Crea sito

Dal Migliore degli Anderson, i Migliori tre moschettieri (trailer)

Io non lo so come mai a Hollywood debbano rifare I tre moschettieri in media ogni 5 anni nonostante ogni volta non lo vada a vedere nessuno. Ok, non è del tutto vero: nel 1993 qualcuno ci andò, ma solo per sentire l’orribile canzone di Bryan Adams/Sting/Rod Stewart che mi vengono fitte allo stomaco solo a pensarci. E nel 1998 ci andarono solo le fans di Di Caprio, ma quell’anno erano onestamente tante. Nel 2001 però, a vedere la versione di Peter Hyams con le coreografie ispirate alla scuola Hong Kong, non ci andò davvero nessuno. Personalmente poi è una storia che non mi ha mai acchiappato. La cosa più vicina che mi sono mai guardato sul genere “francesi coi boccoloni si schiaffeggiano coi guanti e si pizzicano con un fil di ferro” è il cartone animato del Tulipano Nero (ho due sorelle).
MA quest’anno farò un’eccezione.
Perché il Migliore degli Anderson ha deciso di dire la sua sull’argomento.
E ovviamente l’ha fatto infilandoci dentro sua moglie.
E visto che al Migliore degli Anderson piace avere le cose Migliori, ha ingaggiato anche il Migliore dei Punitori (Ray Stevenson) e i Migliori dei Bastardi senza Gloria (Christophe Waltz e Til Schweiger).
E se devo morire vedendo una sola versione cinematografica dei Tre moschettieri, voglio quella con i ninja che spuntano dall’acqua (!) e in cui Milady si confonde, crede di essere Alice di Resident Evil, e va in giro a spaccare culi al rallentatore. In 3D.
A voi il trailer che ridefinisce per l’ennesima volta il concetto di “tamarro”:

Colpi di qua – colpi di là – cosa accadrà, cosa accadrààààà…

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

95 Commenti

  1. Jo

    @Nanni: Michelle Rodriguez, FO SURE! Quantomeno sta all’archetipo del soldatesso (e quasi del donnuomo) come Wayne sta all’archetipo del cowboy.

  2. @jo: come dicevo io: fedele, ma col “finale” al contrario ;)

  3. Alezzz

    Comunque vi la questione di Licia bionda spiegata qui sopra è una LEGGENDISSIMA metropolitana: si tratta difatti semplicemente del fatto che sul manga Licia era bionda, così come Andrea, per cui nella serie animata inizialmente volevano farla così poi hanno cambiato i colori dei capelli…..niente di così assurdo come il fatto che siano state tagliate scene di spiegazioni sessuali fatte da una terza incomoda (UGUALE a Licia tra l’altro LOL).

    A differenza della teoria “complottista” su Licia io ho anche le prove di quanto dico: la sigla TV riprende le copertine del manga quasi esattamente come si può vedere qui:

    http://img703.imageshack.us/img703/6824/vlcsnap2010110613h05m55.png
    http://www.onlyshojo.com/Immagini/licia/licia133.JPG

    o qua

    http://img834.imageshack.us/img834/4300/vlcsnap2010110720h54m43.png
    http://www.onlyshojo.com/Immagini/licia/licia132.JPG

    Prego per i 10 minuti di nerdaggine :D

  4. cazzo… lo immaginavo, non aveva molto senso, ma mi piaceva l’idea che un cartone animato mi insegnasse come si tiene per mano una ragazza :’-(

  5. Pau

    Mi piaceva di più l’altra spiegazione. :-( Soprattutto perchè mi incuriosiva la possibilità di un approccio soft alla zoofilia per il tramite di Giuliano.
    Scherzi a parte, grazie per la risposta.

  6. the X-man

    @Alezz alzo le mani e mi arrendo. In verità questa storia l’avevo letta direttamente sul manga, c’è la rubrichina della posta che chiedeva lumi su questa cosa e la spiegava così….a questo punto propongo una sfida 1 vs 1 a chi spegne più candeline con un soffio…e su Licia non ho altro da dire.

