Crea sito

È questo il film che state cercando? La rece di Star Wars: Episodio VII – Il risveglio della Forza

oodg0i8t9lmllgwf2mtk

L’hanno fatto.

Un capolavoro? Ma va’. Un film perfetto? Manco per scherzo. Una nuova storia qualitativamente all’altezza dei (tre) Episodi precedenti? No, no, no.

Un sequel di Star Wars – Episodio VI: Il ritorno dello Jedi? Sì cazzo, e finalmente.

Tutte quelle storie sui set polverosi e gli effetti speciali pratici e il ritorno alle origini, Lucas che s’incazza perché «è esattamente il film che i fan si aspettano», Harrison Ford, Carrie Fisher e il mistero di Mark Hamill che non compare sul poster e forse è diventato cattivo ma che cosa dite il cattivo è un altro? Tutto vero, con una bella passata di mezzi tecnici finalmente sfruttati a dovere nella saga e di belle idee e suggerimenti per il futuro e per gli altri sequel che inevitabilmente aspetteremo con identica fotta.

1-JJKathy-NO-LOGO

E, che ci crediate o no, viene fuori che questa scena è davvero figa.

Perché se Star Wars era la visione di un tizio appassionato di film giapponesi, western, commedie romantiche e soap, innestata su un impianto che mischiava gli unici due generi rimasti fuori dal pastone cioè la sci-fi e il fantasy, Episodio VII è la visione di un tizio appassionato di Star Wars, al quale hanno affidato – primo esempio della storia di showrunner prestato al cinema, credo – il compito di rilanciare l’universo che ama facendo contenti i vecchi fan, gli ex fan delusi, i nuovi fan, recuperando sufficienti elementi dai film di quarant’anni fa per rispettare il marketing che ha sbandierato un ritorno alle origini fin dall’inizio, introducendone di nuovi a sufficienza da lasciare la gente incuriosita e vagamente insoddisfatta. Un pasticcio di equilibrismo che fa sembrare quello che ha dovuto fare Whedon con Avengers uno schema di parole crociate facilitate già mezzo riempito dalla nonna Maria, nel quale Abrams si è districato con una certa goffaggine ma portando a casa un risultato che, in prospettiva futura, è quasi eccezionale.

Voglio dire che quando è finito l’opening crawl dorato che spiega che (immagino sia il primo SPOILER) Luke Skywalker è scomparso, con lui gli Jedi sono spariti dalla circolazione e dalle ceneri dell’Impero è sorto il superfascio Nuovo Ordine, che c’è un robottino con una mappa che porta fino a Luke e che stiamo per conoscere gente che apparentemente non c’entra nulla con il Grande Schema delle Cose e che passerà le successive due ore ad andare alla ricerca del proprio posto nel mondo, il tempo si è fermato, ho ripensato al 1999, a questo e al fatto che nelle prime tre righe comparivano le parole “taxation” e “trade routes”, ho sorriso e mi sono messo comodo.

«Comunque vada» mi sono detto «è già un successo». SIGLA!

Nel 1977, Tonight’s The Night di Rod Stewart stava in testa alle classifiche americane, JJ Abrams aveva 11 anni e Una nuova speranza (al tempo semplicemente Guerre stellari) usciva al cinema. Lo shock di quella prima visione si deve essere bruciato irrimediabilmente nel cervelletto del regista di Episodio VII, che, immagino io, è da allora che aspetta di avere abbastanza soldi e mezzi tecnici adeguati per portare finalmente a compimento l’idea geniale e imperfetta di Lucas.

Quasi quarant’anni dopo i paperdollari di Disney hanno fatto il resto: potessimo eliminare ogni accenno di trama e concentrarci solo su quello che si vede, su come queste guerre stellari vengono messe in scena, ci troveremmo di fronte a un’esperienza ai limiti del sublime. Non ho remore a eleggere la scena di apertura, il primo inseguimento ai danni dei protagonisti e l’ultima, grande battaglia del film tra le sequenze migliori dell’intera saga e tra le più belle mai viste in un’opera di queste dimensioni. Ci sono campi lunghi e campi lunghissimi e paesaggi alieni e relitti immensi (la versione Lucas del vecchio West, qui con molti più soldi) che sorpassano per puro impatto la maggior parte di quanto visto in tutti i kolossal sci-fi degli anni Duemila. Se la vostra più grande preoccupazione era trovarvi di fronte a un’altra sciacquatura di piatti digitale, tutta superfici lucide e texture uniformi e noia, Episodio VII vi commuoverà.

Screen shot 2015-12-19 at 5.45.58 PM

Che poi, il punto è tutto qui: per quale motivo, veramente, andrete al cinema a vedere Star Wars?

Perché siete dei vecchi nostalgici che sperano di vedere i propri eroi tornare in azione? Vi divertirete – più o meno dipende da qual è il vostro rapporto con le strizzate d’occhio e il meta-umorismo e il citazionismo che sta ormai a questi anni ’10 come il pelo stava ai porno anni ’70. Harrison Ford e Carrie Fisher hanno una sorprendente voglia di spaccare culi, e anche (questo credo sia il secondo SPOILER) Mark Hamill gronda carisma nei pochi secondi in cui si degna di mostrarsi, promettendo grandi cose per i prossimi Episodi.

Oppure andrete al cinema perché siete fan scaltri ed esigenti, che aspettano Abrams al varco per potergli rinfacciare che non ha innovato abbastanza, o che ha innovato male, o che non ha idee, o che ce le ha sbagliate? Le sequenze iniziali, quelle che più di tutte fanno realmente credere di poter essere di fronte a un capolavoro (non sarà così, in fin dei conti, ma è OK), contengono una tale quantità di tocchi sovversivi e arguti da mettervi a tacere, voi e il vostro senso critico. Lasciatelo in soffitta e tiratelo fuori il giorno dopo, quando ci starete ripensando a mente fredda: alcune cose vi faranno indubbiamente incazzare, ma almeno vi sarete goduti il viaggio.

Il punto è che Abrams e Kasdan, dovendo conciliare così tanti elementi e interessi sostanzialmente impossibili da far convivere, scelgono di giocarsela facile quando si tratta di dare uno scheletro narrativo a questo colosso. Prendono la sceneggiatura di Episodio IV, cambiano un po’ di nomi, ci innestano un paio di soluzioni prese a prestito da Episodio V e VI e lentamente, studiatamente, ripercorrono le orme di quel film che nel 1977 cambiò la storia, rivisitandone personaggi, luoghi e idee senza alcuna vergogna. Nel frattempo, quasi in silenzio, aggiornano alcuni di questi elementi e ne seppelliscono per sempre altri. Guardare Episodio VII è come guardare la metamorfosi di un bruco, tagliata bruscamente nel momento in cui sta finalmente per mostrarsi come farfalla. È un’esperienza ricca di speranza e a tratti tediosa – mi sorprende dirlo, ma spesso, durante le scene che coinvolgevano il #teamvecchi, mi sono ritrovato a sperare che finissero in fretta e che potessimo tornare a scoprire cose nuove sui personaggi nuovi e vivere con loro avventure nuove invece che sentire Han Solo che ci spiega un’altra volta che il Millennium Falcon ha fatto la rotta di Kessel eccetera.

La carenza di immagini ufficiali di questo film mi obbliga a regalarvi una roba che potrebbe o non potrebbe essere un'orrenda shoppata.

La carenza di immagini ufficiali di questo film mi obbliga a regalarvi una roba che potrebbe o non potrebbe essere un’orrenda shoppata.

Siamo purtroppo arrivati a un punto in cui vi ho detto più o meno tutto quello che posso dirvi senza raccontarvi il film, e per quanto io possa dare per scontato che lo abbiate tutti quanti già visto mi sembra comunque doveroso tracciare qui sotto la linea dello SPOILER, sotto la quale vi avventurate a vostro rischio e pericolo perché non mi risparmierò in alcun modo dal rovinare anche le sorprese più clamorose.

Vi presento la linea dello spoiler:

resize

OK, cominciamo?

Possiamo affermare con una certa sicurezza, almeno credo, che Episodio VII sia un reboot di Episodio IV. Circola questa roba sull’interwebs, alla quale uno potrebbe anche replicare con quest’altra roba e citando il solito Joseph Campbell e il viaggio dell’eroe e le funzioni di Propp. La verità è che non è tanto un problema di replicare gli archetipi – che anzi, poi ne discuto meglio, a volte vengono sovvertiti in maniera deliziosa –, quanto le soluzioni narrative spicciole. Il pianeta che è anche un’arma per distruggere altri pianeti, disattivare gli scudi per facilitare l’arrivo della cavalleria, il dualismo tra il cattivo con i superpoteri e il cattivo militare nell’animo, i droidi come comic relief, le precipitose fughe dai pianeti a bordo del Millennium Falcon…

L’amico Darth l’ha descritto come una “cover band di Star Wars che fa un medley a volume basso al matrimonio di un amico” e non ha tutti i torti, soprattutto in quei momenti in cui, pur di replicare il meccanismo che aveva funzionato al tempo, Abrams e Kasdan gettano il buonsenso e la consistenza narrativa dalla finestra – la spada laser nascosta nello scrigno delle meraviglie nella cantina della vecchia saggia aliena? Davvero? Per quanto ambientata in una delle location più originali e bizzarre del film, quella sequenza e quelle che le stanno intorno sono il pasticcio peggiore del film, il momento in cui la storia inciampa su se stessa mentre fa la corsa a rimettersi in pari con le scadenze dopo aver indugiato a lungo sui nuovi arrivi e averceli fatti vedere in azione in tutte le salse. È tornata la Forza! Gli Jedi esistono davvero! I fascisti sono supercattivissimi e compiono genocidi! Dobbiamo ritrovare Luke! Chiamiamo anche Leia che rimettiamo insieme tutto il gruppo! Ora andiamo da Granny MacGuffin a trovare la spada laser! Il cattivo l’abbiamo già visto quindi ora dobbiamo cominciare a far picchiare tutti!

