Crea sito

Star Wars: Episode VIII – And Now for Something Completely Different

Ci sono cose che continuano a stupirmi. Che bello, no? Arrivato agli ‘anta trovo ancora modo di rimanere a bocca aperta. Vi faccio un esempio: il 90% delle recensioni che ho letto in giro di questo ultimo Star Wars: Gli Ulitmi Jedi contengono il patentino di esperto. Gente che prima di palarti del film ti assicura che è nella posizione per farlo perché ha visto i film tante volte, ha due magliette di Guerre Stellari, quattro action figures, ha letto i romanzi, ascoltato la colonna sonora e visto anche i catoni animati. Ora, va bene, eh? Ci mancherebbe altro. Questo sito è nato anche per permettere a persone competenti di parlare di argomenti che storicamente sono stati condannati ad essere trattati con sufficienza, quando non con aperta ignoranza. Nessuno di noi ha voglia di leggere Star Wars 8: Live Long and Prosper, ma non possiamo neanche far finire tutto sul piano dell’invidia del pene. Capisco si stia parlando del più importante romanzo di formazione cinematografica per chi sfiora gli ‘anta – e che in molti casi ci si senta legittimati a usare la parola Fede, letta anche questa nel 90% degli articoli – ma bisogna anche fare un piccolo sforzo per ricontestualizzare ciò che abbiamo oggi davanti agli occhi. Forse se solo due anni fa non avessi visto i mandarini dell’Esselunga con la pubblicità di SW, se non avessi subito tutto l’hype per The Force Awakens, se non mi fossi trovato come in trance al Disney Store a buttare dei soldi in faccia a un commesso vestito molto male per comprare ancora prima di aver visto il film il robottino semovibile di BB-8, dico FORSE la penserei in maniera diversa. Forse avrei ancora quell’innocenza, quella naïveté che sembra offuscare la mente di molti che fanno finta che non siano passate quattro decadi da quel primo film e tutto quello che ne consegue.

Come vi immagino in questi giorni.

Insomma, perché la quasi totalità delle recensioni che ho letto riguardo questo film, Rogue One e The Force Awakens, ruotano attorno al concetto sempre più personale di aderenza alla saga? Perché, arrivati a questo punto della Storia del Cinema, dovrebbe fregare qualcosa a qualcuno se per voi quell’elemento o quell’altro è stato trattato con sufficiente cura nei confronti della VOSTRA idea di Starwasaggine? Prendiamo ad esempio il lato comico di questo film. È vero, si ride. Si ride grazie a meccanismi (forse) inediti. Inediti cioè se proprio vogliamo andare a casa riguardare tutti i film per l’ennesima volta, fare un foglio excel in cui segniamo perché abbiamo riso alla tal battuta per poi confrontarli con quelli che vengono utilizzati qui. Ma io ho letto di persone che dopo aver fatto vedere il loro patentino, dopo aver parlato di Fede, si sono detti SCONVOLTI dalla gag iniziale che vede come protagonisti Poe e il Generale Hux. Basta, per loro è finito tutto lì. Film buttato nel cesso per quella gag. A me invece ha fatto ridere. You say Tomato, I say Tomato? Eh no, cari miei. Ora, visto che anche per me SW è tra le cose più importanti della vita e mi reputo un appassionato, siamo di fronte a due e solo due possibilità: ho ragione io, ha ragione quello che ha bruciato la pellicola a fine proiezione. Ok, io propendo più per la prima ipotesi ma capite anche voi che STATE A PARLA’ DE NULLA.

Awwwwww

Per quanto mi riguarda, una delle caratteristiche principali della Starwasaggine è quella di farmi cadere la mascella dallo stupore. Vedere cose nuove, inaspettate, trovarsi nella scomoda posizione di non sapere cosa aspettarsi. Cose che, personalmente, ho faticato a ritrovare in The Force Awakens. Attenzione, però: quando ho visto il film non ho vergato col sangue degli Ewoks una lettera indirizzata all’Ufficio Detentori della Fede in Guerre Stellari per informarli che per me la questione era finita lì. Ho apprezzato quello che c’era da apprezzare, ho un po’ rosicato per la scarsa fantasia e mi sono messo lì ad aspettare il film successivo. E secondo me ho fatto bene perché con The Last Jedi, in almeno un paio di occasioni, ho visto la mia mascella rotolare in terra per poi cadere sotto il sedile di quello seduto di fronte a me. Certo, ancora una volta si guarda alla Sacra Trilogia: il modello di riferimento qui è L’Impero Colpisce Ancora, ma se in The Force Awakens si seguiva A New Hope fin oltre il pedissequo, qui si procede in maniera differente. Ci sono aspettative frustrate o negate, colpi di scena, svolte inattese. Siamo in territori conosciuti ma navighiamo a vista in acque pericolose. E quando sarebbe lecito aspettarsi un “Io sono tuo padre!” 2.0, arriva uno schiaffo a mano aperta di quelli che lasciano il segno.

“Lascia stare come mi hanno vestita… non è questo l’importante…”

La sensazione è che Rian Johnson (sceneggiatore e regista di Brick e Looper già dietro la macchina da presa per gli episodi più belli di Breaking Bad) abbia voluto sia dal punto di vista della scrittura che della messa in scena andare nella direzione opposta rispetto a quanto fatto dal predecessore J.J. Abrams. Se dal punto di vista della sceneggiatura abbiamo in parte già detto (mancano all’appello due o tre grandi maccosa sui quali voglio soprassedere, tanto immagino li citeremo nei commenti), mi sento di dirmi soddisfatto anche dal punto della regia. Ci sono almeno due set straordinari – la stanza di Snoke e il deserto di sale – e la voglia di creare delle sequenze che risultino nuove, mai viste. Volete sapere quali? Ve le dico ma forse qualcuno si potrebbe lamentare degli Spoiler, per cui – ATTENZIONE – segue una riga di spoiler scritto in bianco:

la stanza degli specchi e la morte di Laura Dern.

Incredibile ma al tempo stesso curioso come ad un certo punto del film – la parte dal mio punto di vista più deludente – si decida di omaggiare  esteticamente la seconda trilogia. Volete sapere quale? ATTENZIONE SPOILER IN BIANCO:

la visita di Finn e Rose al pianetino Las Vegas con anche l’anello delle patatine della ribellione.

Che belo belissimo

Premettendo che ho optato per la visione alla sala Energia di Melzo in 2D sfortunatamente doppiata, concludiamo con qualche riflessione sul cast e sull’evoluzione dei personaggi. Partiamo da Mark Hamill che, dopo quello sguardo di fuoco alla fine del film precedente, torna finalmente a recitare. Il suo nuovo Luke Skywalker è una delle cose migliori del film, capace di gesti imprevedibili (ATTENZIONE SPOILER IN BIANCO: il lancio della spada laser o il momento swag dopo essere stato il bersaglio di tutti i razzi di questo mondo) come di momenti in cui ci prende per mano e ci riporta a casa con estrema tenerezza (il dialogo tra lui e Leila in silhouette). Il Luke del 2017, dopo essere stato messo in ombra per una vita intera da Han Solo (sostituendo con i nomi veri, la cosa non cambia), si riprende una piccola rivincita dando molto spessore a un personaggio che fino ad oggi sembrava condannato a rimanere stritolato o inespresso. E poi, diciamolo, la barba da vez gli dona. Carrie Fisher si impegna francamente poco ma è tale l’amore che proviamo nei sui confronti che bastano quei due momenti in cui decide di mettersi veramente in gioco a farla splendere di luce propria. Che dispiacere aver perso un affetto del genere… Adam Driver, dopo essere stato sbertucciato inutilmente da gente senza cuore alla fine del primo film, risulta ancora una volta il meglio del mazzo: Kylo Ren è un gran personaggio, con tutti i suoi dubbi e le sue esplosioni di nervosismo. Poca roba invece per John Boyega e, dispiace dirlo, per Daisy Ridley. Al di là del fatto che evidentemente hanno esagerato col catering del film, probabilmente fatto solo di tigelle all strutto, i due non mancano certo di spunti narrativi interessanti ma non sembrano mai entrare concretamente in partita. Sarà anche a causa del fatto che a Finn viene affidata la parte di trama per me più debole ma mi sembra il suo personaggio sia totalmente ridimensionato. La Ridley, invece, è semplicemente scarsa. Dei nuovi inserimenti il meglio è sicuramente Oscar Isaac che regala al suo Poe quell’arroganza e sfacciataggine necessaria a farlo entrare di diritto tra i personaggi più divertenti e cool dell’intera saga. Laura Dern si impegna alla stragrande per non farci notare che indossa un vestito molto brutto, facendo quello che le riesce meglio: la stronza. Missione compiuta. Discorso simile per Benicio Del Toro che grazie al suo fascino innato riesce a farci ricordare dopo 2 ore e mezza che il suo ladro è affetto da balbuzie. Ah, qualcuno sa perché s’è scelto di inquadrare l’attrice col naso più lungo della Storia del Cinema, aka Amanda Lawrence, sempre e solo di profilo?

DVD-Quote:

Vuoi salire a vedere la mia patente di esperto di SW?
Casanova Wong Kar-Wai, i400calci.com

>> IMDb | Trailer

 

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,

309 Commenti

  1. Cris

    Recchioni. Taggate Recchioni.

    • Anonimo

      Credevo fosse un insulto :D

    • Anonimo

      No ma va…. praticamente la prima parte di questa (splendida) rece descrive lo sproloquio di Recchioni su screenweek, che in questo momento se la deve vedere con commenti pungenti della doppiatrice di Rey… :D

    • Kaiser Zozzo

      Ma recchioni ancora tenta di fare il critico cinematografico? Che bello questo paese dove tutti mettoni bocca su tutti gli argomenti, anche quelli fuori dalla loro portara.