    @Nanni: personalmente l’ennesimo film sui 3 moschettieri non mi da alcun fastidio, come su Dracula e via dicendo. Parto sempre dal presupposto che la trasposizione cine è sempre peggio del libro, sia che il film mi piaccia sia che non mi piaccia. Poi magari me lo vedo infinite volte e compro il libro per sapere se la storia è davvero così. Così fu per Lord of the Rings e così via e così via…

  7. Alezz

    Mah chissà in mano a chi era la rubrichina allora, ora mi spiego perché questa leggenda, tipo quella di pelu che cantava jeeg, é così diffusa!
    Che il manga di licia comunque avesse una connotazione più “sessuale” del cartone é vero, ma era comunque roba molto soft, le modifiche fatte dall’adattamento italico sono state “solo”:
    Cambio di tutti i nomi in italici orrendi (marrabbio lol)
    Cambio di tutte le canzoni (free way…..etc etc)
    censura di pochissime scene, tra cui bagno di licia e Andrea
    Specialità del padre di licia cambiate da okonomiyaki a….polpette
    Aggiunta dei pensieri di Giuliano, che non ci stavano
    Totale cancellazione di ogni possibile riferimento alla cultura giapponese

    Mi pare basta così…..un doppiaggio conservativo direi :D

  8. @Jo
    la faccenda era riferita ai 3 Moschettoni, versione con Lana Turner. Uno cade in un lago ghiacciato e nello shot ravvicinato si vede che i pezzi di ghiaccio altro non sono che polistirolo galleggiante, il quale peraltro si sbriciola nelle inconfondibili palline… insomma era per dire un tempo il polistirolo oggi i ninja, ma sempre cazzate.
    Non sto pensando che nessuno sappia della famiglia Dumas. Ma che nessuno ne abbia letto i libri, sì. Infatti nessuno si lamenta. Mentre se tocchi i calzini di SpiderNerd… succede un putiferio !

    Vedo che state parlando di Kiss Me Licia (Vedi @Jo ?). Bene allora non potete perdervi questo:

    http://www.youtube.com/watch?v=ytUzSZVt39k

    Siete ancora vivi ? Ringraziatemi con calma, via paypal. Ma mi va bene anche una foto di Cobrito che suona il violino :)

  9. alessandro

    Delle volte ho l’impressione che il mondo del cinema mi prenda per il culo e se la rida alle mie spalle, sarò esagerato io a pensare tutto ciò.

  10. Jo

    @Harry: vabbè, rimani tranquillamente ancorato al tuo trono di supponenza… Giusto una cosa: il polistirolo era (forse, ammetto di non avere visto quella versione con Lana Turner) un espediente dettato dalla mancanza di altri mezzi, il ninja è una precisa scelta “ideologica”, non credo l’abbiano messo all’ultimo secondo tipo “ok, qui entra in scena il Barone DeCazzis che chiede gentilmente udienza… dov’è il Barone DeCazzis? Come? Incidentato e finito all’ospedale? E la produzione ci manda un avanzo di altri film? Ninja? Ok, vada per il ninja!” no?
    O così, oppure ti prego di allegare la foto della tua faccia indignata quando rivedi la famigerata scena del lago di polistirolo, anzi no, un video dove sei in full rage perchè questi poveretti che non capiscono nulla di cinema non si sono buttati in un lago di VERO ghiaccio come avrebbero dovuto fare i VERI attori…

  11. @jo
    Io capisco che tu non stia più nella pelle avendo ricevuto una candidatura a gerbillo macrocefalo nel Gerbils Army, ma abbi un minimo di buon senso ed ammetti che la mia osservazione non è dettata da supponenza ma è la tragica realtà , che Cobrito stesso ha cercato di stemperare cambiando argomento, per fare una cortesia ai gerbilli, tutti, non solo te. Ma la tragica realtà fotografata dalla mia osservazione non cambia. Purtroppo.
    Il film del polistirolo era una mega produzione del tempo, Lana Turner infatti era una star di Hollywood. Quindi problemi di cash uguali a zero. No, io penso che quel polistirolo fosse l’effetto speciale “assurdo” giusto per quel tempo, come i ninja lo sono oggi, nel medesimo contesto storico. Ora capisco che questa interpretazione sia sottile e per te anche sfuggente ma avendola rispiegata per la seconda volta voglio illudermi che ti sia pervenuta. 
    … Sai, i gerbilli macrocefali sono molto richiesti nel mercato del felching… 