57313e38-07b7-48b9-99ac-6c5c811d5f68-2060x1236

Cattivi!

È un peccato che a causa di tutta questa fretta il secondo atto di Episodio VII sia un pastone, un vortice di idee vecchie e nuove che si inseguono e si scontrano e fanno a gara per farsi notare e una volta arrivati al climax non si è del tutto sicuri di cosa sia successo, ma poco importa perché la ricompensa è più che adeguata, il finale eccezionale e la curiosità sul futuro immensa. È un peccato perché, a modo loro, le tre/quattro nuove leve sono la cosa migliore del film e meritavano di essere tirate in mezzo all’azione con un po’ più di grazia.

Daisy Ridley, che è l’effettiva protagonista del film e molto probabilmente dei due successivi, è ragionevolmente scarsa quando deve trasmettere emozioni diverse dal “ti spacco il culo” ma è per il resto assolutamente perfetta. Un mix tra la Keira Knightley dei primordi e una Winona Ryder più incazzata, oscilla costantemente tra uno stato di badassness assoluta e la vulnerabilità di un cerbiatto. È figlia di qualcuno di importante (io sostengo Luke, altri mi suggeriscono Leia, staremo a vedere) e scopre di poter controllare la Forza in più o meno trentadue secondi: un modo un po’ frettoloso per farla passare da “la protagonista femmina” a “il futuro essere più potente della galassia”, ma per fortuna ora che siamo arrivati lì Abrams le ha già dato abbastanza spazio per ritagliarsi una personalità e un passato interessante (e ovviamente misterioso, altrimenti non sarebbe Star Wars).

Star-Wars-countdown--bo-staff_article_story_large

Lei è tipo superpucci.

John Boyega è uno spettacolo e il mio essere vivente preferito della galassia per le prossime tre settimane almeno. Si vede che è un fan ultra-entusiasta ai limiti dell’overacting, si vede che ha personalità, talento e tempi comici e il modo in cui è scritto – il soldato di buon cuore che abbandona il regime perché odia ammazzare gli innocenti ma sogna di essere considerato un eroe se non fosse sotto sotto un po’ un fifone che prova a sopprimere il sentimento perché vuole che gli altri guardino a lui come a un modello – è uno dei tocchi da maestro di Episodio VII, uno di quegli elementi che meritano di essere consegnati ai posteri.

tumblr_nn6to1uEYn1qdw4dpo1_250

Adam Driver farà discutere in Italia molto più che nel resto del mondo, a meno che anche da qualche altra parte abbiano deciso di far doppiare il supercattivo incazzosissimo potentissimo con il vocione baritonale da un preadolescente che non ha ancora manco i peli sul pube. Il suo personaggio è la metafora perfetta di come Abrams ha affrontato Episodio VII: nell’ombra di chi lo ha preceduto, con l’esplicito sogno di replicarne le imprese e magari – ma sempre con rispetto – superarle. Avete presente quella scena del trailer (succ.: del film) con il tizio vestito di nero che guarda la maschera devastata di Vader e dice «proseguirò quello che hai cominciato»? Ecco, la maschera è Lucas e quel tizio vestito di nero è Abrams, ma è anche Kylo Ren, il Sith (si chiameranno ancora così?) arrogante e insicuro, tentato dal lato luminoso della Forza, incapace di ammettere la sconfitta, in una parola tormentato. Quando Vader dava un ordine e quest’ordine non veniva eseguito, Vader stava fermo immobile e faceva una paura fottuta solo a essere lì. Quando un ordine di Kylo Ren va a puttane, Kylo Ren sfodera la spada laser e SPACCA TUTTO IL MOBILIO.

(il fatto che il suo mentore sia un’enorme proiezione olografica con dentro Andy Serkis e la sua magica tutina probabilmente non lo aiuta: non so come vorranno sviluppare la figura del nuovo Palpatine, ma quello che si vede un Episodio VII è un antipasto piuttosto scoraggiante)

L'armatura però è figa.

L’armatura però è figa.

Infine c’è Oscar Isaac nei panni di Assolutamente Non Han Solo, il miglior pilota della Resistenza tutto fascino e battute sarcastiche e onestamente per come viene trattato (cioè: fatto sparire dal film e convenientemente recuperato per la battaglia finale) non è chiaro se vogliano svilupparlo ulteriormente o se si sarà sempre condannato a questo sotto-ruolo di supporto. La concomitante presenza di Han Solo può avere effettivamente pesato sul risultato finale, e credo che Oscar Isaac possa ben sperare per il futuro visto che Harrison Ford è finalmente riuscito nell’impresa che aveva già tentato negli anni ’80, e cioè quella di farsi ammazzare.

Proprio la sua morte marca per me il momento in cui Episodio VII smette definitivamente di essere una cover di Episodio IV e diventa un film e una finestra sul futuro. Sfortunatamente accade tutto a pochi minuti dalla fine e lo slancio viene stroncato proprio quando, smessa definitivamente la crisalide, il film poteva cominciare a respirare e a crescere. Che abbiano permesso ad Abrams di far morire Han Solo e di depotenziare Luke Skywalker al ruolo di nuovo Yoda che ricoprirà in Episodio VIII (salvo poi morire dolcemente all’inizio di Episodio IX) è, secondo me, il segnale più forte a favore della Mozione Una Nuova Speranza – che non è più quella con cui è cominciato tutto ma quella che i vari Rian Johnson e Gareth Edwards e Lord&Miller possano far esplodere questo nuovo universo e tornare a farci accostare le parole “Star”, “Wars” e “capolavoro”.

Per ora, mi limito a ringraziare Abrams e Kasdan per averci regalato quantomeno qualche altro anno di illusioni, oltre a un paio d’ore di intrattenimento raffazzonato ma divertente e ad alcune nuove, bellissime e scintillanti “cose di Star Wars“.

Diciamo che il pilot mi ha comprato, ecco.

is-this-the-origin-of-star-wars-7-s-kylo-ren-kylo-ren-403380

DVD-quote suggerita:

«FINALMENTE DOPO 32 ANNI IL TANTO ATTESO SEQUEL DELLA TRILOGIA CHE HA FATTO INNAMORARE IL MONDO!»

IMDb | Trailer

P.S. spero non sia sfuggito a nessuno l’ironia insita nel fatto che la trama del film si può riassumere in “questo è il droide che state cercando”.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , ,

461 Commenti

  1. Rocco Riffredi

    Spoiler.

    Finn è Gay? Ho rivisto il film, e ci sono un paio di battute abbastanza inequivocabili.

    • Mmmh tipo?

    • Rocco Riffredi

      Dentro il Millenium Falcon quando chiede alla tipa perché vuole tornare sul pianeta.

      “Ma perché volete tornare tutti lì?!?! Hai mica un fidanzato? Carino magari?”

    • Giowgio

      Secondo me sta indagando per capire se lei ha già una spada laser da maneggiare *wink wink nudge nudge*

    • Rigor Mortis

      A me è sembrato un film mediocre, va poco oltre la sufficienza, con troppe cose scopiazzate e riciclate dal primo film della trilogia classica, addirittura l’arma finale solo più grossa (e che spara a N anni luce di distanza, almeno il ferrovecchio precedente ci doveva arrivare al pianeta).
      E pure troppo frenetico, non c’è un momento di pausa tra i personaggi, un momento come quello tra Han, Obi e Luke che si esercita, o pause riflessive per dare spazio ai personaggi, alcuni anonimi e sprecatissimi. Poi può pure piacere, piacciono certe cacate astrali come Avatar…

  2. jax

    Visto ieri in italiano (doppiaggio da cani, Driver ha proprio un’altra voce). Dopo averlo lasciato sedimentare un po’ devo dire che mi è piaciuto. Si ritorna a casa e le sequenze su Jakku sono veramente splendide….è il necessario compromesso per ri allacciare i nodi con il passato, con tutti i difetti del caso. Devo dire che i nuovi personaggi mi son piaciuti veramente tanto, specialmente Kylo Ren (e anche il suo amichetto generale ragazzino) e Finn. Pollice verso invece per il leader supremo.

  3. Ruper Tevere

    Film adatto ai bambini: dove eroi adulti e maturi si comportano come cavalieri senza macchia e senza paura, esprimendo valori alti e l’intera storia ha un valore didascalico. Non hanno parolacce e non trattano di temi triviali e bassi quali il sesso (eh sì, il sesso è un tema basso, anche se pare il perno della nostra annoiata società ormai).
    Film per bambini: dove protagonisti con fattezze da adulti si comportano come bambini.

    Ora, non sarà una definizione precisa ma rende l’idea. Nel primo caso, i bambini capiscono magari 1/3 del film, che però è la parte più importante, e restano affascinati da ciò che non capiscono (il mistero del mondo adulto). Nel secondo, capiscono tutto e, una volta cresciuti, non trovano affatto interessante il film.

