Crea sito

Fight Night: Navy Seals – Pagati per morire

Rubrica settimanale di colonne sonore da combattimento per caricarvi, emozionarvi o ricordarvi un classico minore del grandissimo Michael Biehn.

Artista: Mr. Big
Titolo: Strike Like Lightning
Dal film: Navy Seals – Pagati per morire

Tags: , , , ,

7 Commenti

  1. Djo!

    quando la realtà supera la finzione occorre un servizio speciale sui fire breathing fists di Charlie Sheen.

  2. Il_Presidente

    Tanto per citare lo Sheen contemporaneo: “Wwwwinninnng”

  3. Schiaffi

    Film sulle forze speciali anni 80: azione e una cifra di cazzate

    Forze speciali 2011: la bigelow che fa il film sul team six che ha seccato bin laden. Già immagino pianificazioni di 2 ore, troppi discorsi con il presidente, problemi coniugali vari e l’azione finale di 10 minuti.

  4. In effetti erano altri tempi. Topper, prima di essere Topper, era un vero testa a forma di pino. La scena di lui che saluta gli amici buttandosi nel fiume dall’auto in corsa resterà per sempre nella mente di chi l’ha vista.
    L’unico film recente che riprende questo spirito giovine e impetuoso, è Sniper 4 – Bersaglio mortale. Che io reputo un vero capolavoro del cinema di azione. Certo non è i Mercenari, però rimane un cult movie di grande spessore, pieno di ritmo, azione, idee, armi. Ad averne film così, oggi. Speriamo che Sniper 5 sia a quel livello.

    p.s.
    @Schiaffi, ma Bin Laden lo hanno preso DOPO il film dimmerda di Katryn “trifolacazzi” Bigelow…

  5. @harry: vero, ma pare sia ufficiale che cambieranno il finale in corsa

    Ah, di sicuro non interessa a nessuno, ma martedi’ ero a vedere i Mr Big dal vivo e tra il pubblico dell’area VIP c’era un divertitissimo Brian May. Questo pezzo non l’hanno fatto.

  6. Cleaned

    Mentre il brano “The Boys Are Back in Town” sta sia in Navy Seals che in The Expendables :P

  7. Schiaffi

    @ Harry

    Io ho saputo che la Bigelow avrebbe girato un film sulla morte di Bin Laden a morte reale già avvenuta. Forse mi sono perso qualche passaggio ma il concetto sul “prima” e “adesso” non cambia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.