    • Mandriano

      @Kaiser sottoscrivo

    • AnnaMagnanima

      IDEM

    • Fra X

      “Ma recchioni ancora tenta di fare il critico cinematografico? Che bello questo paese dove tutti mettoni bocca su tutti gli argomenti, anche quelli fuori dalla loro portara.”

      Ora come ora ci tocca questo! XD

    • Sbrago

      Nei colossal i personaggi/momenti comici sono un must. PUNTO.
      In Guerrieri della Galassia Vol.1 (IMO deprecabile tranne lo start-in-action) vediamo il cattivone (che sberla-via chiunque gli si pari di fronte) rallentato dal balletto per dare tempo ai buoni di sacrificarsi: c’è contrasto, unione degli opposti (inarrestabile Vs bàlliamooo? Vs sacrificio) un sali-scendi di emozioni ed associazioni, almeno tentato, che un sorrisino (forzatamente) lo strappa.
      In SW8 i cattivi non compiono azioni cattive, o cmq non sono valorizzate dal montaggio, ma vengono ridicolizzati fin dal primo momento:
      TUTTA la flotta del male viene mobilitata per 400 ribelli (non li filerebbe di striscio il governo italiano, figuriamoci un domino intergalattico), ed è annientata da una “mossa” che, se eseguita nei primi 2 minuti, avrebbe risolto tutto-subito; c’è chi muore proprio come un cagone alla papà-Lannister; comandanti-inetti che si guardano stupiti, poi fanno i disinvolti ogni volta che i loro ordini falliscono clamorosamente (ok, Disney stile Sir Bliss di RobinHood, ma PRIMA voglio le cattiverie!).
      Senza cattivi, i buoni non hanno senso: come detto in TheBigBangT., senza Indiana Jones la trama dell’Arca Perduta non cambierebbe, così come non cambia quella di SW8 eliminando tutti i buoni (escluso un pilota-automatico), semplicemente perchè i cattivi sono talmente stupidi da auto-distruggersi da soli in stile Iron-Fist; gli altri personaggi o usano o sono gadget.
      I colpi di scena (?) dovrebbero impressionare lo spettatore e “comporre” il film, NON scadere in un “simpatico battibecco fra produzione e fandom”.
      Inoltre non capisco quale possa essere il target di SW8: ho 42 anni e sto ancora aspettando di vedere un personaggio non-ridicolo, un bimbo “cede” sotto gli inutili sacrifici alla Platoon ed un giovane adulto ha visto presentazioni di giochi della Play cento volte migliori dei soliti inseguimenti di astronavi nei canyon.
      Non sono brutte le scene in se, ma è la costruzione complessiva che risulta deprecabile.

    • Ruper Tevere

      Pian con l’arca perduta: senza indy non ci sarebbe il finale e soprattutto non avrebbe alcun senso seguire le avventure dei cattivi (che senza Indy non troverebbero mai l’arca, ti ricordo, visto che “stanno scavando nel posto sbagliato”).

    • Senza Indiana Jones, i nazi avrebbero ottenuto il medaglione (compreso il retro, in cui è indicata la correzione da applicare alla misurazione indicata sul davanti), scavato nel posto giusto, trovato l’arca, fatto il loro bel rituale sull’isola, e sarebbe morti comunque. La differenza è che sarebbero morti senza testimoni, quindi l’arca sarebbe rimasta sull’isola fino all’arrivo di qualche altro avventuriero.

      O no?

    • Ruper Tevere

      Sì è abbastanza corretto, ma non sappiamo se Marion glielo avrebbe dato (ai nazi). Insomma è una speculazione del cactus.

  2. Holdo'n your seats

    A tutti i talebani in accappatoio e spada di plastica col computer acceso nella cameretta a casa di mamma: non contate niente! Nessun commento sagace, badge di wookiepedia o petizione online (!!!) potrá cambiare il fatto che siete talmente tristi da sperare che l’aderenza ad un brand possa colmare il vuoto esistenziale della vita che non avete. Ragazzini fissati con un’idea adolescenziale di maschio alfa: il vostro papino oscuro é stato ammazzato da un’armata di amazzoni colorate, disertori e complessati con pettorali da mordere.
    Avete perso la guerra, fate seppuku con le vostre spade di plastica, nessuno sentirá la vostra mancanza.

    • LeChuck

      Dire che la protagonista è una cazzo di Mary Sue ora è diventato talebano?
      Vabbe’, ho capito, vi meritate tutti i pigiamoni di questo mondo fatti con lo stampino.

    • uqbal

      A te e anche ad altri…hai notato che nessuno (leggi: NES-SU-NO) ha fatto mezza (leggi: MEZ-ZA) critica sull’aderenza o meno agli Star Wars originali?

      Ma proprio manco uno, eh…tonnellate di commenti per dire che la sceneggiatura non sta in piedi, i personaggi sono scarsi, le sottotrame pallose, il ritmo sballato…però prego, continuate pure a scaramellarcela con la storia dello “spirito” di Star Wars.

      A molti ‘sto filmetto non è piaciuto. Get over it.

    • @Holdo’n your seats:
      Consiglio un digestivo. Ma non di marca, non vorrei ti facesse sentire omologato.

  3. Ridley Scotti

    Non ricordo di essere mai stato in disaccordo coi pareri del grande Casanova (anche perché, bisogna dirlo il marito di Olivia Wilde può solo avere la mia stima :P)… e nemmeno stavolta sono in disaccordo.
    Eccheccazzo: due anni fa ero incazzato come una belva per la totale mancanza di coraggio di Ep VII, mi sentivo truffato dalla Disney, ma adesso quasi quasi li capisco (pur con tutta l’antipatia che possa avere per una multinazionale del genere).
    Ci meritiamo cacatine interessanti zero come Stranger Things a vita se non riusciamo ad apprezzare uno SW del genere

    • Paz

      Mi spiegate il coraggio di Episodio VIII da dove salterebbe fuori?

      [SPOILER]

      1) dagli esiti della scena iniziale? “Il primo ordine scopre la base della resistenza e tenta di distruggerla… la resistenza tenta la fuga. Mancano solo gli AT-AT e tanta, tanta neve…

      … che però tornano alla fine, sostituendo il sale alla neve (e ovviamente la resistenza è nascosta in una caverna, insieme agli animaletti buffi).

      2) dalla morte di Snoke, TELEFONATA sin dall’autoconsegna di Rey nelle mani nel nemico, e dal suo dialogo con Kylo in ascensore (praticamente un lunghissimo copia-incolla da ROTJ… c’è tutto, compreso il nemico che trolla l’eroe mostrandogli la fine dei suoi amici)?

      3) Dall’offerta di Kylo a Rey? “Vieni con me… insieme governeremo la Galassia come Scopamici?”

      3) dal giocatore d’azzardo a cui vado a cercare aiuto, e da cui lo ricevo insieme ad una bella pugnalata alle spalle?

      4) da Phasma che è Boba Fett in tutto e per tutto? Muore pure cadendo in un “buco”?

      5) da Finn, che praticamente si muove e parla come Han Solo?

      6) dal passato di Rey? e perché? Anakin chi aveva per padre? voi lo sapete dai film? io no.

      [/SPOILER]

      Secondo me questo film è il degno successore di TFA, in tutto e per tutto. La seconda, succulenta portata di una cena fatta con gli avanzi di Capodanno.

    • Ruper Tevere

      Bravo cazzo

    • Anonimo

      “Anakin chi aveva per padre? voi lo sapete dai film? io no.”
      Ma sei scemo?

    • Anonimo

      solo perché una tizia dice che è stato concepito dalla Forza tu le credi?

    • LeChuck

      Supportata da una leggenda Jedi.
      In un universo fantasy.
      Direi che è abbastanza credibile.

    • Paz

      Quello che intendo dire è che noi accettiamo la risposta di Shi: “Anakin non ha padre.” senza avere risposte vere su come ciò sia potuto accadere. E’ nato per volontà della Forza? E’ nato perché qualcuno ha manipolato la Forza creando la vita? E’ nato così perché la profezia del prescelto lo prevedeva (non mi pare). Nessuno ce l’ha detto. La sua origine rimane oscura. Capisc’?

    • Ridley Scotti

      Dunque, innanzitutto stiamo parlando dell’ottavo episodio / nono film di un franchise quarantennale e multimiliardario, quindi è ovvio che se parlo di “coraggio” non intendo qualcosa tipo Mad Max: Fury Road, ok?
      Chiarito questo sì, è coraggioso perché ha preso a schiaffi dopoi il fandom, e dopo il film di Abrams non l’avrei mai detto.
      Non so se avete presente il fandom, i vari gruppi e cose simili: io ci bazzico di tanto in tanto e guardando il film ho visto crollare una dopo l’altra TUTTE le teorie elaborate dai fan negli ultimi due anni.
      Ma tutte eh!

      SPOILERONI

      “Snoke è il più cattivo di tutti, sarà cazzutissimo” muore come un coglione.
      “Rey è figlia di Luke o di Obi Wan” è figlia di due barboni alcolizzati
      “Leia morirà” in culo, sembra morta ma poi diventa Superman e frega tutti
      “Ci saranno i Jedi Grigi” manco pu cazz
      E potrei continuare

      Mi dispiace se non avete apprezzato (oh, a me il VII aveva fatto schifo del resto) ma per la prima volta da.. quando? 1983? abbiamo uno SW in cui arrivi ad un certo punto e ti chiedi “E mo? Che succederà?” che era poi tutto quello che mi interessava.
      Abbiamo LUKE SKYWALKER come doveva essere e Johnson qua e là tira fuori qualche trovata visiva che dentro a sta saga non si era ancora vista.