  4. galbaccio

    visto oggi e ne sono rimasto abbastanza deluso.
    son d’accordo, alcune scene sono fighissime e visivamente impeccabili (si gode come ricci) e mi è chiara pure la difficoltà di fare un film di raccordo del genere, ma non mi hanno convinto molte scelte di sceneggiatura che mi hanno funestato la fotta durante la visione.
    in generale il problema è la sbrigativita’ (sciatteria?) con cui vengono gestiti tutti o quasi gli elementi di raccordo tra una situazione e l’altra o nelle relazioni tra un personaggio e l’altro.
    è una corsa ad ostacoli a tutta velocità e gli ostacoli spesso invece che saltarli li si tira giù dritto per dritto con una conseguente crescente esplosione di maccosa.
    ma la cosa di cui davvero non mi capacito è il perché fosse necessario per far ripartire la saga, non paghi del rischio e della difficoltà di voler riproporre in modo sensato i vecchi ingombrantissimi personaggi (cosa che in se’ ho apprezzato), il fatto di avere ricalcato pedissequamente alcuni elementi cardine della storyline dell’episodio 4.
    che bisogno c’era di aggiungere al già visto il gia’ visto? in quei momenti mi ha fatto sentire come uno a cui non era destinato il film. tipo quando i miei nipoti mi dicono “senti zio, senti che figo sto pezzo!” e ti becchi il remix paro paro co solo la base mezza accelerata di una disco anni 70.
    secondo me potevano benissimo scrivere qualcosa di nuovo, cioè c’è un limite al citazionismo e io la necessità del reboot in questo caso proprio non la comprendo (tanto che pure hannsolo lo dice senza mezzi termini “vabbè si è come la morte nera, solo più grande!)
    capitolo a parte i nuovi personaggi. mi sta bene tutto per carità, ok le moderne eroine sono sempre alla hunger games, ma pure il figlio di hannsolo mi sta bene, ma ecco il negretto no dai, per favore. chiariamoci non è neanche male in se ma insomma solo io non sono riuscito fin dalle prime sequenze in cui appare a togliermi di testa balle spaziali? mi è stato del tutto e impossibile prenderlo sul serio (ma qui mi rendo conto che possa essere un problema solo mio)

  5. Gianmaria a Volontà

    La mia percezione è che gli incassi in America derivino da un delirio da Guerre Stellari, per così dire. Ci vanno a prescindere, soprattutto per oscurare i prequels. Pensare a questo scenario, mi fa aver paura di questo popolo…. Anche perché nel resto del mondo è’ sì’ un successo con ottimi risultati, ma non da pazzia. Da noi poi c’è il rischio che venga distrutto dal nuovo Zalone movie. Le recensioni Yankee lo difendono a prescindere, basta dare merda a Lucas. Poco rispetto per il regista, solo perché non ha fatto Episode IV 2.0 come Gigietto Abrams. il film va 1000 allora ci si ritrova alla fine senza essersi soffermati su nessun personaggio. Damerino Poe si vede all’inizio e alla fine e boh, chi è’? Finn in due secondi si pente di essere un soldato e viene sballottato in 100 situazioni. Rey, vive nel deserto, lontano da tutto e tutti, ma cazzo, è’ un genio in ogni situazione. Mi fermo qui. Topolino del cazzo ha vinto……..

    • Lenny Nero

      Che analisi lucida.
      Cosa sei, anche te un altro che è salito sul carrozzone della rivalutazione della seconda trilogia guidato da Recchioni?
      Certo, Lucas era mosso unicamente dal sacro fuoco dell’arte mentre Disney vuole solo i soldi. Certo.
      Merda che sconforto

    • Gianmaria a Volontà

      Figurati, tutti sono mossi dai soldi, per carità. Topolino però me lo ha distrutto con tutta sta pubblicità…..batterie,auto, preservativi laser. Non ti sembra smaccatamente improntato a recuperare i soldoni che ha speso e che ha sganciato a Lucas? Che lui sia un cazzone che adesso piange per come gli hanno trasformato la creatura, nessuno lo obietta. Ci aspettano anni di indigestione da guerre stellari……. E non è’ un bene secondo me.

    • Lenny Nero

      E’ solamente improntato a recuperare i soldi e a farne altri sfruttando un marchio di successo che non era sfruttato a dovere. Le stesse motivazioni di tutti i produttori di cinema del mondo. Nessuno fa cinema per filantropia. Se però nell’intento di fare soldi produci un film d’avventura coi controcazzi bene, se produci degli aborti come i film della seconda trilogia, va un po’ meno bene. Certo il rischio saturazione (un po’ quello che sta succedendo coi supereroi) è alto ma nessuno mi costringe ad entrare in sala, possono fare tutta la pubblicità che vogliono, se di una roba non mi frega un cazzo al cinema non ci vado. Non è che la troppa pubblicità influisce sul valore del film, al massimo può influire sulle aspettative, se è ingannevole, ma questo è un altro discorso. Comunque, io ad esempio non è che impazzissi all’idea degli spin off, ma da quando è salito a bordo Edwards, sono trapelati cast e sinossi di Rogue One e si parla di roba alla Hamburger Hill nello spazio, già il sottopalla mi formicola, poi si vedrà.

  6. ryomare nagare

    Alla fine della proiezione sono rimasto molto deluso, per quanto ‘citazionista’ la prima parte mi aveva divertito ed incoraggiato per un buon proseguimento.
    Poi è arrivata la seconda parte totalmente ‘disneyana’ a semplificare ed appiattire quanto più possibile e le mie speranze si sono liquefatte.
    Incredibile poi rendermi conto che da appassionato di ep III, IV e V abbia trovato Carrie Fischer ed Harrison Ford assai fuori tempo massimo; non mi hanno trasmesso alcuna emozione e questo mi rattrista alquanto.

    • ryomare nagare

      Molto rimbambito anche…
      …volevo dire ep. IV, V e VI.

    • Fra

      Si, anche a me i due terzi, sono piaciuti molto. Poi dopo la battaglia fuori dalla taverna ho avuto qualche perplessità.
      Non ho capito cosa intendi per seconda parte totalmente “disneyana”. Comunque a me ha dato un po fastidio allora si, il fatto che non si citasse più ma ci si mettesse a rifare le situazioni del film del 77 e dell’ 80 anche se in maniera diversa. Poi la situazione politica buttata alla kaiser. Bah!
      Riguardo Ford e la Fisher anche a me effettivamente non mi hanno trasmesso più di tanto. Con tutto il rispetto per lei, ma poteva sforzarsi di più. Boh!

  7. Snake Pleasekillme

    Dopo 15 giorni di affinamento e visioni multiple finalmente spero di aver centrato i punti in sospeso e le grandi domande.
    Posso esporle? Posso?
    Ok, grazie.

    Poi vabbè mi piacerebbe anche un bel confronto, quindi che nessuno si faccia problemi a farsi sotto per smontare la mia teoria!

    Inziamo da Snoke.
    Facile, è Darth Plagueis, il maesto di Palpatine. Quello che ha studiato la Forza per piegare a suo volere la vita e la morte (cioè il potere che Palpatine sbandiera ad Anakin con la promessa di riportare in vita Padme e a cui lui abboccherà come un fesso; infatti Plagueis non l’ha rivelato al suo discepolo… mica scemo).
    Sidious lo affronta e lo uccide prima di essere nominato gran cancelliere. Nella lotta Plagueis viene ferito alla mascella ed infatti lo vediamo così nell’ologramma (è un Muun, uno della casta dei banchieri); solo che ha raggiunto una sorta di immortalità.

    Poi c’è Rey.
    Secondo la mia teoria è la seconda figlia di Han e Leia, nata quando Kylo (Ben) era già stato mandato in apprendistato da zio Luke.
    Rey non lo sa, Kylo non lo sa, lo sanno tutti ma non glielo dicono.
    Perchè? Perchè probabilmente c’è un piano più grande per lei.

    E questo ci posrta a Kylo.
    Su questo sono sicuro, Kylo ha il compito di uccidere l’ultimo Sith (Plagueis) da DENTRO l’organizzazione e per farlo ha dovuto abbracciare il lato oscuro.
    Gli mancano 2 cose: scoprire dov’è Snoke ed essere abbastanza potente per sconfiggerlo; ricordiamo che Plagueis è praticamente immortale…
    Questo potere potrebbe arrivare con l’unione del lato oscuro e di quello chiaro.
    Che Kylo cerchi Luke per convincerlo di questa teoria? E che poi magari scopra che Rey è l’elemento perfetto per questo piano?
    Il tutto avebbe ancora più senso se fosse vero che Rey è effettivamente sua sorella e che magari Luke avesse già avuto visioni di quello che succederà. D’altronde Luke sembra poprio essere il grande burattinaio dietro la gran parte di quello che succede nel film o che è successo nel vicino passato.

    La teoria l’ho scritta qui in fretta tralasciando le decine e decine di esempi che corroborano la tesi ma in caso non mi tiro sicuramente indetro a spiegarli nel particolare.

    Che ne pensate?

    • Toni Già

      Minchia ma sei uno degli sceneggiatori? Praticamente hai rivelato i prox 2 sequel.
      Però magari ti sbagli perchè tanti erano convinti che KR fosse in realtà Luke e si sbagliavano.
      Se qualcuno della produzione legge qui ed effettivamente hai ragione cambieranno in fast&furious tutta la storia.

  8. Rocco Alano

    E se Rei fosse la figlia di quel vecchio porco di obi Wan?

  9. Rocco Alano

    Comunque, per i detrattori di questo episodio 7, l’argomento che pone fine ad ogni discussione è : ha fatto incazzare Lucas- ergo è un film pienamente riuscito!

  10. Zen My Ass

    Dovro’ aspettare il 9 gennaio per vederlo, purtroppo, ma a giudicare dagli incassi (solo quelli domestic), in America stanno impazzando di brutto: in 14 giorni di programmazione, ha superato Jurassic Word (finora migliore incasso del 2015), fermo a 652M e da qui a una settimana si mangia pure Avatar. Si parla di un Miliardo solo per il Nord America.

    Se l’obiettivo era rilanciare il brand e fare un casino di soldi, beh, ci sono riusciti.