  12. Jo

    Vabbè zio, sei tu il migliore e noi non capiamo un cazzo, sei troppo il più bello, il più grosso, e il più figo delle discussioni su internet.

    TROLLFACE HERE

  13. In effetti bello son bello. Ma anche intelligente. E molto simpatico, nonché modesto. A volte mi specchio nei miei occhiali fumando la pipa. Tu invece sei perdente, debole e vecchio. La debolezza dei tuoi argomenti ti rende tutte queste cose. Non conosci altra via che il rifugiarti nell’insulto. Prova ad essere più moderato. E non dire agli altri che sono comunisti solo perché non sono uguali a te.
     Ma siccome sono generoso ti concedo ancora una volta di riciclarti come macro gerbillocefalo, guadagnerai bene e ti troverai in tanti posti interessanti. Anche se stretti. 

  14. abraxas il peruviano tonante

    @watanabe:

    “Ammazza che minciata, ma a questo punto perchè non metterci Jason Statham a spaccare culi e guidare la macchina. Almeno lui da un tono all’ambiente. D’artagnan è un frocetto con i capelli cotonati.”

    mi è appena venuta l’idea del millennio

    JASON STATHAM CHE FA A PIZZE CON LA PARRUCCA A BOCCOLONI
    mi andrebbe bene anche nel XX secolo come avvocato eh, ma nel 700 francese sarebbe il top..

  15. joe r. lonsdale

    Jasom Statham si rifiuterebbe con tutto se stesso di fare la parte di un francese, è troppo british lui!

  16. alessandro

    @Harry: sto discorso non ha senso finchè non ci posti uno screenshot del film che ci mostri fino a che punto si sono spinti e come noi dobbiamo considerare quello che è successo: era pratica comune girare i film sui laghi giacciati? (credo che non lo facciano neanche ora…), il particolare di cui parli è stato un errore e non avevano voglia di rigirare o di allungare le riprese per una cosa del genere? Ci siamo capiti. Mi viene in mente il primo Conan. Non ho dei dati alla mano ma mi sento di dire che, nonostante lo sconvolgimento del soggetto, quasi tutti i lettori di Howard siano rimasti soddisfatti del film. Prova a immaginarti Il Signore degli Anelli coi Ninja, direi che si tratta di un’ operazione simile a quella qua compiuta.

  17. ratto felino

    Nessuno si lamenta della fedeltà dei tre moschettieri perchè è un classico ed è la centomillesima versione che ne esce e perchè la fanbase di Dumas è morta da tempo.
    In più è roba francese, quindi sappiamo tutti che gli americani possono farla meglio.

  18. @alessandro
    penso che chiunque abbia chiaro in mente che non c’è bisogno di vero ghiaccio nel lago ghiacciato. Altrimenti sarebbero già morti in troppi, visti tutti i ghiacci siderali della storia del cinema. Ora dimmi te, se quando vedi qualcuno nel ghiaccio, in film più o meno recenti, hai l’impressione che si tratti di polistirolo. Di più: vedi le palline del polistirolo galleggiare allegramente ? Ripeto: palline di polistirolo. Non credo ci sia bisogno di uno screenshot per questo. Non credo. Siamo a livelli che neanche Ed Wood… Però il punto è che siamo a H.Wood. Tantissime spadate in quel film, ma tante tante. E poi polistirolo. Al pubblico del tempo andava bene così. Una sana ingenuità. La medesima che, trasposta nell’oggi, immette “vita” (il trash è vita, diceva un tizio) ad immani cagate. Il Sig. anellato, una di queste, contiene mostri che emettono suoni di leoni, tigri, maiali e elefanti (rielaborati). I mostri vengono dallo zoo ? E i dinosauri di jurassik Pork ? Non erano elefanti e tigri ?
    E allora, vedi. Sono tutti tradimenti, questi. Tutte ingenuità. E tutte simili tra loro. La politica di Hollywood è basata sull’osmosi: ogni film deve assomigliare ad un altro che ha avuto successo. E la catena non si è mai (o quasi mai spezzata) nei secoli. (Scommetto che Cobrito questo aspetto lo confermerà).

