne prende un secchio. E infatti cresce. Apelle non era ancora caduto nel fango, da piccolo pistava i colleghi di riformatorio e il resto dell’adolescenza se l’è fatto nella bambagia, come dice bene Rocky, “non sapevi per cosa stavi combattendo”. E infatti Drago lo sfonda. La struttura è quella già vista in metà dei Rocky, e funziona, cazzo se funziona, perché vuoi o non vuoi è la formula giusta e perché a tirare i fili c’è il migliore di tutti.
    Comunque, se l’intento era cercare di far uscire Apelle dall’ombra di Rocky, è un mezzo fallimento. Ancor più che in Creed I, qua senza Rocky Apelle morirebbe di fame proprio.

  18. JAMES VAN NOKER

    SI CAVOLO, SPIN OFF DI DRAGO ASSOLUTAMENTE!!! E SI DEVE CHIAMARE PROPRIO : “DRAGO”! DAI STALLONE SCRIVI UN ULTIMO KOLOSSO..!
    E fanculo, dov’e’ sta scazzottata tra due dinosauri????
    perchè non ci è concesso di vederla??!
    sono d’accordo con te CIAK!
    Spero la inseriscano negli special del blu ray almeno….

  19. Past

    bel approfondimento, film che ho visto ormai un 10 giorni fa ma ancora penso ad alcune scene e cosi via…roba che mi capita sempre più di rado…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.