  11. Mitchell88

    Premettendo che, avendo visto star wars in ordine per episodi, ciò che mi ha fatto affezionare a star wars( di cui ormai ho praticamente letto qualsiasi cosa su internet) è stata la vecchia trilogia quindi sono uno particolarmente legato a jedi, sith, forza e spade laser( lo so non odiatemi). Ho visto the force awakens dopo essermi stordito con trailer pubblicità ecc. Devo ammettere che nella prima ora il film funziona alla grande( sono stato particolarmente colpito dai relitti degli incrociatori su jakku) e anche la trama funziona piuttosto bene, pur essendo palesemente un copia e incolla da episodio IV. Inoltre anche i personaggi mi erano sembrati buoni, rey nella sua solitudine, finn con la sua vena un po’ comica e kylo ren che sembra un villain con i controcoglioni( quando ferma il colpo di blaster a mezz’aria ho cominciato ad amarlo) poi da quando entrano nel castello di Maz kanata o come cacchio si chiama il film si sgretola più velocemente della fedeltà dei cloni ai jedi. Da quel momento in poi il film si è trasformato in un insieme di cagate senza ritorno. La spada laser di Anakin che aveva avuto un’ importanza del tutto marginale negli altri film qui si trasforma nell’anello del potere. Poi quando kylo ren si è tolto la maschera volevo morire. Che ne dicano tutti che l’aspetto e la mentalità da sfigato siano voluti è davvero imbarazzante così. A parte il fatto che sembra un deportato da quanto è magro ma( non ho nulla contro adam driver che povero cristo ora si sta beccando le peggio batoste) però un cattivo così sfigato non si è mai visto. Orecchie a sventola, naso adunco e dei capelli laccati perfetti ma dai cazzo. Poi davvero non mi è andata giù( come ho già detto sono un fan dei jedi e quindi mi stanno a cuore le regole che gestiscono la forza) le capacità improvvise di rey e di finn. Che cazzo in ANH obi-wan dice a luke( il figlio del prescelto quindi mica un cretino) di fare attenzione con la spada laser perché rischia di farsi del male, poi qua i due scappati di casa la prendono in mano e diventano spadaccini progetti come se niente fosse, ma dai. Poi quello sfigato di kylo re che si fa battere da sto due pirla che fino a pochi giorni prima manco sapevano dell’esistenza dei jedi. Allora sarà ferito, agitato e tutto quello che vuoi ma non è che tutt a un tratto diventa deficiente. E poi quella furbona della ragazzina che in trenta secondi impara a usare la forza. È arrivata gente che dice ” ma magari è per sottolineare che sarà la più forte mai esistita” no cazzo perché Anakin che era il prescelto della forza quindi nessuno dovrebbe teoricamente essere più forte di lui(lucas ha spiegato in diverse occasioni che perde gli scontri perché tra dooku e obi-wan gli sono stati amputati tutti gli arti oltre ad essersi avvicinato un po’ troppo alla la a su mustafar) dee addestrasti come tutti gli altri per divenire un buon jedi mentre lei pronti via fa subito il culo a tutti ma scherziamo.

    Riassumendo, visto che mi sono dilungato fin troppo, per la prima ora è un buon film dal punto di vista degli effetti speciali e presentazione dei personaggi( la trama è tutta copiata quindi non puoi dargli grande merito) poi diventa uno schifo sempre con trama riciclata ma con aggiunta di parti ridicole e insensate.

    Questo film è inoltre una grandissima paraculata che si regge sulla nostalgia dei vecchi fan e degli effetti speciali che però nel 2015 qualsiasi film di una ricca produzione ha.

    Ho letto nei commenti sopra che kylo ren ha potenzialità più grandi di quelle di darth vader???????? Ma scherziamo kylo ren non merita neanche di stare al cospetto di vader. Da questo parte una delle pecche più grosse del film e cioè c’è non c’è un cattivo serio che metta paura e che sia micidiale e affascinante allo stesso tempo , misterioso e sontuoso come erano quelli degli episodi precedenti.
    Rey che impara la forza in due minuti è scandalosa
    Finn che sa maneggiare la spada ma non è neanche sensibile alla forza e kylo che alla fine fa la figura del pirla

    Che ne vogliae dire tutti gli effetti speciali sono migliori dei precendenti ma è normale ma tutto il resto non regge il confronto con Ep III

    Inoltre non capisco questo odio nei duelli spada laser dei prequel da vedere sono bellissimi un combattimento che sembra una danza con le spade molto più bello visivamente, a parer mio, anche di quelli della trilogia originale.

  12. Simone

    Ma poi, una cosa che nessuno ha notato, la spada laser di Luke non era verde, almeno nel Ritorno dello jedi? Quella azzurra la perde nel secondo film quando Fener gli taglia la mano, no? E allora perché in questo film è di nuovo azzurra?

  13. Mitchell88

    Ma infatti quella è la spada che lune ha perso su bespin( quella che apparteneva ad Anakin) quella verde che ha luke assomiglia a quella di obi-want nella trilogia prequel

  14. Mitchell88

    Il finale di Ep III se lo mangia vivo questo film l’unica cosa su cui puoi fare un paragone sono gli effetti speciali ma, amico caro sono passati 10 anni dalla vendetta dei sith e questi c’hanno i soldi che gli escono dal culo. A parte quando vader urla Noooo quella scena é figa, lo vediamo che spacca tutto con la forza senza muoversi perché è incazzato( kylo sfigoren spacca l’arredamento urlando)

  15. Mitchell88

    Scusate questo commento non doveva stare qui ma dietro ad un altro commento
    Colpa mia sorry

  16. Mitchell88

    Comunque BB-8 bellissimo di un’espressività incredibile

  17. Mitchell88

    Comunque BB-8 bellissimo di un’espressività incredibile
    La distruzione della repubblica qualcosa di imbarazzante li vediamo cinque minuti che esplodono così alla cacchio di cane senza muovere un dito( mentre quel merda del enerale nazista ride. Ariano schifoso che kylo ren doveva uccidere male)

  18. LaCane

    Allora, film visto ieri. Necessito di una seconda visione, ma intanto:
    COSE BELLE
    1. È stata mantenuta una linea di scenografia direttamente collegata a episodio IV V VI ed è stato eliminato il mondo di plastica luccicante tipo Barbie dei primi tre. Si crea un’immediata familiarità con la trilogia con cui sono cresciuto (quella storica). Abbasso i midi-chlorian.
    2. La protagonista: ha fatto quello che doveva fare con dignità recitativa, cosa non successa né con Andersen (bambolotto spaesato e fuori contesto) né con Anakin bambino (per me di un’antipatia senza pari fin dalla prima visione).
    3. Il figlio di Jannacci (è lui, non c’è dubbio): anche alla luce dei tanti commenti letti qui, il personaggio, adolescente arrabbiato con il mondo che cerca la sua strada rifiuta le proprie origini, incespica e sbaglia, anche grossolanamente (ricordiamoci il Luke della prima ora: un tantinello infantile e insicuro con una presenza scenica debolina) alla fine funziona. E, secondo me, non a caso viene sconfitto quando non ha la maschera, icona evocativa ancora troppo ingombrante per la sua immaturità. Comunque, maschera e abito: FIGATA.
    4. Per quanto ingombranti, Chube e Solo mi hanno aperto il cuore. No comment su Leia, vecchia cattedrale ristrutturata dal botox. Anche no.
    5. Il blaster fermato a mezz’aria e lo scontro nella foresta innevata resteranno come scene cult.
    6. Il nuovo design della spada di Kylo, che evoca avventure crociate, mi piace assai. Un po’ spocchiosa come lui. Per certi versi Jannacci junior mi ha ricordato il principe fuggitivo e rinnegato del Regno del fuoco nell’ ultimo dominatore dell’aria… e ho detto tutto…ma lo salvo comunque, perché il ragazzo darà grandi soddisfazioni. A questo proposito sposo in pieno, e gli consegno l’Oscar per la sceneggiatura, la tesi di Snake Pleasekillme (amo Carpenter) e sono convinto che sia ora di una integrazione fra lato oscuro e lato luminoso al fine di permettere un salto evolutivo dell’epica di fondo di Star wars: dobbiamo uscire dal solito confronto manicheo bianco/nero bene/male e spingerci oltre. L’ipotesi di Snake è in poche parole non solo una figata pazzesca ma un coup de théàtre magistrale, capace di restituire linfa vitale all’intera saga. SPERIAMO BENE

    QUESTIONI APERTE
    1. La velocità eccessiva con cui i passaggi logici sono avvenuti.
    2. In alcuni momenti mi sono sentito fuori target (viaggio sui 40): sembra che la mia età non esista, nemmeno tra gli alti gerarchi del primo ordine, effettivamente dei ragazzetti (rimpiango Peter Cushing per intenderci).
    3. Ho un grosso punto di domanda su Finn: è presente fin dall’inizio, gli viene concesso l’utilizzo di una spada laser, anche se formalmente non avrebbe gli attributi per utilizzarla, il lato oscuro si accorge di lui e dei suoi tentennamenti (Kylo precepisce qualcosa quando sta per risalire sull’astronave). E, per quanto in modo goffo, incrocia la lama con Kylo, appunto, e pur senza speranza di vincere lo tiene impegnato . Questi sono privilegi che, spero, non sono stati concessi ad cazzum, ma parlano di una storia che si deve ancora dischiudere. Fra l’altro potrebbe accadere, visto il menage casto e puro fra lui e Rey, che si scopra un’affinità di tipo fraterno (Luke e Leia docent). La butto là: che sia lui in fondo il futuro discepolo di Luke?
    4. La conoscenza della Forza di Rey: indubbiamente il tutto è avvenuto troppo velocemente, ma sappiamo troppo poco di lei (e se fosse stata addestrata da piccola ma lei non ne ha ricordo? Ok, qui andiamo nella fantascienza, ma se non lo facciamo qui…). C’è comunque un passaggio, una scena, quella dell’addestramento all’arte dell’occlumanzia (Harry Potter se ci sei batti un colpo) in cui Kylo, involontariamente, risveglia in lei la capacità di usare la Forza per piegare e sondare la mente altrui. Ciò spiegherebbe, pur se in modo debole, la scena successiva della liberazione indotta.

