Crea sito

X-Men: una rece lievemente più classica

“Ciao Matthew, come va? Siamo la Fox. Ti ricordi di noi? Ti avevamo ingaggiato per fare X-Men 3, ma tu te n’eri andato offeso e schifato nella tua sensibilità di artista perché non ti avevamo dato abbastanza tempo per creare la tua visione con la calma e la cura necessaria. Vorremmo proporti di fare questo X-Men: L’inizio. È meno interessante di quell’altro perché non hai nè Wolverine nè Vinnie Jones, e poi perché per qualche ragione è ambientato nel IV secolo avanti Cristo – o negli anni ’60, non ricordo, so solo che si vestivano buffi e non c’era l’internet. In compenso ti daremo persino meno tempo dell’altra volta. Per dire: non abbiamo una sceneggiatura completa, solo un mucchio di post-it con delle cose che devono succedere, poi vedi tu. Ti va?”
“Qua la mano.”
E si vede, cazzo se si vede.

Gira che ti rigira, si ricasca sempre lì.

Lasciamo perdere in partenza l’inutilità intrinseca dei prequel, film che si basano sul concetto che sai già come vanno a finire. Non ho mai capito questo meccanismo perverso, come in quel quiz tv americano Jeopardy dove ti dicono la risposta e tu devi indovinare la domanda.
“Professor X”
“Chi è quel pirla dall’accentissimo inglese, con la foto di Einstein sul comodino, che abborda le ragazze malissimo per camuffare la sua omosessualità, che a neanche 30 anni ragiona già come un Martin Kennedy Obama di sticazzi, e le cui gambe e ciuffo hanno i giorni contati?”
“Esatto, $500 per lei signora McJefferson!”
Ci sono lunghi momenti in questo X-Men: Primo! in cui Matthew Vaughn manca talmente di personalità e controllo della situazione da non distinguersi dal Gavin Hood di Wolverine. L’incontro tra Xavier e Raven, entrambi a 10 anni, è una sintesi di stupidità che va bene sì e no per i cartoni animati della domenica mattina, ed essendo tipo la seconda scena (e la prima era un flashback già visto nei film precedenti) prende subito malissimo. Per tutto il primo tempo l’unica cosa che tiene su il film è Michael Fassbender che ci crede tantissimo, e che secondo me diventerà famoso perché:
a) il suo accento è infinitamente più comprensibile di quello di James McAvoy;
b) piace alle signore;
c) non vedevo gesticolare con le mani con tanta intensità dai tempi di Steve LaChance a Fantastico ’87.
Per lunghi tratti pensi che si stia rubando il film, poi arriva Kevin Bacon che se lo riprende come un genitore col figlio di 5 anni che sta scendendo dalla credenza con la Nutella in mano. Ma non è colpa di nessuno. Con Kevin Bacon non c’è gara. Certo, fa riderissimo quando Xavier paralizza il tempo e invece che congelarlo coi CGI lo si costringe a stare fermo lui in una posizione da cui alla sua età non trattiene la tremarella, però la sua magia consiste nell’ignorare la mediocrità del contesto ed infilare cose tipo un monologo finale che finora è il più clamoroso pezzo di bravura della stagione cinematografica 2011. Fassbender non può che piangere umiliato. McAvoy comprende telepaticamente e piange pure lui.

Il tuo cigno bianco è perfetto, ma sul cigno nero c'è ancora da lavorare.

E abbiamo già parlato della quantità abnorme di scene ridicole girate uso internet, ma quella meno citata è forse il raffinato gioco di montaggio con il quale Kevin Bacon pronuncia la parola “schiavitù” e subito dopo viene fatto un primo piano su un negro, o come siano appunto gli unici due brothers del film (l’altra è la figlia di Lenny Kravitz!) i primi a tradire al volo i buoni per unirsi al Kevin e alla sua squadra formata da David Copperfield, Satana e – come già notava Dolly – una fembot di Austin Powers. In quel momento ho urlato “Giura”. Lo sceneggiatore se ne dev’essere accorto e sono seguiti momenti di imbarazzo del tipo “Uh cazzo… allora no, è buono. No dai, è cattivo. No, hai ragione, buono. Vaffanculo, facciamolo fuori e non se ne parli più” (spoiler?).
Comunque una manciata di scene carine ci sono. Ad esempio il modo in cui si scelgono i nomi da supereroe (sbronzi e per gioco) era l’unico possibile accettabile, e meno male che ne erano tutti coscienti. E poi il finale pare l’unica scena per cui abbiano scritto più di un post-it, o almeno l’unica in cui tutti hanno più o meno l’aria di sapere cosa stanno facendo, ed è quasi avvincente.
Infine, oltre alla già citata apparizione di Hugh Jackman, vale la pena segnalare altre tre comparsate che sono tre clamorosi tentativi di corruzione nei miei confronti, ovvero James Remar, Michael Ironside (imbolsito da paura) e Rebecca Romijn. Quest’ultima mi ha fatto battere il cuore fortissimo.
Vi piazzo una sigla alternativa preferibile a quella ufficiale dei Take That:

DVD-quote:

“Terribile. Smetettela per favore.”
Nanni Cobretti, i400calci.com

>> IMDb | Trailer

P.S.: vi ho già raccontato di quella volta che ho incontrato Michael Fassbender al pub a vedere Manchester United – Inter e di come lui girasse da solo col cappuccio calato per paura che qualcuno lo riconoscesse, anche se allora non aveva girato nemmeno Bastardi senza gloria? Sticazzi, eh?

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

44 Commenti

  1. 10.0, e tu non hai manco dovuto vederlo con la fidanzatina di fianco che faceva GNIC GNIC tutte le volte che fassbender miike faceva qualsiasi cosa.

  2. LiDongAn

    Nanni: ma come sigla alternativa non era meglio Rebecca Romjin che canta “Darling Nikki”?

  3. Il_Presidente

    Cavolo la Romjin me la sono persa. Dov’era?

    Anche da noi il cinema è venuto giù con Wolverine…

  4. Jane Plissken

    Non sarà critica ufficiosa, ma vogliamo parlare del gran numero di inciuci nati sul set di questo film?
    Michael Fassbender si è messo con la figlia di Kravitz.
    Jennifer Lawrence fa coppia con Nicholas Hoult.
    E January Jones è rimasta incinta.
    (non si sa di chi)

  5. Gonzo Kent

    La Romjin è la seconda trasformazione che fa Mystica a letto offrendosi a Magneto.
    Perchè nella sala dove l’ho visto non c’era la scena dopo i titoli di coda?
    C’era la scena dopo i titoli di coda?

  6. (spoiler) no.

  7. vespertime

    ne leggo un pò male . non solo quì. non l’ho ancora visto ma ho due cari amici super appassionati di x men che continuano dirne benissimo.

  8. Attendo a pie’ fermo il video con “Against All Odds” in sottofondo. Quello potrebbe ripagarmi di tante cose.

  9. Jo (recently promoted to Rocky Jo)

    No, nessuna scena dopo i titoli, garantito al limone.

    La Romjin me la ero persa pure io, una piccola finezza.

  10. Sarà quel che sarà, ma è la prima volta che vedo 2 rece dedicate allo stesso film sui 400 calci.
    E io vi seguo da sempre.
    (non è vero)

  11. Il_Presidente

    Ah è vero per la Romjin. Madò ora ha una faccia davvero squadrata! :-/

  12. Super Cobrito.

    Eppure FessBender non farà mai il Paziente Inglese 2. Me lo sento. Al massimo l’Impaziente Irlandese. Ma solo se a dirigerlo ci sarà quello di Inception.
    Invece apprendo con sconcerto di una J. Jones pregnant: non pensavo si rimanesse incinta anche così. Misteri da bambole.
    A Vaughan gli si perdona tutto, tanto lui è bravo. E lo sa. E anche noi. E anche C. Shiffer. (bestemmia).

  13. @nome provvisorio: e infatti non e’ vero, e’ un onore che condivide con un’altra manciata di titoli. Ma in effetti non capitava da un po’.

  14. Mah dai non è stupendo ma neanche così tremendo.
    Ha molte ingenuità e raffazzonamenti, a partire dall’ambientazione 60’s fatta con 20 euro: non c’è un costume uno che sia credibilmente dell’epoca a parte forse il completo con paltò che usa magneto per andare dal banchiere svizzero, scenografie nella stragrande maggioranza dei casi volutamente neutre per non spendere troppi soldi in ricostruzioni d’epoca.
    Insomma un buon plus per un film del genere sarebbe potuta essere l’atmosfera, plus sul quale non hanno deciso di investire nulla.