      Io volevo questo dà questa nuova trilogia, né più né meno, tanto come dice Mark Hamill nessun nuovo film ci riporterà a quando avevamo sei anni

    • LeChuck

      Vabbe’, è come la vecchia questione di chi sia il maestro di Qui-Gon Jinn. Ad un certo punto si deve tracciare una linea e dare il detto per assodato. Altrimenti non ne usciamo più.
      Le teorie dietro la nascita di Anakin sono divertenti, alcune anche affascinanti, ma sono chiacchiere tra fan. La verità ufficiale è che è stato generato dalla Forza e, per me, tanto basta.

    • Paz

      Scusa, ma io è proprio questo “E mo? Che succederà?” che non capisco, eppure non ho doti di preveggenza Jedi. Tutto il film ricalca schemi già visti ad nauseam.

    • Anonimo

      Rimanendo in-topic alla questione “E mò” e tralasciando il resto:

      – TFA seguiva per filo e per segno ep.IV (e si riempiva intanto di strizzatine d’occhio e lens flare fino a risultare impeccabile ma freddo): lo faceva anche nelle svolte narrative e nel finale…a livelli di copia carbone. Sapevamo quindi la strada che avrebbe preso ep.VIII

      – TLJ ricalca in più punti lo svolgimento di EP. V (anche di EP VI in alcune parti, a dirla tutta), ma le svolte narrative ti prendono a calci in faccia e vanno tutte da un’altra parte, tanto che alla fine del film non sai dove andranno a parare per il prossimo film. la resistenza è quasi morta (sta tutta sul Millenium Falcon), il Nuovo Ordine è messo male (Snoke e morto e RK non è probabilmente pronto per fare il Leader Supremo), la Repubblica è polvere nello spazio. non c’è NIENTE di simile al finle di Ep. V, non si ha un’idea di dove andrà a parare la trama.

    • Paz

      Ehm… alla fine di Ep. V ci sono Han nella grafite, Luke monco che scopre una verità terribile e altre cose molto brutte. Dei 3, è quello col finale più incerto e buio. Come questo, guarda caso.

    • Anonimo

      Si vabbè Paz ma non è questione di tono, ma di snodo.

      tu alla fine del V lo sai che il VI andrà verso il grande scontro finale. Certo non sai che fine farà Han (ma Lando e Chube partono alla sua ricerca), sei scosso dalla Rivelazione (ma Luke sta bene, la mano l’hanno rimessa e sta con Leia sulla nave ospedale della resistenza e tutta la FLOTTA, che esiste).

      Insomma tutto va verso lo scontro finale. Qui no.

    • Paz

      Se lo dici tu, Anonimo, ti credo…

    • Paz

      [OT]

      E comunque Shmi si è inventata tutto per spingere i Jedi a liberare Ani. Probabile che Ani fosse figlio di un alcolizzato. Sennò se lo sarebbero cagato? XD

      [/OT]

    • Darren Aaroneckart

      Ma quindi il coraggio sta nel rappresentare i buoni come ancora più buoni e puri ed i cattivi ancora più cattivi ed inetti? Minchia, se lo prendiamo come un live action dei Duck Tales ci sta tutto!

    • Toni Già

      Anonimo e cosa deve esserci nel prossimo se non uno scontro? Finale o no?
      Anzi probabilmente sarà uno scontro che porterà a generare altri bilioni di sequel/spin-off.

    • Leonardo Di Capri

      In ogni caso, pure se si trattasse effettivamente di qualcosa di realmente nuovo, e non semplicemente di inaspettato (per coloro i quali si sono lasciati sorprendere, almeno), non capisco l’equazione inaspettato=valido.
      Non è che se una cosa ci sorprende, se una linea narrativa non va come ci saremmo aspettati, questo significa automaticamente che il film, da quel punto di vista è riuscito.

    • Ridley Scotti

      Come dice Anonimo, il punto è che se da un lato segue gli schemi di Ep. V e VI dall’altro li ribalta e apre davvero a situazioni inedite. La scena della SPOILERONE

      morte di Snoke: è vero che fa tanto Ritorno dello Jedi presa a sé stante, ma innanzitutto avviene nel secondo episodio della trilogia e non nel terzo, e poi soprattutto non c’è nessuna redenzione nel personaggio di Kylo, anzi: al contrario di suo nonno lui con quella scelta decide di abbracciare definitivamente il lato oscuro.
      E adesso abbiamo due apprendisti senza i loro maestri: “E mo?”
      Ci arrivo anch’io a dire che nel prossimo episodio Kylo morirà male, vincerà Rey e il Primo Ordine sarà sconfitto (grazie) però è il modo in cui si arriverà a questa cosa che al momento è una bella incognita

    • Ruper Tevere

      Io dico: se vogliamo una cosa VERAMENTE coraggiosa e inaspettata, affidiamo la produzione a Brazzers

    • Paz

      È comunque interessante notare che vi siate concentrati tutti solo 2 dei 6 punti che ho esposto. Mi piacerebbe leggere come giustifichereste anche quelli… perché coprono ben 2 ore di una pellicola da 152 minuti.

    • Paz

      Mi correggo: 7 punti.

    • Barone Papanoida

      Paz non ha senso il tuo elenco di situazioni ripetute per dimostrare la poca originalità di TLJ. E non ha senso rispondere punto per punto. La premessa da cui partire è che Star Wars è Mito e come tale trova parte della sua linfa nei topos: situazioni narrative che si ripetono. Il cinema tutto – a maggior ragione Star Wars – ne è pieno ed è una cosa naturale.
      Il problema è quando questi topos, da architettura tra le righe, diventano appariscenti ed esauriscono la propria forza in essi stessi, senza essere rielaborati creativamente. Qui ovviamente mi riferisco a TFA…

      Nella trilogia classica questo ripetersi di temi e situazioni era molto meno visibile perché il mito Star Wars non si era ancora strutturato autonomamente; e perché i riferimenti diretti non andavano ad altri film della saga ma alla letteratura classica, all’epica, ad altro cinema (vedi Kurosawa, Flashgordon…) e così via. E poi a volerla dire tutta, se la Starkiller è una buffonata, la seconda Morte Nera di ROTJ non brilla certo di fantasia.

      Io sono molto combattuto su TLJ – non grido al miracolo ma vedo bene quanto di buono ci sia – però certo la tua, di altre che se ne possono fare, non è una critica sensata.

    • Fra X

      ” la seconda Morte Nera di ROTJ non brilla certo di fantasia.”

      Hai ragione, ma in IRDJ almeno aveva una sua logica. Potenziare quanto già fatto in poco tempo. E nella trama aveva il suo perché. Ne IRDF quasi tutti sono stati concordi nel dire che era buttata a caso.

      “da Phasma che è Boba Fett in tutto e per tutto?”

      BF ha giusto una morte slapstick, ma non mi pare per il resto faccia figure barbine.

      “Quello che intendo dire è che noi accettiamo la risposta di Shi: “Anakin non ha padre.” senza avere risposte vere su come ciò sia potuto accadere. E’ nato per volontà della Forza? E’ nato perché qualcuno ha manipolato la Forza creando la vita? E’ nato così perché la profezia del prescelto lo prevedeva (non mi pare). Nessuno ce l’ha detto. La sua origine rimane oscura. Capisc’?”

      Accettiamo per modo di dire. Questa cosa è stata una delle cose più criticate assieme ai midichlorian, Jar Jar e la relazione Padme – Anakin nei prequels. Per come è narrata poi… pensa che io ai tempi manco avevo capito che intendesse veramente lei pensando al massimo che Anakin non avesse conosciuto il padre prima che morisse! °_O XD

      “Non è che se una cosa ci sorprende, se una linea narrativa non va come ci saremmo aspettati, questo significa automaticamente che il film, da quel punto di vista è riuscito.”

      Già! Anakin figlio della forza, midichlorian… sono cose inaspettate, ma non mi pare abbiano riscosso molti consensi. XD

      “lens flare”

      Io non ho ancora capito bene cosa siano e se in episodio VII ci sono effettivamente o meno. XD

    • Fra X

      “quindi è ovvio che se parlo di “coraggio” non intendo qualcosa tipo Mad Max: Fury Road, ok?”

      Forse era meglio citare il 2. XD

    • LeChuck

      @Fra X
      “Io non ho ancora capito bene cosa siano e se in episodio VI ci sono effettivamente o meno. XD”
      È proprio il caso di dire “un’immagine vale più di mille parole” ;)

      https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/thumb/d/d9/High-quality_lens_flare_rendering.png/1280px-High-quality_lens_flare_rendering.png

    • Paz

      Barone Papanoida,

      il mio elenco era una risposta sensata a chi associa la parola “coraggio” a episodio VIII. C’è anche chi ha parlato di “episodio rivoluzionario” (in altre recensioni).

      Non c’è nulla di coraggioso nè di rivoluzionario nel percorrere sempre le stesse strade. E mi vengono i brividi se penso che questo ultimo film ci invita espressamente a non rischiare.

      [SPOILER] Pensate ai piani elaborati da Poe, Finn e Rose. Tentano una strada, rischiano e falliscono, inevitabilmente. Se mettono in discussione l’autorità, gli va sistematicamente male. [/SPOILER]

      Questo è il messaggio offerto da Disney alle nuove generazioni di appassionati. Bel coraggio! Bella rivoluzione! Bella trilogia. Beh, tenetevela.