    In ultima analisi, pur con tutte le pecche già da voi ampiamente descritte (in alcuni passaggi del film anch’io mi sono annoiato, soprattutto durante alcune battaglie), questo film mi ha mosso qualcosa dentro che non mi molla (cosa che NON È ASSOLUTAMENTE successa con episodio I II III, che sono stati come la scoperta dell’inesistenza di Babbo Natale), e credo che, come per i vini, con il passare del tempo il valore di questo primo passo aumenterà progressivamente. Naturalmente dipenderà da quali strade verranno percorse nei prossimi capitoli.
    E CHE LA FORZA SIA CON VOI

    • Zoffolone

      Questioni aperte, punto 3…

      Se non erro Kylo Ren dice a Snoke “C’e’ stato un risveglio” prima che Rey manifestasse qualsivoglia potere jedi… Ma il film l’ho visto solo una volta… attendo l’uscita di qualche cofanetto extended per controllare :P

  19. Gargaros

    Poe Dameron (che nome!) è il nuovo Wedge Antilles, altro che Han. Secondo me sarà uno dei tormentoni della trilogia.

    A me è piaciuto. Alla seconda visione, perché alla prima ne ero uscito quasi disgustato per una serie di buchi che, però, erano ampiamenti coperti da input dati troppo alla svelta (e che quindi mi erano sfuggiti). Non è perfetto, ma è un buon film. Ho apprezzato lo sforzo tecnico “materiale” negli effetti. Ho apprezzato che le scene in CG si mantengano comunque su un livello di accettabilità logica (non quelle merde di sequenze della seconda trilo, dove l’attenzione era costantemente depredata da migliaia di elementi a schermo che non servivano a niente se non a confondere). Ho apprezzato persino che sia un mezzo clone della vecchia trilo.

    Insomma, mi ha soddisfatto. Ora qualche dubbio ce l’ho per il secondo film. Il regista non mi convince granché.

  20. Gargaros

    SPOILER SPOILER SPOILER

    La cosa però che ho apprezzato di più è che finalmente c’è una protagonista femminussa.

    A proposito, Rey maneggia bene una spada (si fa per dire) mica per caso, visto che sul pianete arido ha dovuto combattere parecchie volte e si è impratichita col bastone. Secondo voi perché quel predatore di rottami non insiste nel volersi portare BB dopo che Rey gli dice no? Secondo me perché in qualche evento passato Rey lo ha fraccato di botte e non vuole ripetere l’esperienza: meglio mollare BB piuttosto che far innervosire Rey…

    Il fatto che impari presto le vie della Forza? In tutto il film viene fatto capire che è potentissima! Lo dice pure kylo! Cioè, Rey è un fenomeno. Non basta questo a spiegare la sua veloce comprensione sulla Forza? A me sì.

    • Mabbbastaaaaa

      Il commento più ridicolo tra tutti quelli che ho letto sull’episodio fregnaccia in questione, in ogni angolo del web.
      Ok che è un prodotto Disney ma farsi bastare 3 frasi banali, stile fumetto di Paperino, per spiegare la base del tutto, cioè la Forza e il suo Lato Oscuro,
      significa accettare qualsiasi cialtronata a livello di sceneggiatura da qui all’eternità.
      A questo punto basterebbe dire che la tua unica pretesa è vedere una gran bella patonza circondata da maschera cattiva, spada laser, qualche astronave e qualche esplosione buttata a casaccio, per osannare il brand.
      Concetto cerebralmente abbastanza limitato e limitante.

  21. The Bang Bang Theory

    Visto e non dispiaciuto, anche se piaciuto è una parola grossa.
    Come altri, dico che inizia bene, con una buona prima parte, per poi finire in vacca.
    Diversamente da altri, non trovo così strano che Finn e Rey siano in grado di maneggiare una spada laser. Innanzitutto, chiunque può maneggiare una spada laser, non serve essere Jedi o apprendista tale: è uno strumento come un altro, per nulla legato all’uso della forza. Gli Jedi lo usano per tradizione e per rituale, ritenendo i fulminatori assai poco eleganti ed imprecisi. Punto.
    Poi, per quanto riguarda le effettive abilità dei due protagonisti, davvero non capisco chi dice che non sono addestrati:
    Finn stesso ci rivela che gli stormtrooper ricevono un addestramento militare fin da bambini e il combattimento all’ arma bianca (laser e non) non può non farne parte. Viene anche egregiamente sottolineato dallo scontro tra Finn e lo stormtrooper con il bastone tonfa elettrico (che fa molto celerino 2.0). Questi soldati sono addestrati. In più, non sappiamo se davvero Finn è non-dotato per la forza: Kilo è conscio di lui, per qualche motivo. Forse lo stesso motivo che ha fatto sì che una quindicina d’anni di lavaggio del cervello non facessero effetto al momento di sparare sugli inermi.
    Rey: Rey è una donna che vive su di un pianeta desertico, ostile e dalle risorse limitate, ove vige piuttosto chiaramente la legge del più forte, ma non la troviamo nè schiava nè timorosa di nulla, al punto di abitare sola in un luogo isolato. Già questo ci dice che si sa difendere, ma, per rendere più chiaro il concetto, c’è la scena dello scontro al mercato, quando Finn la vede per la prima volta e fa per correre in suo aiuto, ma si rende conto che chi ha bisogno di aiuto sono gli aggressori.
    Non mi disturba neppure che Rey sia tanto brava come meccanico: per sopravvivere smonta e rivende pezzi di motori interstellari, mi stupirei se non sapesse dove mettere le mani.
    Per contro, anche io trovo fastidioso che la forza venga sminuita a MacGuffin della situazione. Accetto che Rey, essendo un portento naturale, possa opporsi a Kylo, ma il controllo mentale no.
    Del resto del film non parlo neanche, come ho detto JJ l’ha buttata in vacca come il suo solito.
    Ah, a chi dice “magari nei prossimi film me lo spiegano”: no. Se non sei capace di fare un lavoro compiuto in due ore di film, cambi mestiere. Non è il Signore degli anelli, che effettivamente partiva da uno script così esteso che ridurre tutto in due ore non era possibile; qui si tratta di tre film ancora da sceneggiare: fai bene il tuo lavoro e dammi tre film completi ma concatenati.
    Ti concedo al massimo un finale aperto in uno dei primi due.

  22. The Bang Bang Theory

    Se sto ripetendo cose dette da altri, mi scuso, ma ad una certa ho smesso di leggere i commenti…

  23. Mitchell88

    Sono stufo, ma proprio stufo, di sentire la gente che dice “ma magari è così” ” ma magari è cosà” ” guarda che lo spiegano nel prossimo film” NONONONO no cazzo non me lo spiegano nel prossimo film non aspetto due anni per vedere se magari rimediano alle stronzate del film precedente, non lo accetto. Non capisco perché qualsiasi episodio delle altre trilogie, non solo di star wars, possa essere visto come un film a se stante( anche la compagnia dell’anello può essere visto come film unico perché anche se sospende la trama ti spiega tutti gli aspetti del film e dei personaggi, niente è lasciato al caso). In questo film, che come ho già detto per la prima ora è molto valido se si chiude un occhio sui parallelismi, non si spiega un cazzo, non si spiega perché kylo nella seconda metà del film rincretinisce non si spiega come mai rey è la nero dell’ultima ora che sa il trucco mentale a caso e come mai il nero tiene in mano la spada laser da Figo e con l’altra jedigirl fa il culo quadro a kylo ren. Poi la roba dell’addestramento all’arma bianca per finn no perché lui stesso nel film dice c’è l’unica arma che ha mai usato è il blaster quindi non può sapere come maneggiare la spada laser contro un jedi oscuro

    @the bang bang theory la spada laser è un oggetto per chiunque????? Falsissimo in tutti i siti informativi di star wars la spada laser viene indicata come strumento molto pericolo per l’utilizzatore se egli è inesperto infatti solo l’impugnatura ha una massa determinabile, mentre la lama, che è un effettivo fascio di luce, non ha massa e ciò implica un addestramento per saper gestire la lama di cui altrimenti è difficile individuare la posizione. Inoltre viene detto che il fascio di luce produce un energia di rimbalzo che si ripercuote sull’impugnatura della spada il che può provocare danni in mani inesperte. QUINDI NO. La spada laser non è un’arma per tutti.( e viene anche detto che i fulminatori sono più efficaci per un non utilizzatore della forza ecco perché i jedi non li usano)

    -@gargaros NO non basta che rey sia potentissima perché Anakin, alias prescelto della forza vorrei dire, si deve fare tutti i suoi anni di addestramento Jeri mente lei no e fino a prova contraria lei non può essere più forte di Anakin, nel caso venisse rivelata una cosa del genere impicco gli sceneggiatori del film( anche luke tra l’altro figlio del prescelto si deve fare il suo addestramento). E il combattimento finale okay che rey usava il bastone ma l’altro è un jedi oscuro, non del tutto formato okay, ma comunque un jedi oscuro, dato c’è lui era ferito avrei accettato un simil pareggio con lei in lieve svantaggio ma non che lei lo straccia perché chiude gli occhi e dice “la forza la forza la forza”

    Tra l’atto mi sembra che un una scena del film si vede rey da piccola che guarda i genitori partire quindi sembra improbabile un pre addestramento jedi( magari visto che molti dicono che gli hanno manipolato i ricordi pure quello è falso ma chi può dirlo).