    @Jo
    Sul serio, sto ricevendo già delle prenotazioni (anche da palazzo Chigi)… pensaci su. Viaggi con corriere SDA (pacchi anonimi abbastanza grandi per farci entrare anche la ruota scorrevole, così inganni l’attesa), percentuale elevata, possibilità di scegliere vestitini e altro. Un macrogerbillocefalo in babydoll rosso è una miniera d’oro… :)

  19. Jo

    @Harry: “Non conosci altra via che il rifugiarti nell’insulto” ..se quelli scritti sopra il post da me citato ti sembrano insulti amico mio, non so che dirti. Ironici magari, (no anzi, indubbiamente), ma di certo non insulti. Sentiti insultato, se preferisci, o sentiti sazio. Come più ti aggrada..
    Ritornando velocemente sul discorso polistirolo/ninja: credo che ciascuno non abbia capito il punto dell’altro, cerco di affinare: chiarito che il polistorolo è una scelta indubbiamente infelice per il ghiaccio, tu ritieni che l’abbiano fatta volutamente come “poverata” perchè tanto va bene così lo stesso, il popolo è bue, la production value è comunque altissima, chissene. Giusto?
    Ok, se queste sono state veramente le scelte della produzione/regia/etc, così sia, è una poverata, una caduta di stile che ha poco senso.

    Il ninja che arriva dall’acqua è diverso: è uno sberleffo, è una precisa scelta “ideologica”, dettata dal “più è fracassone, assurdo, senza senso, esplosivo, caciarone e chi più ne ha più ne metta basta che poi lo faccia esplodere in 3D”, dettata indubbiamente dallo sbattersene le palle del testo di Dumas (vabbè, anche senza il ninja si INTUIVA una certa come dire..poca aderenza al testo originale? Sono andato a rileggere al volo, e nella mia versione stampata nel 1976 non si accenna a lanciafiamme.. magari ho una traduzione vecchia..)

    Ti invito per altro a considerare quanto detto dal ratto felino poco sopra. Poi a prescindere da questo chiunque può sentirsi libero di pensare “no, se si chiama i 3 moschettieri non voglio vedere lanciafiamme ninja cazzate e altro”. Personalmente ho letto il libro, l’ho trovato bello, ma un film caciarone ed esplosivo come questo non mi fa gridare di rabbia a chi dice “uh bello i botti il treDDDi, le spadate che fico andiamo!”, tanto chi non ha letto il libro non lo leggerà di certo invogliato da Anderson, e chi lo ha letto ormai ha l’animo in pace sul fatto che se vuole vedere una conversione cinematografica di quest’opera, o si butta sui film di costume, oppure da parecchi anni a questa parte, Hollywood ha deciso (e con lei gli spettatori..) che più esplosioni=più bigliettoni, anche dove le esplosioni non avrebbero teoricamente posto.
    A tal proposito mi viene in mente che per me uno degli adattamenti più belli di Robin Hood è quello del 1938 con Errol Flynn, mentre immagino che ormai la maggior parte delle persone scelga l’ultima versione con Russel Crowe, o al massimo il Robin Hood di Kevin Costner. (gesto di pace: se non lo hai mai visto, cercalo e guardalo, se ti è piaciuto i 3 moschettieri con la Turner, secondo me ti piacierà)

    Scusate la lunghezza chilometrica del post, e la sua forse mancanza di contesto riguardo alla discussione, ma non volevo lasciare il Gerbillatore senza risposta.
    per quanto riguarda l’offerta per Palazzo Chigi parliamone: assistenza sanitaria? Ferie pagate? Ruota scorrevole pagata dalla ditta? Orari di lavoro? Straodinari pagati al 50% in più? Tetto dei suddetti straodinari? Mensile, settimanale, annuale? Contratto a tempo determinato con rinnovo o indeterminato? Un po’ di serietà se si vuole mandare avanti un’impresa!