    • Anonimo

      Infatti non ep. VIII non corre affatto le stesse strade. A part

    • Anonimo

      …A parte qualche richiamo a situazioni simili a ep. V e VI prende veramente strade mai intraprese dal franchise. Quindi è sì coraggioso e per di più arricchisce con intelligenza l’universo narrativo, sviluppando personaggi e concetti spirituali come non si vedeva dai tempi del ritorno dello jedi.
      Sempre in tema di topoi nuovi, il fallimento dei piani non ha come messaggio quello di mettere in discussione l’autorità (cosa che non ha bisogno nemmeno di commentarsi in un film in cui i buoni sono la Ribellione) ma fa capire quanto la speranza sia sempre più flebile ma cionondimeno incrollabile. Un tema ben più complesso se mi permetti che non è mai stato affrontato con questa drammaticità

  4. Jedi in Pensione

    Non commento mai, MAI. Grazie per quello che hai scritto. Forse la prima recensione sincera dettata da emozioni “post” visione cinematografica. Sono d’accordo con la maggior parte delle tue opinioni e mi discosto da poche altre, ma quel che è importante (secondo il mio punto di vista) è che gli sbarbatelli di oggi DEVONO avere i loro eroi. Altrimenti fate prima a starvene a casa e guardare e riguardare i dvd. Poe personaggio (ed attore) che ho apprezzato di più.

    • Fra X

      Hai commentato però! XD
      Meno male che ci sono “I guardiani della galassia” come eroi. XD Così difficile oggi crearne comunque di nuovi da opere nuove? Prima sembrava pane quotidiano. Indiana Jones, John McLane, Neo, Xander Cage, Martin e Roger, Daniel Jackson, Kevin McCallister…

    • Aggiungerei che anche LE sbarbatelle hanno bisogno di eroine, e Rey (forse più nel film precedente che in questo) è un buon modello, una persona completa in se’ che non è definita dal suo essere moglie / compagna / sorella / figlia di qualcuno.

  5. Hans Cooper

    Per me questo film è un grande SÌ sotto tutti i punti di vista. Meno due cose:
    – dura fottutamente troppo e qualche cazzata di poco conto la si poteva tranquillamente tagliare
    – Mi aspettavo Poe Dameron SPOILERSPOILERSPOILER

    Condannato a morte e non coccolato dalle zie dopo aver fatto quella cosuccia là. Quello è stato uno scivolone clamoroso di sceneggiatura…

  6. Alessandro

    Sono generalmente d’accordo, pero’ nella vostra recensione manca un’analisi della trama. Quello che mi ha fatto storcere il naso e’ proprio il modo in cui questo film e’ stato scritto: sembrano le avventure che scrivevo quando avevo 10 anni basate su Dragonball, una serie infinita di hypes che si dimenticano di avere senso.

    L’impostazione iniziale era bellissima, con i ribelli appena fuori dal raggio dei cattivoni ed il carburante che scarseggia. Cosa ne fanno? Niente. Due sottotrame con due soluzioni e due approcci diversi, entrambi validi. Entrambi inutili.

    Che poi, andrebbe anche bene che fossero inutili. In una storia si possono fare delle sottotrame inutili, pero’ ci devono essere dei risvolti secondari importanti: una morte, un cambio di ruoli, un dramma psicologico… qualunque cosa che possa poi essere importante a lungo termine. Altrimenti chi guarda/legge/ascolta la storia ti guarda e dice “e chi se ne frega? Vai al punto!”

    Esempio: “Luke, io sono tuo padre!” e’ l’unica scena che giustifica l’Impero Colpisce Ancora. Ma c’e’, sta li’, nessuno se l’e’ persa quella scena in sala, e ti fa sentire come se tutto il film ad un tratto abbia senso di esistere.

    Il personaggio del code breaker e’ interpretato benissimo, un carisma mai visto, ma a livello di trama e’ sostanzialmente un grandissimo cartellone che dice “ah! non vi aspettavate che le prime due di film erano in realta’ un filler!”

    Stessa cosa per i personaggi di Snoke e Phasma, bei personaggi e tutto. Perfetti per avere delle storie mai viste, dal sapore amaro. Invece no, praticamente un ammasso Boba Fette (personaggi che dovevano essere interessantissimi e che non hanno senso all’interno del film). Cosa perdonabile, se il film avesse avuto una trama interessante.

    Alla fine del film dove siamo? Uguali a prima, c’e’ Kylo che e’ cattivo, Rey che e’ buona. I ribelli sono in fuga, l’impero e’ potente. L’unica cosa che e’ successa e’ che si sono liberati di una sfilza di personaggi secondari che non volevano approfondire.

    Mi spiace, io sono un appassionato e tutto, ma sono sempre stato critico. So perfettamente che George Lucas non sapeva cosa fosse un Parsec e non mi vergogno a farmi piacere un film che abbia delle banalita’ e degli errori anche grossolani. Ma farmi arrivare alla fine delle tre ore a sperare che finalmente ci fosse una trama concludente, mi fa pensare che dovevano scegliersi uno scrittore migliore.

    • Ridley Scotti

      Per quel che riguarda la trama del pianeta col casinò di cui non ricordo il nome credo che invece ci sia un senso: mi sa che è il punto di partenza della prossima trilogia firmata Johnson

    • LeChuck

      Solo una piccola correzione ad un commento che appoggio in toto.
      “Alla fine del film dove siamo? Uguali a prima, c’e’ Kylo che e’ cattivo, Rey che e’ UNA MARY SUE FATTA E FINITA. I ribelli sono in fuga, l’impero e’ potente.”

    • Alessandro

      Ok la scena del casino’ e’ parte del marketing della nuova trilogia… amen.

      La domanda e’: cosa aggiunge ai fini di questo film?

      Supponiamo che io stracciassi tutta quella scena, niente code crackers o code wafers (rigorosamente alla cioccolata), come cambierebbe la storia?

      Gli Ewoks erano pure loro un’operazione di marketing di pupazzetti alla furby, cio’ nonostante avevano un ruolo all’interno del film. Il risultato era un po’ (tanto) ridicolo, ma almeno facevano parte della storia.

    • Fra X

      ” e ti fa sentire come se tutto il film ad un tratto abbia senso di esistere.”

      Ora non esageriamo. Lo eleva, ma anche senza era comunque la storia dell’ addestramento di Luke ecc… .

    • Fra X

      “Il risultato era un po’ (tanto) ridicolo”

      Mai visto nulla di ridicolo. XD

    • Fra X

      ” se lo prendiamo come un live action dei Duck Tales ci sta tutto!”

      DT ha dei cattivi in generale più riusciti! XD

    • Se si toglie la parte al casinò, si perde la crescita di Finn: da egoista in fuga “fortunato” a vero ribelle (lui sì che è un ribelle – l’unico apparso – anche in quedta trilogia perchè rinnega e si ribella al primo ordine di cui era parte; tutti gli altri sono la resistenza, perchè i ribelli erano quelli della trilogia originale/rogue one).
      Non è poca cosa questa crescita, frutto di una missione inutile, cioè fallimentare… e cosa dice Yoda sempre nello stesso film?
      Io onestamente tutte le critiche all’inutilità di certe parti, perchè si risolvono in un niente di fatto, in un film che edplicitamente dice che il fallimento è il più importante insegnante, proprio non le capisco.
      Tutto TLJ è un susseguirsi di fallimenti, sbagli e lezioni imparate

  7. Becco

    Cmq sta spocchia mondiale verso quelli a cui non è piaciuto mi ha rotto parecchio i coglioni. Il coraggio, l’innovazione… tenetevi il vostro animaletto dell’isola che urla per la quarta volta sul Millennium… tenetevi lo scherzo telefonico e il ferro da stiro e altre stronzate del genere. Film noioso come nessun altro Star Wars.

    Ma andatevene a fare un culo.

  8. Steven Senegal

    ma se mi metto vederlo senza averne mai visto uno, riesco a passare 2 orette? sta in piedi come trama a sè o le cose che non so mi pregiudicano peggio di igor il russo? mi basta vedermi solo il precedente?
    cioè riesco a dare un giudizio a sto film o devo per forza aver fatto la primaria di star wars e poi a 18 anni prendere la patente?
    cioè a parte quando si vede quel pinguino co-pilota che urla, il trailer non mi sembra male e lei c’ha quel non so che

    • Ruper Tevere

      Steven, a te piacciono i film per bambini?

    • Steven Senegal

      boh nel senso? chiaro che un minimo lo contestualizzo e non mi aspetto uomini che odiano le donne. Per dire mi guardo pure i marvel e i dc senza aver mai dato un cent all’edicolante, l’unica fortuna che ho è che me li faccio andare per come sono senza rompermi 3/4 di minchia con la coerenza e i nerd. Se ha ritmo, a tempo perso e in fase di ripiglio lo posso pure affrontare…

    • Ruper Tevere

      Secondo me il film è noiosetto, siamo lontani dal divertimento degli Avengers

    • Steven Senegal

      buonanotte

    • Ruper Tevere

      Non vorrei indirizzarti male. Calcola che io sono incazzato come una furia perché trovo il film noioso, una palla al cazzo allucinante. Peggio del secondo Avengers per dire.
      Secondo me se sei proprio vergine e vuoi vedertene uno bello guardati l’impero colpisce ancora, fottitene di star wars e non star wars, della famiglia skywalker e tutto ciò che non sta dietro lo schermo e divertiti.

    • LeChuck

      @Steven Senegal
      Preso a solo, secondo me, non è neanche male. Belle battaglie spaziali, belle scenografie, bella fotografia. Certo, resta sempre un “episodio VIII” di una saga. Riferimenti ai precedenti ce ne sono e ce ne devono essere, e comprenderli aiuta a seguire (meglio) il film. Il quale ha però alcune scene che, a detta di alcuni, ma non per altri, sono scritte male a prescindere dalla coerenza all’interno della saga o meno.
      E poi c’è quella ventina di minuti al casinò che è francamente imbarazzante.