    @Lacane concordo il colpo di blaster bloccato a mezz’aria è troppo Figo

    • Ruper Tevere

      han nell impero colpisce ancora apre la pancia dell animale di luke per mettercelo dentro e non farlo congelare, calciando a tutti i siti

    • The Bang Bang Theory

      Scusa Mitchell88, ma io dei vari siti e sitarelli non ho letto nulla: conosco bene la trilogia classica e ci ho messo quasi quindici anni a dimenticare “la minaccia del bimbominkia” e questo é quanto. In nessuno dei film originali si accenna al fatto che per usare la spada laser “devi” essere jedi.
      In soldoni: non è grazie alla forza che il laser viene mantenuto in forma di spada. E il blaster lo usano tutti perché è più efficace di una spada: hai presente Indiana Jones contro lo spadaccino berbero?

    • The Bang Bang Theory

      Amen

    • The Bang Bang Theory

      Amen, Rupert

    • The Bang Bang Theory

      @mitchell88 riguardo alle armi che saprebbe usare Finn: lui non dice affatto che sa usare solo il blaster (e sarebbe pure ridicolo per uno che viene addestrato da quando era bambino), bensì risponde ad una precisa domanda di Poe Damerin, che gli chiede se ha mai sparato con i cannoncini di un caccia e Finn risponde:-” no, solo il blaster” (circa). E per me questo vuol solo dire che non sa usare le armi di un caccia, essendo fanteria, non che non sappia usare nessun’ altra arma oltre al blaster.
      Fermo restando che i problemi di questo film sono altri.

  24. Mitchell88

    Comunque in star wars VIII ho una gran paura di vedere una scena con lune e rey del tipo
    ” Rey io sono tuo padre” temo c’è accadrà purtroppo

  25. Mitchell88

    Comunque in star wars VIII ho una gran paura di vedere una scena con luke e rey del tipo
    ” Rey io sono tuo padre” temo c’è accadrà purtroppo

  26. Mitichell88

    Non capisco perché il fatto che ham solo metta luke nella pancia del coso prenderebbe a calci i siti visto che da nessuna parte c’è niente a riguardo
    E tra l’altro in una puntata di mythbusters(non so se conosci il programma)dimostrano che è addirittura possibile nella realtà

    • Ruper Tevere

      Perché la apre, la panza, con la spada laser, senza battere ciglio

    • Rigor Mortis

      il problema è che sia nella trilogia classica che nei prequel viene detto che è un’arma jedi, che loro sanno maneggiarla in combattimento grazie all’addestramento. Che Han apra la pancia non è niente di particolare, che Finn ci ferisca Kylo è strano, ancor peggio che Rey lo batta… Per quanto queste sono incongruenze di ambientazione, non i veri punti deboli del film…

  27. masso

    M’è piaciuto perchè come hanno scritto altri recupera tutte le atmosfere dei primi 3 star wars che restano mostri sacri del cinema ed io ero entrato al cinema con le aspettative sotto terra senza aspettare di divertirmi come invece è successo
    Le uniche cose che non ho gradito:
    – Max Von Sidow…fatto fuori dopo un cameo di 3 minuti scarsi…..negli originali c’erano Alex Guiness, Peter Cushing…nei seguiti c’era Christopher Lee…in una saga epica come questa ci voleva un vecchio saggio o un vecchio maestro del male con grande carisma a perfezionare l’aura di suggestione. In questo film…al posto di Yoda ci sta una tartaruga senza guscio con gli occhiali e l’ologramma gigante del Dottor Zoidberg al posto dell’imperatore (vabbeh ci siamo capiti…in fondo è un film Disney e quei pupazzi devono sfondare nel merchandising più degli Ewoks)
    – La maschera di Kylo Ren…che è tutta derivativa….sembra quella del robot donna nella pubblicità della Y10 dei primi anni 90 (comunque mezza spanna sopra quella del diaulo rosso di Darth Maul)…
    – In genere tutti gli alieni digitali in CGI. Hanno recuperato…completamente l’atmosfera dei film originali…potevano fare un passo in più e mettere per gli alieni solo gli animatronics alla Henson….soprattutto per quelli che si ricordano perchè avrebbero dovuto essere espressivi come il mostro all’ufficio dei pegni o quello all’abbeveratoio…

    Per il resto…è il rifacimento di Star Wars (1977) variato quel tanto che basta per attirare i giovani a vedere un film di 40 anni fa che altrimenti non si sarebbero visti e con abbastanza collegamenti da conservare i vecchi fan della saga.

    • Fra

      Curiosamente l’ utilizzo ridotto di Von Sydow è stato fatto notare da pochi. Così come quello di capitan phantasma, personaggio pompato e poi fatto comparire molto poco. Quando avevo visto che c’ erano così tanto personaggi principali cattivi mi era venuto un po la perplessita che ci fosse un intasamento ed infatti non sono stati tutti ben sfruttati.

  28. Mitchell88

    @ruper Tevere hai ragione non ci avevo fatto caso( c’è comunque una differenza fra tenere la spada tre secondo per aprire la pancia dell’animale e diventare il d’artagnan galattico dell’ultima ora) però hai ragione

  29. Baldazzar

    @masso “La maschera di Kylo Ren…che è tutta derivativa….sembra quella del robot donna nella pubblicità della Y10 dei primi anni 90”

    Ma hai idea di chi stai citando?
    https://en.m.wikipedia.org/wiki/Hajime_Sorayama

    Alla facciazza del kaiser… Ma magari che qualche malefico Disneyano si fosse ispirato a Sorayama!

  30. Bakahero

    …quando ho visto Iko e Mad Dog ho pensato: “Adesso escono due karambit-laser a testa e fanno un degggenero.” In un mondo migliore avrei avuto ragione.

  31. Mitchell88

    @the bang bang theory
    Io non ho detto che la spada laser è un arma riservata esclusivamente ai jedi(tra parentesi ne sono gli unici utilizzatori quindi) e comunque le spade se le fabbricano loro. Io ho detto che è un arma riservata a chi è addestrato ad usarla( e tra l’altro non è che la forza determina il flusso di energia della spada ma consente di capirne meglio la posizione, visto che di fattonè quasi come tenere in mano l’impignatura e basta). I due pirletti nel film non sono addestrati ad usarla, anzi non l’hanno mai presa in mano e quindi, come ho già detto, un conto è maneggiar la per qualche secondo come fa han un altro è saper combattere perdipiù con un Jedi oscuro

    • Più leggo queste cose e, da nerd, penso che ai nerd andrebbe vietato l’ingresso al cinema.

      sapere dove si trova la lama = midichlorian

      deal with it

    • Mitchell88

      Un conto è se a te non piace la scelta dei midichlorian( la roba della spada laser non ha nessun senso come similitudine) un conto è che sia sensato nell’universo di star wars. Nel senso anche se la scelta dei midichlorian è stata una scelta del cazzo non è che adesso fanno spuntare fuori uno sensibile alla forza senza midichlorian così come non possono( in realtà possono perché l’hanno fatto) fare un spadaccino laser dell’ultima ora.
      Comunque non sono nerd anche perché prima di qualche mese fa non sapevo nulla di questa roba semplicemente conosco l’argomento anche perché non sono uno di quelli che fa di star wars una filosofia di vita

    • Sono la stessa cosa inteso come quella serie di spiegoni da universo espanso e da prequel che nel mondo, SEMPLICE (nel bene e nel male), di SW, c’entrano come un elefante in sala da pranzo.

      E no, non c’è nulla a cui attenersi a livello di regole, e non perché lo dica io, ma perché se ci fate caso questo film fa di tutto per distaccarsi da prequel e universo espanso (da cui magari pesca elementi e personaggi, ma non segoni a due mani sulla posizione della lama).

      Riassumendo: Finn sarà sensibile alla Forza? Molto probabile.
      Ce lo spiegheranno col livello alto di midicazzi nel sangue? NO. Perderanno 5 minuti per dirci che nel primo film ha potuto maneggiare la spada laser perché di fatto si era già risvegliata la Forza in lui? NEMMENO PER SOGNO.

    • Mitchell88

      Ma cosa cazzo c’entra il fatto che voglia staccarsi dai prequel e dall’universo espanso. Non è che se a te fa cagare la nuova trilogia e l’universo espanso allora la mandi a puttane, che cazzo non è che sono regole da rispettare è che bisogna avere un minimo di congruenza. È come se siccome a me non sia piaciuto il signore degli anelli il ritorno del re e mi letta a fare un sequel con un nuovo anello del potere e uno che lo porta senza che gli faccia un cazzo. A me che cazzo vuoi che mi freghi della posizione della lama ecc ma se per
      Sei film mi hanno detto che devi stare Ttento a usare una spada laser nel settimo non puoi cambiare così a caso. E non c’entra un cazzo che finn sia sensibile alla forza perché anche line lo era e obi-wan gli dice di fare attenzione e lume ci mette comunque un po’ a imparare a maneggiarla. Io non reggo la gente che dice ” la nuova trilogia non esiste” solo perché non sono piaciuti i film. Allora io dico che sto risveglio del cacchio non esiste perché mi ha fatto schifo ma che cosa vuol dire.
      Ad esempio i fan della vecchia trilogia ha menato il cazzo per decenni perché lucas ha creato i midichlorian è tolto il fattore di mistero dalla forza e poi si complimentano con abrams perché invece ne ha mandato a puttane il concetto stesso. Questo film non ha nulla di star wars: dov’è finito il sacrificio per migliorare, dov’è finito il conflitto fra lato oscuro e chiaro( c’è non sia rappresentato da un pirla che un momento piange e il momento dopo spacca l’arredamento), dov’è finita la tensione durante le battaglie. Non c’è nulla, l’unica cosa presente è lo spirito della vecchia trilogia mirato a suscitare nostalgia per i vecchi fan, il che è una grandissima paraculata. Io non ho mai detto che questo sia un brutto film semplicemente non è star wars, è un altro film mascherato da star wars.
      Detto ciò non capisco perché una trama debba essere semplice e lineare, cosa siamo cretini che se la fanno più complessa non capiamo?