  20. @Jo
    o
    @Rocky Joe

    Giusto, sì. È quello che intendevo. Però penso che il Ninja insider di WS Anderson sia analogo al polistirolo. Lo so che è un bel salto, ma, credimi, si può fare. Anche senza indossare la tuta alare (hai presente ?).
    L’argomentazione del Ratto che mi citi, non fa testo. I fans ci sono, eccome. Ma non scrivono commenti qua.
    Ho visto sia Flynn (che anche io prediligo) che Costner (mi fa cacare). Crow no, perché io non vedo i film RECENTI di Ridley Scott, come quelli di Vanzina, non perchè si appartengano l’un l’altro, ma perché non mi interessano.
    Si può essere fedeli ad un libro, ma solo tradendolo, con altri libri. Non si può mai essere fedeli ad un fumetto, perché troppo troppo elementare il suo linguaggio. Da cui l’ilarità che mi suscita il comportamento del Nerd Warriors.
    Il miglior film sui vampiri ? Vuoi saperlo? Te lo dico in un orecchio, sennò mi squoiano: Lasciami entrare.

    Premesso che io non sono gerbillatore, ma Doctore; per l’ingaggio: qua mi sa che abbiamo un nuovo ministro delle pari opportunità :)

  21. Jo (recently promoted to Rocky Jo)

    …sai, stavo per scrivere un altro pistolotto sul fatto che trovo troppo estremi alcuni tuoi punti di vista.
    Poi mi sono guardato, bellissimo anche io, allo specchio, e mi sono reso conto che io non guardo i Vanzina a priori da una vita, e quindi mi zittisco.

    A ciascuno il suo, suppongo. Quella del libro te la copio e la userò spacciandola LAIDAMENTE per farina del mio sacco, conquistando fama e gloria in altri lidi. Sulla fedeltà al fumetto non saprei, il cinema/tv è un medium troppo diverso per farne un adattamento, credo. Forse anche per un discorso di linguaggio come dici tu, io credo più per un discorso di tempistiche. Se proprio vogliamo gettarci sulla tetrapiloctomia onanistica, ti regalo una perla: la trasposizione migliore del fumetto è la serie animata. Usala con saggezza, spacciala per tua, te la regalo.
    Sul film dei vampiri mi trovi completamente d’accordo.

    Alla prossima, Doctore.

  22. ratto felino

    Cinema e fumetto non sono poi così diversi, come dimostra l’esistenza degli storyboard.
    E libro e film bisogna sempre confrontarli con le pinze, perchè sono media più diversi di quanto si pensa.

    Comunque il più grande film di vampiri di sempre è Vampires di carpenter. (meglio il libro però)

  23. Dopo la sigla nessuno dovrebbe aggiungere parola. Quindi mi limito a segnalare che nessuno è caduto nel trabocchetto della Q di squoiare. Ottimo, Gerbils siete il mio orgoglio. 

  24. alessandro

    @Harry: evidentemente tradimento e fedeltà possono convivere. Il tradimento del pubblico è ben poca cosa (se non nulla) al confronto di una fedeltà a un’opera, che è quello che emerge chiaramente dai tuoi esempi.
    Eppoi scusa…per me, ripeto, è difficile capire il tuo esempio del polistirolo (il mulo non lo posso usare) ma una cosa del genere non è in linea con una messa in scena più teatrale del cinema di una volta (tipo sfondi dipinti)?