    • AnnaMagnanima

      @steven io non so niente dei vecchi film di SW ma ho visto quello dell’anno scorso. questo nuovo non l’ho visto e non mi interessa però mi immagino che al tuo posto mi guarderei prima quello dell’anno scorso. che tanto poi le trilogie vecchie di sicuro le hai acquisite per induzione attraverso le citazioni in altre cose come nei simpson, nei griffin, in qualunque cartone con le citazioni. io comunque non me lo guardo. e se mi costringono, mi devono pure pagare il biglietto.

    • Fra X

      “che tanto poi le trilogie vecchie di sicuro le hai acquisite per induzione attraverso le citazioni in altre cose come nei simpson, nei griffin, in qualunque cartone con le citazioni.”

      E questo da una parte è sbagliato. XD

      “guardati l’impero colpisce ancora”

      Un film che a se stante però proprio non regge.

    • Steven Senegal

      signori e signora, grazie a tutti dei pareri meno che a fra x che ha preso sto sito per un forum e ha occupato per intero quella minchia di colonnina di destra degli ultimi commenti

    • Fra X

      Fino a prova contraria è disponibile la funzione “rispondi”. XD Comunque trovo peggio chi scambia questo blog per una chat (parlo in generale).

    • Capitan Ovvio

      @Steven se ti accontenti di badabum, effetti speciali, ambientazioni esotiche e comicità che in confronto i GDG sono i fratelli Marx allora si

  9. Darren Aaroneckart

    Ma ho visto lo stesso film vostro? No perché io, aderenza o no della quale non me ne frega comunque un beneamato, escluse un paio di scene l’ho trovato una rottura di coglioni di proporzioni bibliche!

    • max

      esattamente.

      2h di gran rottura di coglioni e noia con gente inutile sullo schermo di cui non frega una cippa a nessuno che sta li a raccontarci i loro sentimenti e perchè tutto questo è importante.

      Siamo in sala per vedere Luke, me lo fai vedere 20′, per 2/3 cerchi in tutti i modi di distruggergli il personaggio, poi mi dai il contentino finale ma me lo ammazzi in post produzione come uno stronzo qualsiasi.

      ma che gli venga la sciolta a RJ e a tutta la produzione.

    • Ruper Tevere

      Magistrale

  10. Bradlice Cooper

    Diavolo ho letto solo ora la recensione di Rrobe su Screenweek: è il ritratto di uno sfigato! Al di là delle opinioni divergenti sul film, che ci stanno, la sua premessa è una roba imbarazzante e infantile! Adesso comprendo e apprezzo ancora più il pezzo di Casanova!

    • Ruper Tevere

      Ma va la dai che scherza! Io non ho manco un gadget, un pupazzetto, una spada laser, mai fatto nessuna mascherata, mai organizzato visioni a casa mia con gli amici, niente di niente di niente…eppure potrei averla scritta io, complice un vago gusto per l’iperbole

    • Davide Linciaggio

      Caro Ruper Tevere, ma allora perchè farsi il sangue amaro? Continua tranquillo a vedere il tuo cofanetto della trilogia originale (se lo hai), non è che la Disney mette in piedi la Star Wars police e ti obbliga a farti piacere i nuovi film eh?

      Io dopo aver amato la trilogia del Signore degli Anelli ho visto il primo dello Hobbit, non ho apprezzato quello che ho visto/la decisione di fare una trilogia mi puzzava e i due dopo non li ho nemmeno visti e vivo felice! Il libro che apprezzo ce l’ho, i DVD extended ce li ho, che ti frega?

    • Ruper Tevere

      Mi frega di ammazzare il tempo e mi frega capire se non sono totalmente rimbambito. È veramente un film che ho trovato brutto e sciatto da un lato, sporco e ambiguo dall’altro. E mi ha messo tristezza e malinconia vedere un cinema che riesce a essere allo stesso tempo superficiale e contorto.

    • Fra X

      ” non ho apprezzato quello che ho visto/la decisione di fare una trilogia mi puzzava e i due dopo non li ho nemmeno visti e vivo felice! Il libro che apprezzo ce l’ho, i DVD extended ce li ho, che ti frega”

      Già! Essere delusi o.k., criticare o.k., ma poi allora meglio lasciar perdere ed ignorare certe operazioni. A me il primo “Transformers” non ha fatto impazzire ed è finita li e basta.

  11. The Mat(Bat)

    A beh, siamo a pagina 2.
    Non ho fatto in tempo a commentare il messaggio che segnala gli annullamenti delle leggi della fisica. Capisco e apprezzo, ma in un film non appena sento le astronavi che fanno rumore nello spazio la logica la mollo.

    Volevo solo fare un appunto sull’assenza di sistemi antincendio nella sala del trono… Ricordiamoci che la Scuola di Architettura di Coruscant ha come marchio di fabbrica/colpo segreto: pozzi senza fondo enormi, con passerelle minime e manco l’ombra di una ringhiera (e a tutti sembra normale) ; )

  12. Fra X

    Scusate, ma ancora paragoni con Ian Solo? Quest’ ultimo, per fare un esempio blando, è il tipico fighetto che alle superiori fa più presenza del secchione e o tranquillo di turno, ma che poi se vuole andare avanti nella vita deve cambiare (cosa che fa). Luke invece siamo noi scolari soliti che ci tocca studiare e prendere c…iate vedendo con invidia il menefreghista di turno, ma che maturando poi si vede la differenza. Infatti il Luke de IRDJ alla fine si innalza ed esprime tutto il percorso fatto da quando era il contadino che sognava di andare nello spazio.

    “mancano all’appello due o tre grandi maccosa sui quali voglio soprassedere, tanto immagino li citeremo nei comment”

    Eh, no. Così non vale! XD

    “Per quanto mi riguarda, una delle caratteristiche principali della Starwasaggine è quella di farmi cadere la mascella dallo stupore. Vedere cose nuove, inaspettate, trovarsi nella scomoda posizione di non sapere cosa aspettarsi. Cose che, personalmente, ho faticato a ritrovare in The Force Awakens.”

    Infatti la saga odierna di fantascienza di riferimento al cinema ora come ora per me è quella de “I guardiani della galassia”. XD

    “Dern si impegna alla stragrande per non farci notare che indossa un vestito molto brutto, facendo quello che le riesce meglio: la stronza. Missione compiuta.”

    E RJ è riuscito a non farci sembrare ridicola l’ acconciatura. XD Detto seriamente. A torto o ragione nel film di Abrams erano state rilevate ben più cavolate vere o presunte. Quì mi pare solo la cosa che riguarda Leila.

  13. AnnaMagnanima

    ciao mamma. sono su i400calci e colgo l’occasione per dire a tutti quelli che contano che a me di staruors non me ne frega una cippa!
    saluto tutto il condominio e il mio fidanzato che mi guarda da casa!

  14. Ruper Tevere

    A tutti quelli del team “se non ti piace cosa ti importa fattene una ragione”, vorrei ricordare che la rabbia accumulata che sfocia in violenza è bene. Ma dirò di più. Ovvero dirò che me ne sbatterei altamente se non fosse che di seguiti del Ritorno dello Jedi ne potevano fare uno, oppure una trilogia, e qui siamo già a due film su tre sprecati (ma sprecati è per essere buoni, per amore di argomentazione e non caricare) e un terzo irrimediabilmente compromesso, e il sogno di un seguito (un seguito vero) distrutto per sempre.

    Poi per il team tonti: ok è solo un film, i miei amati vecchi film (ma che mi tocca dire) non me li tocca nessuno e c’era di che aspettarselo nel merdaio generale.

    Infine, si guardano i film anche per parlarne, mica colpa mia se posso parlarne solo malissimo.

    • Fra X

      Anche questo è vero. Cioè, poi c’ è gente che si prende a botte per un pallone entrato in porta o meno per dire!
      Se io trovo che mi abbiano annullato il finale de IRDJ è giusto che lo dica. Poi ovviamente non avrà la stessa valenza se perdo il lavoro, una gamba… ci mancherebbe.

    • Ruper Tevere

      Sempre giusto prendersi a botte in ogni caso

    • Simone

      Ma poi inevitabilmente si tende sempre a pensare che in generale il fatto che il tal film piaccia incoraggia a farne di simili, e quindi che in un certo senso si debba chiarire se NO, non piace, cosí che magari gli onniscienti ricercatori di marketing o quel che é registrino un po’ e tengano conto che magari non va a tutti.

      Io non sono stato delusissimo o che so io anche perché onestamente dopo il Risveglio della Forza giá avevo poche aspettative (Rogue One peró mi é piaciuto abbastanza). Ma in generale é stato un film obiettivamente noioso. La lungaggine sul casino é stata totalmente inutile, e fondamentalmente l’unica giustificazione che ci viene data perché ci importi é che oh, *probabilmente* son tutti mercanti d’armi e quindi sfasciargli la cittá é una buona cosa. Ok. L’intero inseguimento é ridicolo nel come é impostato, uno, perché certamente é una roba che nella logica degli Star Wars passati non aveva molto senso, mai sentita dire la parola “carburante” in quest’intera serie, e due, perché comunque il modo di affrontarlo era tutto sbagliato. Qualcun altro ha notato che una scena cosí avrebbe dovuto essere claustrofobica. Sei dentro una scatoletta di latta, nello spazio, fuori il vuoto, e alle spalle un inseguitore implacabile che non ti lascerá andare finché non ti avrá raggiunto e fatto esplodere. L’atmosfera é tutta sbagliata, non ce ne si puó uscire con “ah, va beh, facciamo una sortita per andare SU UN ALTRO CAZZO DI PIANETA a cercare un hacker con cui infiltrarci sulla nave nemica con cui disattivare…” whatever. Se una situazione deve sembrare minacciosa bisogna che il senso di claustrofobia ci sia davvero, non che chi volesse potrebbe andarsene quando vuole (che poi quanto cretino é questo Primo Ordine che non spara alle navi che lasciano l’incrociatore e ha bisogno di un informatore per dirgli che la Resistenza sta – gasp! – scappando con delle scialuppe? Scialuppe che poi si vedono immediatamente dal finestrino, tra l’altro).