    • Ma non è che si mandano a puttane e si disconoscono certi elementi.
      Semplicemente, li si evita per amore di semplicità, per lavorare di sottrazione, per non essere barocchi.
      Nessuno ha perso cinque minuti in questo film per far dire tipo a Luke “Sapete, una volta i Jedi pensavano che la Forza venisse canalizzata dai midichlorian, poi si è scoperto che non era così”, solo per cancellare un pezzo di passato che non piace. Perché sarebbe stato esattamente lo stesso tipo di errore.

      Comunque io in sei film non ho mai sentito dire che solo con la Forza puoi percerpire dove si trova la lama della spada, per essere chiari.

    • Mitchell88

      Oh madonna io non ho detto che solo con la forza la si può percepire la cazzo di posizione della lama, io ho detto che essere ADDESTRATI, addestrati non sensibili alla forza(
      Ecco perché non c’entrerebbe un cazzo se finn fosse sensibile alla
      Forza) ti permette di non mozzarti un braccio quando ci combatti. E comunque io posso capire che uno non voglia riprendere ceri elementi( che poi è quello che han fatto tutto il film perché é preso totalmente da ep IV ma vabbè) un conto è se toglie degli elementi fondamentali che hanno caratterizzato gli altri film della saga. Se poi quelli che non toglie li sballa tutti. Questo film ha praticamente preso episodio IV ci ha messo dei nuovi personaggi ha ingrandito la morte nera ha messo un cattivo sfigato è tolto tutto ciò c’è da relativo ai Jedi e alla forza. Io la vedo così poi chiaramente non tutti possono condividere il mio parere.

  32. Calvin Clausewitz

    Visto finalmente ieri, VO Imax 3D. Al momento il giudizio e’ insufficiente perche’ vedendo l’ambientazione avrei preferito capire come ci si arriva invece che riproporre la stessa situazione di Episodio IV e ripetere gli elementi principali della trama pari pari. Inizio a pensare che Luke si sia ritirato dopo aver visto che in seguito alla distruzione di DUE death star l’impero e’ ancora li’ bello bello che spacca culi e costruisce armi mortali sempre piu’ grosse. Spero che la storia dei successivi capitoli sia quella delineata da Snake, che farebbe guadagnare tanti punti a questo capitolo e anche al cattivo. Se invece hanno preso l’adolescente tormentato (adolescente? quanto cazzo era vecchia Leia quando ha cagato questo clone malriuscito di Piton) per acchiappare il target dei teen-ager gli auguro di spendere tutti i soldi in medicine.

  33. Corazzata Kowalski

    Non essendo in grado di ricordare i colori della spada di Skywalker, non sono certo all’altezza di giudicare questo film ma dirò la mia lo stesso.
    1) Kylo Ren e’ la cosa più riuscita del film. La divisa è da paura, la spada e’ da paura, la maschera e’ da paura, la camminata e’ da paura e la mano paralizzante e’ da paurissima. Quando scopre il volto e vedi che sotto tutta questa paura, c’è un adolescente tormentato coi riccioli incazzato coi genitori, rimani spiazzato e dici “Grazie J.J. perché in questo che fino ad ora era un remake di lusso di “Una nuova speranza”, hai cambiato le carte in tavola e ci hai dato un cattivo in grado di sorprenderci.
    2) Ray apprende nel giro di 5 minuti i trucchi jedi e a tirare di scherma come Obi Wan perché, fatevene una ragione, questo è un film Disney e lei dopo avere incontrato la fata madrina (Maz Kanatae) con la bacchetta (la spada di Luke) da Cenerentola diventa Principessa.
    3) Finn riesce ad usare la spada laser non come Obi Wan ma quasi, perché verrà fuori che è un jedi anche lui è c’ha i Midi-Chlorian alti nel sangue. Oppure gli sceneggiatori di un film da 200k di dollari hanno tirato via con la scrittura per far prima e c’hanno presi tutti per coglioni.
    4) Rey e Kylo Ren sono gemelli separati alla nascita e rappresentano il lato scuro e il lato chiaro della Forza e ho il sospetto che se Luke è chiaro, Leia passerà allo scuro nei prossimi film (vista l’incazzatura che sembra averci addosso).
    5) Far morire un mito come Han Solo e’ stato un atto di cattiveria e di sadismo che solo in film Disney puoi trovare.

    • Fra

      Non ho capito il punto 2, come se tutti i film fossero così e riguardo il 5 pare lo volesse Ford.

  34. Zen My Ass

    Visto finalmente Venerdi’ notte, spettacolo di mezzanotte: ho rischiato seriamente di abbioccarmi un paio di volte, ma avevo tutta la settimana alle spalle. Forse avrei dovuto aspettare sabato…

    Il film non mi e’ piaciuto, lo trovato banale e privo di coraggio, oltre che scritto malissimo.

    Posso soprassedere sul fatto che abbiamo replicato la trama del primo (dopo i prequel, hanno ovviamente giocato sul sicuro e dato al pubblico quello che il pubblico voleva), ma non ho digerito come tutto, ma proprio tutto, avvenga automaticamente e senza nessuno sforzo: i personaggi sono subito grandi amici e in perfetta sincronia, il Millenium Falcon e’ dietro l’angolo, Rey lo fa volare come se fosse un pilota navigato, alla prima fermata che fanno Han Solo salta a bordo, la spada di Luke e’ custodita in uno scrigno aperto nella cantina del bar, Rey chiude gli occhi e usa lo forza, Kylo Ren e’ sconfitto da Rey senza difficolta’… troppe incongruenze e scelte illogiche che alla fine hanno rovinato la storia. Dice bene un mio amico: e’ la storia che spinge i personaggi in avanti, mentre avrebbe dovuto essere il contrario. Poi, Rey non ha motivo di esistere e Finn e’ fastidioso.

    Il film e’ esattamente quello che e’: la versione Disney di Star Wars, un’esperienza eccitante, ma vuota, come andare sulle montagne russe o visitare Disneyland, tutto e’ bellissimo, ma falso.

    Aspetto Rian Johnson a questo punto, speriamo che aggiunga qualche tocco piu’ personale alla storia.

  35. Virek

    ho scoperto di essere un nostalgico, non credevo!!
    Disney Wars è stato molto deludente, non so se sia un problema della fantascienza “moderna”, questo pericoloso virare verso il teen-movie o se sia un problema specifico “disneyland”, fatto sta che abbondanza di pupazzoni, cattivo, come è già stato sottolineato, tipo bulletto-viziatello, con caffettiera al posto della maschera, che come se la leva non vedi l’ora che se la rimetta, cioè ma con tutti gli attori che ci sono in circolazione….non posso credere che siano i target vincenti della odierna SF, per non parlare di Chewbecca; ma non era il guerriero più possente della Galassia? vado a memoria, capisco che gli anni passano per tutti, ma a questo qui manca la badante…inaccettabile!!! ecc. ecc.
    che Star Wars non sia il prototipo di fanta adulta ok, ma dobbiamo proprio rassegnarci all’idea che una saga per il grosso pubblico e qui parlo in generale, debba per forza essere condita di riferimenti adolescenziali? bu, forse mi sbaglio…

    • Boh, Guerre Stellari aveva come protagonisti due diciannovenni, lì andava bene.

      Mi arrendo.

    • Virek

      su questo hai ragione, parzialmente, infatti se ci fai caso, il vero protagonista è Ford, che era un pò più grandicello degli altri due, se per protagonisti intendi Luke e la sorella, poi gli anni settanta……mi arrendo anch’io…troppo lunga….

    • Penso semplicemente che Guerre Stellare l’ho visto con gli occhi di un bambino di nove anni, e tutti quelli che c’erano dentro per me erano “grandi”.
      Oggi, anche se guardo la saga dei Bourne lui rispetto a me è un ragazzino.

      C’è poi anche la differenza tra un protagonista teenager e un protagonista SCRITTO COME un teenager. A me Rey pare scritta più come Luke che come Bella di Twilight… Se però il problema è l’età anagrafica, alzo le mani.

      Quanto a Ford, per me non è il protagonista di Guerre Stellari, semmai ne è lo “spettatore attivo”, non a caso è l’unico personaggio “reale” tra tutti quelli principali.

    • Calvin Clausewitz

      Kylo Ren mi pare quello scritto come un teen-ager, ma non ho capito quanti anni dovrebbe avere. Rey credo sia il personaggio in assoluto meno criticato nelle varie recensioni negative – a parte il fatto che faccia le stesse cose di Luke in Ep. IV e Anakin in Ep. I, ma on steroids (a me sta bene che la forza ti faccia diventare un pilota fichissimo, ma come cazzo fara’ a guidare il Falcon senza mai esserci salita rimane un dubbio che mi portero’ nella tomba).

  36. Mitchell88

    Comunque il fatto che questo film sia al terzo posto nella
    Lista dei film con maggiori incassi mi deprime non poco. Tutti questi soldi guadagnati e questa critica positiva sono mio parere del tutto immeritati.