    Poi vabè sui personaggi non mi dilungo, dico solo che sono molto contento che ci sia Banshee uno dei miei X-Men preferiti e che mi spiace molto che al posto di Iceman (che non può esserci perchè si vede nei film successivi) ci sia Havoc, che è un grandissimo personaggio (nonchè possessore do uno dei costumi -quello nero- più fichi della ciurma).
    Mc Coy che diventa bestia dopo 20 minuti, no.

    E bhò qualche scena carina, il fatto che venga introdotto il Club Infernale è molto buono perchè è una delle cose più fiche mai capitate agli X-Men (soprattutto se decidessero di fare un film basato sulla saga di Claremon-Byrne pre-Fenice Nera).

    Dai su, ci possiamo stare, un 6 sulla fiducia.

  15. Schiaffi

    Non ho mai capito perche’ gli xmen spaccano l’ostia con la storia del razzismo mentre a spiderman nessuno gli rompe il cazzo.
    Eppure e’ una schifezza che spara bava pure lui ma nn gli dicono niente, qualcuno sa spiegare sto fattaccio?
    Che palle cmq sta storia della razza superiore, non ci crede nessuno, un conto e’ essere un maledetto che muove il ferro con le mani e un conto essere quel povero cristo di X3 a cui uscivano gli aghi dalla faccia.Cosa se ne fa.
    O quell’altro blu peloso o satana, bo, bella la vita sociale che va a troie.

  16. l’uomo ragno non è supereroe di razza, è stato punto a 15 anni. e comunque anche lui ai bei tempi stava sul cazzo a tutti.

  17. Gigos

    @Schiaffi
    Spidey non lo andava a dire in giro alle compagne di facoltà che spara bava e ha il velcro sulle dita, se no col cavolo che rimorchiava Gwen Stacy. Ma questa è gente che a 12 anni si sveglia una mattina e invece del menarca si ritrova la pelle verde che espelle acido cloridrico dai pori. È chiaro che se sei fortunato e il tuo potere non si vede (come un telepate) nessuno ti discrimina. In più la loro identità spesso è pubblica e non sanno gestire il loro potere, bel casino.

    P.S. Ho davvero letto una storia di ultimate X-men in cui un ragazzino un bel giorno si sveglia ed emette gas tossici tipo agente arancio dalla pelle e non può controllarlo; tutto il suo quartiere muore come se avessero bombardato la zona col napalm; lui scappa, e si nasconde in una grotta; ultimate Wolverine (uguale, ma più alto) lo trova e chiacchiera con lui una mezz’oretta, tanto è immune al suo potere grazie al solito fattore di guarigione; il cinno è in lacrime e dice che non se lo merita e non ha ancora fatto tante cose; Wolvy con lo sguardo fisso e credo una boccia di birra in mano gli dice, e cito: “Sfiga!” e poi esce dalla grotta da solo e si capisce che l’ha dovuto uccidere per evitare una strage ulteriore.

  18. Gigos

    Aggiungo che se un paio di mutanti andassero in giro a far danni in brianza, Borghezio ci si butterebbe a pesce e inizierebbe a usarli nei suoi comizi razzisti.

  19. Gigos, tu lo sai di cosa si occupa Borghezio adesso, vero ?

    http://danielesensi.blogspot.com/2009/08/mario-borghezio-i-governi-occidentali.html

    (tutto vero)

    (lolz + megalolz)

  20. Gigos

    @Dolores
    LOL. Ecco perché nessuno scrive su Facebook dei Borghezio facts: non sarebbero abbastanza inverosimili.

  21. Schiaffi

    Tnx per la spiegazione pero’ rimango dell’idea che la menano troppo con sta storia del razzismo eccheppalle. Mah il film m’e’ piaciuto pure ma gli x men mi hanno sempre dato idea di sfigati pazzeschi,bo hanno tutti poteri del cazzo a caso, si legnano sempre 100 vs 100 nn si capisce + un cazzo sono vestiti tutti uguali.
    Poi guidano pure l’aereo che esce da sotto la villa….ma dio….
    Tanto per restare in tema di inutilita’, ecco la lista degli 8 xmen + tristi in assouto (fatta sicuramente da qualche nerd peggiore pure di chi li ha inventati sti pupazzi)

    http://www.cracked.com/blog/the-8-worst-x-men-ever/

    PS. ma non stanno + uscendo gli action underground con i controcazzi? no perche’ sto in carestia.