      Chiaro, fantascienza/fantasy, yadda yadda yadda. Ma uno deve avere comunque l’impressione che il mondo segua delle regole sue per avere un senso di tensione. Anziché “i protagonisti vincono perché so’ protagonisti e gli altri gli crepano intorno come mosche”. Ma seriamente, tra l’altro, dopo tutto quel quarantotto a Poe Dameron esattamente CHI glie l’ha levata la corte marziale e fucilazione per direttissima?

  15. Dave Miaotista

    Lo spirito del film è perfettamente rappresentato da quel breve momento in cui Luke Skywalker spiega a Rey che cos’è la Forza. Dice che c’è in tutte le cose viventi, e mentre lo dice vengono mostrati dei fiorellini che sbocciano; ma c’è anche in tutte le cose morte, e allora attenzione: a schiaffo giù nel sottosuolo, dove giace uno scheletro di pollo alieno. Quel pollo alieno mi ha ricordato moltissimo il fossile di pterodattilo del memory dei dinosauri a cui giocavo da bambino: era la mia carta preferita perché mia mamma lo chiamava “il pulàstar”, per mio sommo giubilo. Essendo io una persona nostalgica, questo ricordo mi ha scaldato il cuore. Essendo anche una persona semplice, subito dopo ho pensato che il mio vecchio memory e questo film siano rivolti allo stesso pubblico. Lo dico senza polemica. Solo con un pizzico di rammarico: speravo in qualcosa di un pulastàr alieno…

  16. Bald

    Non mi è piaciuto un granché, o meglio non mi ha dato chissà quali emozioni.

    Ed è SOLO questo che mi ha preoccupato, uscire dal cinema con una sensazione di “andiamo a mangiare, va’”, ma parliamo d’altro.

    Perché mi ha preoccupato questa situazione?

    1. Sono un fandemerda di Star Wars? No, nel senso, Star Wars mi è sempre piaciuto, passati nel dimenticatoio i nuovi episodi di Lucas, ma i vecchi visti, rivisti, e ancora se capita li guardo (addormentandomi spesso, ma felice e sempre emozionato).

    2. Sono diventato un quarantenne di merda tipo quelli/quelle che si incazzano se nevica e quindi hanno ucciso il bambino che era in loro e l’hanno tumulato chissà dove? No, Assolutamente NO, se nevica io sono fuori a fare lo scemo (da ragazzetto con la vecchia 500 da 10 cv scarsi, ora con una roba con 500 cv a trazione posteriore, cambia il mezzo ma tamarro ero e tamarro sono e tamarro voglio rimanere).

    Quindi? Semplicemente non è il mio target, non lo è più. Sì per Rogue One, spero sì per il prossimo Spin Off; no per questa nuova trilogia. Peccato, ma non mi diverte, non mi emoziona.

    Il target è la/il bimbetto/a.

    Aspetto Altered carbon e Westworld per emozionarmi un po’, ok sono serie e non film, ma tant’è.

  17. Il vero coraggio sarebbe fare un film fantasy in cui i cattivi finalmente vincono e iniziare qualcosa di nuovo e Epico da li.
    Ciao.

    • Ruper Tevere

      Questo è un film dove i cattivi vincono. Non c’è su schermo un’idea di bene che sia uno. Ergo male e bene sono uguali. Ergo, da buona tradizione occidentale del tempo che fu, quando bene e male sono uguali, è il male che sta portando avanti il discorso.

    • Parlo del idea di saga in generale non di uno specifico episodio. Ditemi il nome di una saga che sia una dove il mondo/universo del film alla fine viene comandato da un cattivo che sia realmente tale(esempio: un signore degli anelli dove un Sauron vince)?

  18. Dem0

    Sono d’accordo con la recensione, SW:TLJ non è un brutto film (l’ho preferito all’episodio VII) anche se lo ritengo inferiore alle 2 trilogie precedenti (al netto degli ewok, di Jar Jar e di Hayden Christensen). Il film intrattiene ed è quello il suo compito ma non è esente da difetti importanti: alcuni personaggi sono caratterizzati poco e male; l’umorismo a volte è troppo “spinto” e stempera la tensione; ci sono troppi riferimenti agli episodi V e VI anche quando sarebbero bastate delle “strizzate d’occhio”; alcune idee, ripescate da quello che un tempo era definito universo espanso, fuori dal contesto in cui sono nate non rendono quanto dovrebbero; il film lascia troppi interrogativi e rende ostico un loro sviluppo adeguato nel prossimo film.

  19. max

    il film è una merdata colossale, a questo si aggiunge pure il rumor dell’ ultima ora che per proteggere da spoilers gli attori e Mark manco sapessero che Luke crepava, e l’hanno ammazzato in post-produzione.

    Questa recensione non la capisco proprio.

  20. GGJJ

    Perdonatemi non ce l’ho fatta a leggere tutti i commenti, quindi dirò la mia molto brevemente.

    A me il film è piaciuto, e sono un fan appassionato e della prima ora di SW. E’ chiaro che è un’altra cosa rispetto a quello a cui eravamo abituati (mentre Rogue One è LA STESSA COSA, infatti è piaciuti principalmente ai “vecchi” come me), però è una cosa inevitabile. L’Episodio VII non andava bene perchè troppo simile all’originale, questo non va bene perchè troppo diverso..e decidiamoci. E’ chiaro che ci sono delle cose che lasciano perplesso, ma credo sia principalmente perchè sono un vecchio di merda. Mentre ci sono un sacco di cose fantastiche e che funzionano.

    Avevo paura, anche avendo letto questa recensione, che ci fossero troppe battutine, invece non sono poi cosi tante, in spirito e quantità alla fine simili ai momenti scemi della trilogia originale (anche Yoda percula non poco Luke quando va a farsi addestrare, non dimentichiamolo). Sarò cretino come Casanova, ma anche a me la scena iniziale ha fatto ridere

    • LeChuck

      @GGJJ

      Quindi, al netto di tutto, ma proprio tutto, il resto, a te sta bene una protagonista che riesce a fare tutto quel che serve “perché sì” (spiegazione ufficiale del film)? Senza un minimo di coerenza con tutto quello che avviene in ben due trilogie precedenti?

    • Pitch f. H.

      “Perché sì” è la motivazione ufficiale più giusta per qualsiasi cosa.

    • Pitch f. H.

      Comunque….

      WARNING SPOILER ALERT

      Nel terzo capitolo, Star Wars IX Black Diamond (titolo provvisorio), si scoprirà che Rey è in realtà un Nexus-10 e i Jedi defunti che appaiono in stile ologramma, in realtà sono prototipi di JOI.

    • GGJJ

      @LeChuck

      E’ la predestinata, concetto base non solo di SW ma anche di una quantità imbarazzante di storie fantasy o fantasy-like. Altrimenti ci sarebbe (ad esempio) da chiedersi com’è possibile, sapendo che i Jedi per diventare tali vengono addestrati PER DECENNI, che Luke Skywalker dopo tipo due pomeriggi di allenamento con Yoda prima impegni seriamente e poi nel secondo round prenda a calci in culo il Jedi più potente che sia mai esistito.

      Che a sua volta, a tipo 8 anni aveva sconfitto una FLOTTA di nemici. Dopo aver vinto la Parigi-Dakar galattica

    • LeChuck

      Anakin era il predestinato.
      E non mi sembra che nella Minaccia Fantasma lo vedi giocare con la volontà di altri o alzare frane che ostacolano la fuga degli amici, per dirne due. Perfino nell’Attacco dei Cloni lo vediamo allenarsi nella levitazione di una pera spaziale, a indicare che è ancora in addestramento per controllare i suoi poteri. Dopo un’addestramento di una decina d’anni.
      Rey?
      (cito un commento che ho letto in giro)
      “Rey la raccomandata dalla lobby del girl-power, che non deve fare un vero percorso fatto di difficoltà, fallimenti e anche di sacrifici (Luke ci ha lasciato una mano) per arrivare al successo. C’ha il girl-power, lei, è tosta! Mica deve farsi insegnare da Yoda.”

    • Easter Leeno Banphy

      @ Pitch f. H.
      Ti sbagli. le mie fonti confermano che il titolo provvisorio del IX capitolo è “Natale sulla Morte Nera” e che il figlio di Fernandello e Rey sarà Alessandro Siani.

    • Fiorello Mannaia.

      @LeChuck
      Si vede che hai imparato il significato di MARY SUE e ti piace ripeterlo (senza renderti conto che la stragrande maggioranza degli eroi sono, di fatto, mary sue), ma dovresti anche riguardarti il significato di “prescelto” o “predestinato”. Qui non si parla di prescelto starwarsiano (cioè Anakin è il prescelto dalla profezia), ma di prescelto come topos letterario. Il prescelto domina sugli altri PERCHE’ SI’ (in genere perché lo dice una profezia). Neo di Matrix o Harry Potter sono esempi.

      Luke si comporta allo stesso modo: è il “the one” dei suoi film, tant’è che riesce a sconfiggere Darth Vader con un addestramento minimo. Rey è un personaggio che si muove sulla stessa scia.