    • Beh, gli incassi nulla dicono. Pensa da Avatar :D .

      La critica non è che sia monocolore, e da nessuna parte si grida al capolavoro.
      Secondo me la recensione più aderente alla realtà è questa di Darth: non è un nemmeno lontanamente perfetto, ha grossi #maccosa e perde molto in una certa fase, però è divertente, bello da guardare E’ STAR WARS e viene voglia di vedere come va avanti.

  37. Gianmaria a Volontà

    come volevasi dimostrare, gli incassi da delirio solo negli USA, fuori grandi incassi, ma niente miracoli. Non batterà avatar, e non perché quest’ ultimo sia un capolavoro. Rido perché adesso il mio pensiero è :dove cazzo andrà a parare il capitolo nove ? Sapete una cosa, alla fine quest’esperienza cinematografica mi ha stancato, non mi interessa più questa saga, e mi consideravo un buon fan. Forse un nuovo film sarebbe bastato e avanzato… Sarebbe interessante capire se la mania rimarrà’ viva fino al prossimo capitolo….i mille mila spin off non credo che aiuteranno, anzi forse ci dobbiamo aspettare un’effetto indigestione come con i Marvel. Agents of S.h.i.e.l.d docet….

  38. marco

    Appena tornato dal cinema. Molto al di sopra, per fortuna, degli episodi I,II e II. Con SPOILER vari: la trama un po’ sbrigativa in certi tratti, vero, ma soprattutto lo schema “distruggiamo la morte nera” una citazione non necessaria, i prequel di ep IV avevano già esagerato in citazionismo. A parte questo ho amato il ritmo, la mia parte emotiva è stata del tutto soddisfatta, ho persino versato una lacrima alla morte di Han Solo (sono affezionato al personaggio, e anche se ritengo opportuno che si metta da parte non so se potrò sopportare la sua assenza nei prossimi). Il personaggio di Finn una vera novità rispetto al solito nazisuperman che ha il potere per motivi genetici, ottima idea per non ricadere nello schema palloso (e in questo a mio parere è lui che sostituisce Han, non lei). Confermo la figaggine delle scene nel deserto, dove ci sono anche i tempi giusti per sedimentare l’atmosfera, e le scene di battaglia e “spaziali” sono splendide e godibili. Sono molto contento, quindi. Ho letto che ne faranno altri due. Io avrei preferito che ne pensassero uno solo, mio avviso si rischia di annacquare. Ho apprezzato come siano riusciti a mettere drammaticità nella seconda parte, nonostante la replicazione della trama della morte nera risvegli dei maccosa.

  39. marco

    E poi sapevatelo: il parsec è un’unità di spazio, non di tempo.

  40. Calvin Clausewitz
  41. Darth Cantus

    Salve a tutti, condivido molte delle recensioni qui presenti e mi schiero anch’io nel partito del non è un capolavoro e forse neanche un bel film ma se non altro l’atmosfera da star wars è stata riprodotta.
    Volevo però porre l’attenzione anche su alcuni aspetti finora non trattati.
    Innanzitutto sono passati circa 20-25 anni dall’Episodio VI, eppure tutto sembra essere rimasto tecnologicamente immobile da allora. I ‘cattivoni’ sono ancora con i caccia TIE prima versione ridipinti di nero e rosso… e i TIE Interceptor? E i bombardieri? Accantonati per un non ben precisato motivo.
    La resistenza invece ha una versione aggiornata degli X-wing e niente altro. B-wing, A-wing, Y-wing, tutti cancellati, manco un caccia nuovo, una nuova arma, una mega corazzata… no le mega navi sempre ai cattivi e i buoni che dovrebbero essere al governo da 20 anni… niente. Non voglio fare il precisino ma 20 anni dopo la seconda guerra mondiale, qui gli armamenti avevano fatto un salto pauroso: aerei a reazione, bomba atomica, elicotteri. Boh.
    Gli unici veicoli nuovi introdotti in questo VII episodio sono lo speeder di Rey e la nave di Kylo Ren. Un po’ pochino considerato che navi e veicoli sono sempre stati un punto forte dei film originali: pensiamo solo ai caccia, ai veicoli su Hoth, su Bespin e su Endor, le speeder bike, i mega incrociatori, gli shuttle. Ok hanno riciclato il Millenium Falcon, icona assoluta, però dei nuovi caccia vicino ai TIE e agli X-wing potevano inventarli, dei nuovi Star destroyer un po’ più originali… tutto già visto e citato a oltranza. Anche in questo mi sento di dire che non abbiano centrato l’obiettivo. Potevano lasciarsi andare di più all’inventiva, proporre novità, non questa ricerca assillante del già visto.

  42. Axel Folle

    Da non fan della saga mi è piaciuto.

  43. AndreaGnarluz
  44. Ruper Tevere

    L’ho rivisto ieri, a mente fredda, per la prima volta. Fatelo. Provate a vederlo senza hype, fotta, nostalgia, anzi un po’ stufi dal martellante marketing di questi mesi. Fatelo e vi renderete conto di che merda senza speranza sia questo film. Un film per bambini, dove per bambini si intendono marmocchi in età prepuberale. Senza speranza, le scelte completamente idiote non si contano, la profondità dei personaggi è zero, le loro scelte idiote, le scelte grafiche ancora peggiori.
    Ora, se uno non è completamente rincoglionito, guarda la merdosissima Star Killer e, con tutta quella cazzo di definizione che ci hanno messo, notando i particolari, è in grado di calcolarne spannometricamente la grandezza. E sta roba è un centesimo della morte nera. Ridicola, idiota, stupida e senza significato.
    Se, parlo sempre per persone non subnormali, uno ricorda la storia precedente, non capisce cosa cazzo ci faccia Han Solo a fare il contrabbandiere e Leila alla guida di una rattoppata resistenza, quando dovrebbero essere i più grandi eroi di tutta la galassia, conosciuti da tutti e circondati da ampi aloni di mito. Bello, distruggiamo anche tutta la carica epica del film vecchio.
    Le persone non affette da forme gravi della sindrome di Dawn, non potranno non notare che il momento in cui, nell’astronave di Han e Solo, Rey salva Finn dal mostro guardando le telecamere e schiacciando un pulsante è un maccosa idiota degno dell’Uomo che venne dalla Terra.
    Coloro i quali hanno sufficiente senso delle proporzioni da sapere attrversare una strada (pochi, evidentemente), non potranno gridare forti bestemmie quando un raggio lanciato da un pianeta killer è visibile a tutti e colpisce pianeti visibili a tutti tutti insieme, rendendo la galassia grande come circa il mediterraneo, per un errore sulla scala credo sia nell’ordine del miliardo di miliardi di miliardi – ma sto andando per difetto e ampiamente.
    Infine, quelli che non sono ancora giunti alla quarta lobotomia dovrebbero avere scorto l’assoluta mancanza di significato dell’intera pellicola, dove nessuno fa qualcosa per un qualche motivo ma tutto si svolge completamente a caso.
    E ho parlato degli aspetti migliori.
    Quindi, complici anche entusiastiche recensioni su ultimo di Tarantino, odi di braveheart e trainspotting e approvazione di sta roba inguardabile per bambini mongoloidi, caro Stanlio ti sfido a duello. Se giochi mai a Total War scegli pure epoca e campo di battaglia.

    • Pronto MacReady

      qua la mano!!
      ne parlavo oggi in ufficio, tutti gasati per l’uscita del dvd.

    • Ruper Tevere

      Ok ho fatto i conti. Il mediterraneo è lungo 3.700 km, la via lattea 100.000 anni luce, ovvero 946.073.047.258.080.000 km (946 miliardi di milioni di km). Quindi l’errore di scala è solo del 255.695.418.177.859% (256 milioni di milioni percento).

      Ma diciamo che sono stronzo a dire come il mediterraneo. Però, siccome i pianeti si vedono tutti e sono tutti appiccicati, allora prendiamo la distanza terra luna, pari a 370.000 (neanche a farlo apposta, il mediterraneo *100). Quindi l’errore scende a 256 migliaia di miliardi percento, 2.556 miliardi percento).

      Insomma in senso assoluto il buon J.J ha fatto una galassia più corta di 946.073.047.257.710.000 Km.

      Bravo cazzo, se li merita i milioni (farei gli stessi errori di scala sul suo stipendio, sai mai)

    • Fra

      Basta show su internet conditi da parolacce!

  45. Michael Gnaglas

    La discussione e’ vecchia ma volevo dire la mia perche grazie alla diatriba nei commenti sul fatto se SW 7 faccia cagare o meno, stasera l’ho rivisto. Premesso che sono un fan e alla fine la seconda trilogia l’avevo anche rivalutata con il secondo e il terzo,dunque sono di bocca buona..be’ quando ho vsto episodio 7 al cinema, dopo mezz’ora di fila e con tanta attesa di un nuovo cattivone e annesso maestro, sono uscito inviperito con JJ e la Disney. Originalita’ della storia zero, i cattivi lasciamo perdere, i vari maccosa gia’ raccontati nei commenti. Be’ devo dire invece che stasera, visto senza tante pretese e soprattutto senza paragoni a livello di storia, ma come un film a se’ stante anzi, come l’inizio di una nuova saga..be’ e’ davvero un bel film, con una cura decisamente superiore. I suoi momenti-cazzata ce li ha, ma ha anche tante citazioni, piani aperti allucinanti. Insomma tecnicamente e’ un prodotto superiore a molti blockbuster. Poi quando il falco del millennio si e’ levato per la prima volta non nascondo che ho provato un brivido dietro la schiena.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.