  25. alessandro

    Il miglior film di vampiri è un miscuglio fra quello di Coppola, il primo Nosferatu, Vampire Hunter D: Bloodlust e uno che devono ancora fare: non ho ancora visto il miglior film di vampiri. E si che basterebbe rimanere fedeli a Stoker. ;)

  26. alessandro

    Ora che mi avete fatto venire questa mania ne pagate le conseguenze

    http://qkme.me/1bod

  27. Hai vinto. Dammi l’indirizzo che ti faccio spedire un internet.

  28. Ok, ok, ok.
    @Alessandro
    ti meriti un gerbillo d’oro per l’ispirazione della tripletta: sono commosso e intenerito. Quanto al miglior film di vampiri, si intende fino ad ora. Quindi è ovvio che non hai ancora visto il migliore in assoluto. C’è tempo almeno fino al 2012. E la Coppolata, no…
    La teatralità del cinema di un tempo, è presente, e rientra nei concetti che ho espresso poc’anzi.
    @Jo
    apprezzo molto il tuo ravvedimento. E quindi, nel complesso, sono felice. Per te, naturalmente :) A parte questo mi fa piacere condividere quel film lì-
    @Ratto
    ma lo sai che i concetti espressi nel tuo ultimo commento mi hanno mandato in depressione ? A ondate, però. Perché ad ogni riga mi risvegliavo dall’incubo suscitato dalla riga precedente.
    @Stanley Kobrick
    Chi – ha – vinto ?

  29. alessandro

    @Harry: giusto per confermare che merito veramente il premio da te conferitomi: sono anche colpevole di aver visto Lasciami entrare e di non averlo inserito nel mio aborrito blend. Reclamo, quindi, un gerbillo di platino.
    I film sui Vampiri. Bisognerebbe ricordarsi che cosa sono i Vampiri, prima. Ammettendo che il miglior film sui Vampiri sia Lasciami entrare significa ammettere che nessuno è stato capace di fare film sui Vampiri finora, al massimo sono stati capaci di fare dei bei film con un vampiro di mezzo. Abbiamo passato da un pezzo il punto in cui si deve iniziare a togliere per migliorare, invece di aggiungere.

  30. A proposito di libri e tradimenti: i vampiri non iniziano affatto con Stoker, del quale parlano tutti i gerbilli che pensano di sapere tutto, ritenendo che, bene o male, tutto nasca da questo ginnasta prestato alle lettere. L’inventore è invece tale John William Polidori, di padre italiano.
    Questo, per sapere cosa sono i vampiri, almeno in partenza.
    Poi c’è la questione del gerbillo d’oro, in realtà fatto di polistirolo (!) e rivestito di un sottile strato d’oro (2 carati)…

  31. Harry, dai, almeno non dire “tale” Polidori come se nessuno abbia come minimo visto Gothic di Ken Russell… Avevo 11 anni quando l’immagine della tipa con gli occhi nei capezzoli mi (occhio al metaforone) colpi’ l’immaginario… e questo e’ ovviamente uno spoiler del prossimo fermo-immagine del lunedi’ ;)

  32. joe r. lonsdale

    Scusa Harry, ma avendo curato un libro sui vampiri mi permetto di contraddirti.
    Il vampiro nasce in Grecia con il mito dell’Empusa, che succhiava sì ma ma la linfa vitale… il concetto è comunque lo stesso, ripreso poi dal Christabel di Coleridge e via discorrendo (non nominiamo i casi presunti di vampirismo vero dell’impero austro ungarico di fine 700). Il lesbismo vampiresco è da imputarsi invece a Le Fanu con Carmilla.
    Se vogliamo prima di Dracula qui in Italia vennero rappresentate 2 commedie con tematica vampiresca con scarso successo (sembra una profezia dell’horror nostrano di oggi)

  33. @Cobrito
    Ormai sono diventato inconsapevolmente l’ispiratore del lunedì :)
    per superarti, dovresti mettere gli occhiali su quegli occhi.
    Oppure grabbare un frame dal Dracula di M. Salieri.