    • Easter Leeno Banphy

      @ Fiorello Mannaia
      Il tuo ragionamento ci stà, ma impone che di fatto Rey sia lo Jedi più potente mai esistito, e con uno scarto esagerato. Ora, aggiungici che si trova a confrontarsi con una lagna che quando si volta anche i cloni gli fanno le scoregge con l’ascella, capisci bene che non ne risulta uno scontro particolarmente coinvolgente. Non è un caso se già nel primo film la ragazzetta gli aveva fatto un culo così, a Fernandello…

    • Simone

      Va comunque detto che lei é potentissima e ha messo il cagazzo a Luke Skywalker, lui é malvagissimo e ha messo il cagazzo a Luke Skywalker, ma appena ucciso Snokes entrambi fanno la loro porca fatica a mettere al posto loro un po’ di guardie che sanno le arti marziali, hanno dei bastoni luminosi, e sono troppo sceme per capire che il vento é cambiato e se ci tengono alla pelle dovrebbero semplicemente star zitte e corroborare la versione “é caduto sulle scale, sulla sua spada laser, accesa, e poi é rotolato sul trono”.

    • Ruper Tevere

      Massì infatti è tutto una troiata senza senso e pure senza cuore.
      Vai capire lo Stanlio prima ed il Casanova poi.

  21. Ruper Tevere

    Film brutto, chiudiamola qui

  22. albano vitali

    visto ieri e devo ancora capire se mi è piaciuto o no. QUESTO COMMENTO HA UN SACCO DI SPOILER.
    In linea di massima un bel film, ma il ritmo è troppo altalenante, bellissime le scene come il duello nella miniera di sale o il duetto tra la protagonista e kylo ren, in generale Kylo conferma le potenzialità che mostrava nell’episodio 7, e poi Luke è sempre fico quindi cazzi. Note dolenti sparse: i personaggi nuovi fanno stra cacare. tutti insieme non hanno il carisma di un mezzo Lando Carlissian(tanto per dire il solito han solo), Rey boh, esiste, Finn una palla al cazzo inutile, e infatti si becca la scena nella città-casinò che fa pena, la cinese ancora peggio, e infatti con Finn condivide la scena pietosa e la storia “d’amore” più forzata della storia del cinema. Poe è quello meno peggio anche se ti viene voglia di vederlo morire schiantato contro un asteroide, molti stanno scrivendo che il personaggio è cresciuto ma a me sembra solo avere più spazio per essere inutile, non se ne salva uno e infatti nel momento in cui è uscito Del Toro ho pensato “finalmente un personaggio che ricorderò tra ben due settimane”. Inoltre davvero vedere chewbacca ridotto a comparsa che sparisce per intere scene mi fa davvero male al cuore, non se lo caga nessuno e io aspetto ancora il momento in cui lo fanno incazzare e fa una strage a colpi di balestra e strappando facce con gli artigli, sono fiducioso. Forse ci sono un paio di punti che non hanno mantenuto le aspettative come il dubbio sui genitori di Rey oppure i poteri di questo misterioso Snoke che nell’episodio 7 sembrava essere l’inferno in formato ologramma e a conti fatti si è rivelato essere una specie di verruca bruciacchiata uccisa in maniera idiota. Forse il dubbio iniziale mi rimarrà in eterno..boh.

  23. Marsellus Wallace

    Certo che cominciare una rece con le giustificazioni alle orrende critiche ricevute non promette bene, anche se di aiuto questo film ne ha bisogno, ma proprio tanto. Poi possiamo anche raccontarcela così se volete, a decidere se le battute di Han Solo 2.0 fanno ridere o no, e fingendo che i problemi non siano ben altri, tipo il fatto che questo film è del tutto privo di mordente. Nella resistenza muore chiunque e i quattro gatti scampati stanno tutti nel falcon ma per fortuna non frega un cazzo a nessuno perchè non ce n’è uno che vorresti rivedere vivo. Anche il tizio sith più potente dell’universo muore ma tanto non si sa chi fosse ne perchè era li. Serviva solo a far tirar fuori le palle a Darh Vader 2.0, ma non funziona perchè per il resto del film piange e si fa cazziare da Hux, quello che veniva preso per il culo all’inizio del film. Skywalker combatte, perde ma sopravvive perchè era in teleselezione. Poi spegne il cellulare e muore. Fosse andato la di persona finiva uguale e risparmiava i soldi del telefono. In sala gente che ride e gli va pure bene perchè gli altri bestemmiano, rimpiangendo il primo tempo che almeno si dormiva. Grazie Disney che mi fai risparmiare i 9 euro del capitolo IX.

  24. uqbal

    Poi mi taccio, ma…

    uno dei problemi maggiori di questo film, che, giova ricordare, non è un film autonomo, ma il capitolo di una saga, è che se strafrega degli archi narrativi e delle aspettative create nel primo film (VII, TFA). E talora nel film stesso. Chi se ne importa di chi vive e chi muore, della fedeltà ad un qualche spirito originale o della sospensione dell’incredulità…

    SPOILEEEER!

    HO DETTO SPOILER!

    Qua il problema è che le storie finiscono nel nulla.

    Nel VII c’era tutta una cosa mistica sulla spada che “chiamava” Rei. Ora la spada è spezzata in due dopo una lite da bambini. I flashback su Rei creati dalla spada stessa? Nel cesso. Magari poi ci ripensano, ma la cosa è stata presentata in maniera così significativa prima e così incurante dopo da generare un gran fastidio.

    C’era l’idea che Luke volesse in qualche modo essere trovato (avendo lasciato dietro di sé degli indizi), mentre ora vuole solo crepare in pace. Insomma, nulla.

    C’era il culto di Darth Vader, anche quello preso e buttato nel cesso (“Levati quella maschera…”. Che per certi versi poteva anche essere divertente, se ben giocata).

    C’era Finn che doveva trovare la sua strada, e invece niente.

    E certe cadute sono anche all’interno del film: la base ben difesa che non è difesa per niente, l’apriporte che sparisce dopo una scena, Rose che in due secondi e mezzo supera il lutto per la sorella…

    Sono critiche queste che hanno a che fare con le altre trilogie? No, grazie, abbiate la cortesia di notarlo, e buone cose.

    • McDevils

      Ifatti si vede che è stato girato da due registi diversi. Amen.

    • uqbal

      per la barcata di soldi che stanno facendo, potevano sforzarsi di farsi un paio di telefonate o di prendersi un aperitivo insieme

  25. sniffo

    Visto e spero di dimenticarlo presto.
    A parte le critiche già dette, mi pare di aver invece sentito parlare bene della battaglia spaziale iniziale. Partendo dal fatto che quella del 2° sopra il pianeta capitale a me pare molte spanne sopra, ma nessuno ha notato l’assurdità dell’esistenza dei bombardieri? Sono nello spazio e le bombe cadono per gravità?

    E poi adesso viene fuori che una astronave può essere usata come proiettile se lanciata a velocità iperspazio? Per l’amor di Dio! Bella la scena, ma praticamente diventano inutili tutte le astronavi grandi come città e forse anche la Morte Nera si poteva distruggere senza tante cazzate di punti deboli.

    Ah! Yoda mi ricorda tanto un Muppet. Non mi pareva facesse quell’effetto negli altri film.

  26. Harrison Chrysler

    una pseudoparodia vergognosa, uno schiaffo all’intera saga, anche agli episodi meno riusciti, che, dopo questa immane porcata, devono venir rivalutati, e di molto, ci si potrebbe scrivere un libro di tutte le stronzate di cui è infarcito questo film, dalla prima all’ultima scena, sceneggiatura e regia di un mentecatto, personaggi pessimi ed inutili, storia con più buchi di una forma di gruviera, recitazione ai minimi termini, non si salva nulla, persino il “maestro” John Williams vivacchia riproponendo una sostanziale rimasticatura di “the force awakens” più i temi base, ma senza guizzi, probabilmente, vedendo il girato del film, mentre componeva, si sarà depresso pure lui, come dargli torto.
    Da fan della sega, fin dal 1977, sono disgustato, non vedrò mai più un film di Ryan Johnson in vita mia.

  27. Giovi 88

    SPOILER

    Mi lancio subito nel confronto tra Episodio VII e VIII visto che va tanto di moda.. Qual’è il migliore? Io dico.. Rogue One. Perché Edwards in Rogue One ha dimostrato come si può fare un grande film di Star Wars, un film che concilia alla grande qualcosa di nuovo (non solo personaggi ma anche i concetti) con il rispetto della saga e delle scene iconiche che la rappresentano. In Episodio VII Abrams ha avuto fin troppo rispetto cadendo in più occasioni nella copia di Una Nuova Speranza, anche se il film mi è comunque piaciuto molto nella messa in scena e nei misteri proposti e lo riconosco, mentre Johnson invece ha ribaltato tutto in Episodio VIII.. Dai concetti legati alla forza, al bene e il male (già rivisti, e bene, in Rogue One va detto), fino ai misteri proposti da Episodio VII. Come volersi distaccare brutalmente dal primo episodio, sia nei contenuti che nella stessa continuità. Un po’ come quello che era accaduto tra Alien Covenant e Prometheus. Chi era Snoke? Chi se ne frega, morto. I genitori di Rey? Non è importante, due qualsiasi. Luke? Morto anche lui Phasma? Morta. Finn? Forse l’unico che doveva morire e fuori posto, ma sopravvissuto in una scena orrenda. Ma fortunatamente devo dire che per lo meno questi aspetti sono stati sorprendenti nonché coraggiosi, per un qualsiasi altro film funzionerebbero alla grande, e questo mi porta a dire che Gli Ultimi Jedi è validissimo come film a se stante ma un potenziale disastro come episodio della saga. Il concetto della forza invece l’ho trovato interessante, ma fino ad un cero punto: il regista l’ha esplorata profondamente come forse mai fatto finora nella saga, ma poi l’ha quasi ridicolizzata facendo passare il concetto che tutti possono averla. Insomma così come il lato “grigio” è uno dei concetti fondamentali in questo film, si può proprio dire che il film stesso si colloca in una zona grigia. Da amante dei film di fantascienza ne riconosco i pregi e il suo essere interessante dall’inizio fino alla fine, ma da amante della mitica saga anche io ho qualcosa da ridire e spero che il redivivo Abrams possa correggere il tiro in Episodio IX su alcune cose. Non sempre “abbasso il vecchio, viva il nuovo a tutti i costi” paga e Gli Ultimi Jedi ne è una chiara dimostrazione, si sarebbe potuto aspettare la nuova trilogia che arriverà tra qualche anno. Non concordo invece su chi critica (Mark Hamill compreso) il personaggio di Luke, a mio avviso straordinario dall’inizio alla fine nel suo essere Jedi rinnegato e disilluso. Un cambiamento che può starci. Peccato solo il mancato combattimento con spade laser alla fine contro Ren, sarebbe stato fantastico rivederlo completamente in azione. Finisco con le scenette stile Marvel strappa risatina facile: devo dire che ne avevo sentito parlare prima di vederlo ma per fortuna non mi hanno dato fastidio più di tanto. Ma del resto sono altri tempi, non è più quella galassia lontana lontana…

  28. Bo (ia) De Rek

    Questo film è figlio della Disney. Pensare che JJ non si rendesse conto di fare il clone di Episodio VI è abbastanza da sciocchi. Lo sapeva e lo ha fatto perché i prequel erano una merda, e un’altra merda avrebbe disintegrato un ipotetico futuro fatturato. Meglio giocare facile, dare un futuro a Star Wars piuttosto che rischiare.