  22. Gigos

    Bellissima lista. Ho guardato solo le figure, ma dev’essere divertentissima. Poi la leggo.
    Ci sono davvero di quelli che nascono con poteri sfigatissimi (tipo Rogue, secondo me, che mettono sempre in prima linea, ma realisticamente in battaglia sarebbe un peso morto).

    Mi ricordo uno sketch dell’Andy Dick show in cui lui impersonava un X-man (o il suo cosplay, non ricordo) che evidentemente era comparso in una sola pagina sullo sfondo di una splash di gruppo, e insomma l’unico suo potere era di avere i lobi delle orecchie lunghi un metro e ovviamente lo spiegava cercando di darsi un tono. Detto così non fa ridere, ma visto su Mtv a 17 anni non era male.

  23. glòi x-men sono mutanti, ovvero sono nati diversi, a volte in maniera molto evidente quindi dei mostri per gran parte dell’opinione pubblica.
    A tal proposito per capire la faccenda meglio.
    la saga “giorni di un futuro passato”
    la saga “dio perdona l’uomo uccide”
    la miniserie “Marvels”, dove la difficile integrazioen tra supereroi, mutanti e non, viene descirtta dal punto di vista della gente comune.

    L’uomo ragno invece è nato normale, ha acquisito dei poteri da ragazzo al college e li ha tenuti ben nascosti visto che non sono evidenti nella vita quotidiana (non ha le ali, non ha coloriti strani etc etc).
    In più, cosa molto importante, la tela che “sputa” è un composto chimico di sua invenzione e che viene sparata ad altissima pressione da dei lancia-ragnatela di sua progettazione e produzione e tra l’altro si disgrega dopo circa un ora senza lasciare traccia quindi non infesta la città di organiche bave secche.

    Per la precisione.

  24. Gigos

    Tutto giustissimo.
    La ragnatela è organica solo nei film (molti storsero il naso, ma secondo ci sta).
    Di quelle storie ho letto solo Marvels (capolavoro).

  25. abraxas capitan Perù

    in realtà spidey ha avuto un periodo di ragnatela organica pure nel fumetto.
    (vogliamo davvero fare a gara a chi è più nerd?)

  26. Schiaffi

    Ma da qualche parte spiegano chi paga la retta della scuola? E le pulizie e lo staff della mensa? E la benza dell’aereo? Quell’aereo li’ si che e’ una bambinata tragica.

    Ho tristemente notato la pochezza della CGI di wolverine, ma con tutti i soldi che hanno speso, mioddio ha le lame di carta e la parte finale pare l’intro di tekken 3.
    Mi sa che qualcuno si e’ bruciato il budget in cozza e mignotte…

  27. Gigos

    È un’idiozia il fatto che bestia costruisca l’aereo (e impari a pilotarlo) in una sola settimana.

    La stessa settimana in cui tra le altre cose doveva già: perfezionare il siero per Mystica (fail), provarci con Mystica (fail, nonostante lei ci stesse!), inventarsi dal nulla il costume raccogli energia di Havoc, inventarsi dal nulla le ali di Banshee e nel tempo libero allenarsi lui (più che altro nei 100m piani). Agenda piena eh.

  28. L’uomo ragno con la tela organica del fumetto non è da prendere in considerazione (sia per la bruttezza sia perchè non è rilevante visto che è durata molto poco).
    Un po’ come lo spiderman con gli uncini sotto le dita di Spider-Man 2099. Brrr.

  29. Gigos, esiste una spiegazione moooolto semplice: http://www.quickmeme.com/meme/3p3k/

  30. Minchia stenospeica !
    ma tutta questa lunga galoppata di “NerdLand II – Revenge of Blood” su unghie, peli, pulizia dei cessi in X-Men e SpiderCul, e nessuno, dico N-E-S-S-U-N-O, che si soffermi sulle tette di J. Jones e sulla loro natura mutante ?
    Tanto Fesses Bender è innamorato di Kevin Bacon, e non lo uccide subito solo per la speranza di riconquistarlo in seguito. E ringraziarlo di avergli tolto dalle palle la madre adottiva.
    Ma precisamente: quando Kevin Bacon ha iniziato a essere così bravo ? Io penso Death Sentence, elephant white e questo. Ma ce ne sono altri in cui è costì bravo ? In Tremors non lo era ancora…

  31. FOOTLOOSE!

    ok, primo e ultimo post della mia vita.