    @Lons
    Certo che ti scuso, ci mancherebbe. In primis: se tu volessi dirmi il titolo, mi approprierei del libro, sempre che non lo abbia già.
    Faccio il punto: il Vamp polidoriano è mosso da quello che ha tra le gambe, più che da quello che ha in bocca (so che la frase è indegnamente equivoca). È un prototipo romantico, intriso di seduzione.
    Il mio scopo non era una esegesi di vampirologia, ma delineare l’inizio di ciò che è vampiro, e che tale rimane, a partire dalla modernità. Quello che precede questo racconto, e che tu riassumi, è un percorso a ritroso in conseguenza della modernità: non il contrario :)

  34. joe r. lonsdale

    @ Harry, purtroppo dirtelo smaschererebbe il mio nick, se ci fosse la possibilità di inviare MP volentieri :)

    @ Nanni: il bello è che gli occhi nei capezzoli sembrerebbe una forzatura, ma IL FATTO E’ REALMENTE ACCADUTO!!! Si trattava infatti di una visione che il sommo Percy B. Shelley ebbe su sua moglie mentre lui leggeva appunto il Chrustabel!!!! Quando ho visto questa cosa in Gothic ho detto “C@xxo, qualcuno che ha studiato alla base di questo film!” e mi sono stracommosso!

  35. @Lons
    capisco, però dammi almeno un indizio oppure invia a Cobrito che, nella sua infinita bontà, mi inoltrerà… garantisco il massimo riserbo-
    Te lo dice uno che che leggiucchia il Dizionario infernale da tanti anni (Empusa e soci), studioso (non praticante) di necrocultura, appassionato di Carmilla (non sai quanto) nonché chirurgo demonologo. Insomma, per dire che giochi in casa :)

  36. joe r. lonsdale

    @ Harry, ah vabbè ma se sei un esperto ti rompi e basta :) è un’edizione di dracula uscita l’estate scorsa in allegato a un giornale e 2 o 3 mesi fa sempre in edicola….

  37. forse ho capito ! ø_ø

    comunque non sono un esperto di vampiri. L’unica vera smanicatura ce l’ho in chirurgia demonologica.

  38. ratto felino

    Harry, mi dispiace tanto delle ondate di depressione che ti procuro.
    Magari con un gerbillo nel culo ti tiri su.

  39. [si precipita a scrivere la sceneggiatura di un serial tv a meta’ tra il Dr. House e Buffy mentre il suo agente fa salire l’asta tra la Fox e la Warner]

  40. the X-man

    In origine erano i tre moschettieri de “il migliore degli Anderson”…poi vennero i ninja che spuntano dall’acqua….il ghiaccio che ghiaccio non è ma polistirolo….per poi passare ai vampiri….e tutto condito con facezie su “Kiss me Licia”….notevole, veramente notevole (cit)

    @Harry: mi hai stuzzicato di brutto e ora voglio sapere cos’è la chirurgia demonologica

  41. @ratto
    ti rendi conto vero, che uno che si firma ratto e consiglia di infilarsi un gerbillo in culo, vuol far intendere di essere quel gerbillo ? Mi spiace spegnere il tuo ardore ma io sono solo un Doctore. :*

    @Cobrito
    http://img846.imageshack.us/i/missk.jpg/

    @Xmen
    Ora cerco un paio di foto in archivio, poi le posto…

  42. alessandro

    Insomma questo I tre moschettieri è un’occasione sprecata per fare un altro (altrimenti qui qualcuno si arrabbia) bel film sui vampiri.

    La famosa gara di scrittura gotica grazie alla quale abbiamo Frankenstein (almeno uno dei tre partecipanti l’ha presa sul serio questa competizione), se non ricordo male, è nata proprio grazie a Polidori. Per chiudere il cerchio, partito dai capezzoli con gli occhi di Bysshe e il primo VERO vampiro del dottor Polidori.

    ps@Harry: sui gerbilli che pensano di sapere tutto come darti torto. Ma sai cosa è peggiore? I gerbilli che pensando di poter leggere nella mente degli altri gli mettono in bocca delle cose che quei poveretti non hanno neanche mai pensato.

  43. Angelo

    ahahahahah che stracagataaaa ahahahahahahahahahah oddiooo. :’D

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.