    La Disney ha comprato un prodotto e la Disney lo deve vendere. Punto. Il film sarà buono (questo un altro), proporzionalmente tanto quanto alla Disney decideranno di sacrificare fatturato di pupazzi e neo principesse sull’altare del cinema.

    Secondo voi quando merchandise ha venduto Rogue One?

    Episodio VIII si porta dietro questa zavorra, come si porta dietro altra zavorra quando per forza di cose si deve occupare di gestire personaggi ingombranti.

    Aggiungi aggiungi aggiungi, alla fine, il film non decolla, e più di una volta ti ritrovi con le mani nei capelli a chiederti…perché.

    • Easter Leeno Banphy

      E infatti il problema stà tutto qui. Nessuno mette in dubbio la capacità di Disney di gestire i propri interessi. Come sarebbe andata a finire era stato ampiamente previsto e puntualmente si è verificato. TLJ è un film pigro, svogliato, copiato e zeppo di product placement. In pratica è un lungo e tedioso spot per i bombardieri Lego e per i bambolotti in RAL 9006 (argento cromato). Quello che invece non era in agenda è la sfrontatezza (certamente disinteressata) di gran parte della critica nel definirlo coraggioso. Coraggioso, un reboot. E copiato male. Se ciò non fosse abbastanza imbarazzante se la prendono col pubblico come se fosse quest’ultimo sotto esame. Fare buon cinema e fare cassa sono cose diverse, per chi non lo avesse ancora capito.

    • Samuel paidinfuller

      È coraggioso per quanto si può permettere di essere coraggioso un blockbuster disney che maneggia un franchise patrimonio della cultura di tutti, che fa girare fantastiliardi di $$$.

      Coraggio che si vede, oltre agli esempi citati da casanova e nei commenti, nello sfruttare un gimmick per piazzarti una parvenza di fiumi di sangue in un pg13 nell’AD 2017, o nella poco nascosta metafora tra l’uccidere i vecchi maestri per dare pieno spazio alle nuove leve e il liberarsi dall’ingombrante ombra della trilogia originale.

  29. Giovanni dalle Bande Nere

    Io ho comunque apprezzato molto che Luke, nel presentarsi nel pianeta di sale, abbia deciso di scorciarsi barba e capelli facendosi una tinta

  30. Frank Vegano

    Appena visto il film.
    Una troiata allucinante. Ed ho argomentato anche troppo.

  31. Nonnino

    Bello leggere i commenti, lo schierarsi a favore o contro, la passione … vi amo tutti, siete grandi!
    Banalmente, sono d’accordo con Casanova.

    Film visto con amici mogli e figli vari … figli che, osservo, hanno la stessa eta’ di quella che avevo io ai tempi di guerre stellari 77! Beh, vederli sussultare al pieno orchestrale sulla scritta star wars, sentire i loro commenti, le domande e le loro spiegazioni sulle varie scene, ehhh, intenerirebbe piu’ del principe felice e altri racconti di Wilde. Garantito.
    Immagine inoltre di quello che i fans piu’ intransigenti della saga non potranno mai trovare in questo film: la gioventu’ e le emozioni di allora.

    SPOILERSSS
    Il film? Piacevole, per aver provato, seppur per poco, quella sensazione non comune agli ultimi due (ep. VII e rogue one) dovuta alla domanda: e adesso come andra’ avanti? Questo dopo che nei primi cinque minuti il primo pensiero e’ stato: manca la neve e il cippicippi fra ian e leila, e siamo di nuovo al remake. Poi vabbe’, la struttura a paralleli fra pianeta con discepolo-maestro vs. resto della combriccola con le pezze al c… e’ quella dell’impero colpisce ancora ma chissenefrega, idem per altri millemila similitudini paragoni copie e affini. Povero Hamill che si lamentava trent’anniepassa fa della solitudine sul set dell’impero colpisce ancora, ci credo che poi sbrocchi…
    Il resto mi ricordava come evoluzione quella del film horror, con il gruppetto di personaggi via via decimati fino alla fine, quando l’ultimo/a rimasto/a riesce a scappare (ma nel bagagliaio c’e’ freddy kruger che fa a fettine la ruota di scorta, nel frigorifero si muove alien, spunta il riso di un critter da una ciotolina di riso)
    Nessuno ri-parla dello stile prima e seconda guerra mondiale? bombardieri (concordo: nello spazio, un maccosa SMODATO), le trincee nel pianeta salato, trabiccoli stile la caduta delle aquile contro il cannone di starblazer/yamato alias la grande berta …

    Da ultimo: Luke in teleselezione… grande Marsellus Wallace! Ti meriti un premio … in gettoni telefonici da duecentolire!

  32. Shiroi91

    Questo è come un film Star Wars dovrebbe essere.
    https://youtu.be/RjG61DoDzN8
    In 20 minuti c’è più pathos, realisticità, attenzione per i dettagli, caratterizzazione dei personaggi, senso registico ed epicità che in tutte le ore di quelle patetiche commedie Disney per ragazzini.

    Spero che il progetto Netlix sia a questo livello e ridoni a noi appassionati la vera nuova serie tanto attesa.

  33. Simone

    SPOILER
    Solo a me è piaciuta tutta la parte nel casinò? Finalmente si vede un po’ di vita in sto mondo, non i soliti buoni contro cattivi o le taverne piene di gente losca.
    A me è piaciuto abbastanza, niente di epocale però sicuramente meglio del Risveglio della forza che era solo una noiosa copia di Una nuova speranza.

    Poi condivido tutto quello che è stato detto su Snoke, e sulla tipa con l’armatura cromata, anche se ho apprezzato la morte del primo come colpo di scena, anche se era lecito aspettarsi qualcosa di più sulla sua caratterizzazione (oltre al fatto che per essere un personaggio potentissimo muore in modo idiota).

    Phasma invece è proprio inutile: che senso ha pubblicizzare tanto un personaggio se poi in entrambi in film compare per trenta secondi e non fa assolutamente nulla?

    • Andrea

      Sono d’accordo con quelli a cui non e’ piaciuto: un frullato lunghissimo delle solite situazioni e scene (“astronavi che si rincorrono in pertugio stretto”, “personaggi che cavalcano cose/animali velocissimi” ecc). Non solo: 1) gli attori sono pessimi e senza carisma (Kylo Ren sembra un brufoloso studente mezzo nerd, Rey inespressiva da far piangere, ecc, solo Del Toro fa vedere che significa azzeccare un attore). 2) L’art e set design tradiscono la cronica mancanza di originalita’ della fantascienza contemporanea americana (le uniche astronavi e macchinari memorabili sono le solite della prima trilogia, le scenografie straviste da sembrare uscite da un videogioco). Grazie soprattutto a Mark Hamill e’ meglio dell’inguardabile precedente, ma c’e’ chi si accontenta perche’ “siamo nel mito”…

  34. sbarabaus

    wow, concordo al 100% con la recensione

    questo film è per metà merda e per metà figo: sempre meglio di 3 ore di mediocrità, tanto merda e mediocrità me le dimentico allo stesso modo

  35. Past

    per me è si,

    concordo con alcune lungaggini centrali, tipo l’inseguimento che dura un mese e il salvataggio dei cavalli con la faccia da sorcio, ma per il resto il film funziona bene, rinnova la saga, finalmente per ora….perchè adesso torna JarJar Abrams e mette tutto apposto…

  36. Diavolo Lansbury

    E’ tutto bellissimo.
    Gente che apprezza, gente che odia. Gente che specula, gente che si limita a guardare. Gente che si sente tradita, gente che si sente conquistata.

    E intanto se ne parla, la Disney incassa e Star Wars prosegue nel suo cammino verso “l’immortalità”.

    E sono abbastanza sicuro che a Natale 2020 il cofanetto con la nuova trilogia, anzi, IL MEGA COFANETTO GALATTICO coi 9 episodi in edizione limitata, in pelle di wookie, a 350€, andrà a ruba.

  37. Capitan Ovvio

    No perdio NO! Queto film è LAMMERDA! E non c’entra un cazzo l’aderenza o meno a SW, non ha un senso logico ed è scritto da cani, con questo forzatissimo umorismo ogni 20 secondi da bimbiminkia yankee che sennò non gli riesce di restare concentrati più di due cambi d’inquadratura.
    Lo schifo e la merda, senza nessuna giustificazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.