  32. Uwe Pòl

    @Harry faccio un grosso sforzo a cercare di dimenticare che ci fosse January Jones (al di là del fatto che sembra il nome di un cattivo di batman), ti prego, non parlarne più

  33. @trecook: io stavo per dire Venerdi’ 13…

    @uwe: ah ma January Jones non e’ il nome del personaggio??

  34. Oi, scusate. Davvero, non volevo essere OT. Torniamo pure a parlare dei peli pubici dell’uomo ragno.
    E stasera, FootLoose.
    Swiiii :)

  35. Stanley Boll

    nonostante i suoi difetti mi è piaciuto…almeno al contrario di thor non mi ha fatto vergognare di essere in sala…

  36. Se siete arrivati a leggere fino a qui vi meritate di conoscere la magna opera di Uwe Pòl:

    http://www.quickmeme.com/meme/3uyl/#by=sp

    e soprattutto la roba che mette la parola FINE al genere, ovvero:

    http://bit.ly/jXigUY

    Non l’abbiamo fatta noi, ma ci siamo impegnati ad allevarla con amore.

  37. Passante

    “Certo, fa riderissimo quando Xavier paralizza il tempo e invece che congelarlo coi CGI lo si costringe a stare fermo lui in una posizione da cui alla sua età non trattiene la tremarella”

    FAIL. Xavier non ferma il tempo, ma per l’appunto costringe le persone a stare ferme. (Oltretutto afferma di riuscire a ‘tenerlo fermo solo per poco tempo’, implicando che probabilmente Shaw si opponeva con forza al suo controllo mentale.)

    Anche la storia del presunto razzismo di questo film fa proprio ridere. Solo perché il ‘cattivo’ fa un’allusione alla schiavitù dei neri per convincere i ‘buoni’ a passare dalla sua, non vuol dire che il film sia razzista, anzi. Si parla di esponenti di una nuova specie, a cui vengono poste le opzioni di tentare di integrarsi pacificamente nonostante le difficoltà, o di imporsi con la forza. E’ un quesito etico controverso che è da sempre alla base degli X-fumetti.
    La sola idea che un film di X-Men (cioè, gli X-Men, eh!) possa essere razzista è ridicola. E’… è un po’ come dire che Schindler’s List sia favorevole al nazismo! o.o

  38. L’ho già scritto nell’altra rece, ma lo copio anche di qua:

    “Commento ora che l’ho visto (non avevo fretta): possibile che non si è accorto nessuno/a che Xavier diventa paralitico alla fine del film, ma all’inizio di X-Men 3 è più vecchio, già calvo… e cammina! :-O
    (per non parlare del fatto che è pappa e ciccia con Magneto)
    Mapporcapupazza! Ma vaffanculo alla continuity! Ma che ci stanno a raccontare????

    Poi, vabbé, se non ci si mette su a pignoleggiare troppo ha anche dei bei momenti…”

  39. Enrico

    La differenza tra Kevin Bacon e Michael Fassbender è che il primo è un grande attore sottovalutato da tutti e il secondo può ancora farcela ad avere una buona carriera.

2 Trackbacks

  • Scritto da X-Men, il primo della classe | Montaigne il 13/06/2011 alle 11:45

    […] Ai cinefili da combattimento sembra non essere piaciuto, e in effetti X-Men: First Class non è un film perfetto. L’inizio sembra uscito da una fanfiction della peggior specie, con il piccolo Charles Xavier disposto ad adottare una mutaforma che gli sta rubando in casa. A seguire, diverse tristissime frasi di repertorio da film d’azione sparse qua e la e pronunciate con tono dolorosamente serio. Tra queste, le immancabili “Che Dio ci aiuti” e “Signori, è stato un onore servire con voi”. Robe da strapparsi i capelli per la disperazione, anche perché entrambe le banalità sono pronunicate da Michael Ironside, cioè quel tizio che dopo Scanners ha interpretato l’ufficiale dell’esercito in nove pellicole hollywoodiane su dieci. […]

  • Scritto da Premi Sylvester 2012: i vincitori « I 400 calci il 24/01/2012 alle 07:02

    […] MIGLIOR COMPARSATA: Hugh Jackman (X-Men: First Class) […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.