Crea sito

Archivio delle etichette: mostri

Svariati mostri piuttosto grossi: Godzilla: King of the Monsters

Non esiste buco di sceneggiatura che un mostro molto grosso non possa riempire.

Se non ora, quando: Hellboy

Di quella volta che tutti parlarono male di un film zozzo, sanguinoso e divertente.

Tipo La forma dell’acqua ma con più mostri: Pacific Rim: La rivolta

Dove Stanlio prova a ingannare il SEO e sperimenta con il clickbaiting. In più: un film di mostri e robottoni

Il racconto dei racconti, ovvero di quella volta che a Cannes non c’erano solo italiani piagnoni

Abbiamo fatto un film fantastico pure noi italiani e non ci è venuto malaccio.

Stanlio Kubrick

Vi racconto un aneddoto su Vin D&Diesel

Una piccola storia sul miglior Dungeon Master di sempre

Cercasi Gesù per la fine del mondo: la redenzione di The Remaining

Dove Stanlio Kubrick entra in contatto con il mondo degli horror evangelici, e sì, il typo nel titolo è un arguto gioco di parole

Richard B. da Marte: la recensione di Riddick

Ovvero quando Vin Diesel divenne MacGyver versione Pixar con la faccia di Tom Hanks in Predator – NELLO SPAZIO!

Lascia l’ascia e accetta l’accetta: una battuta che non era ancora stata fatta su Hatchet III

Quel ciccia di Adam Green sforna il terzo capitolo dello slasher Hatchet: meno sgradevole del secondo, non ancora figo come il primo. Ma tante risate, tanti arti strappati e a un certo punto, così, dal nulla, compare pure Sid Haig.

Mostrologia: Il mostro della laguna nera (una vita per la fica)

Inspiegabilmente rientrato tra i mostri classici in virtù di tre film in croce di cui solo uno veramente di successo. L’Uomo Branchia è un caso anche cinematografico.

Escono anche dai fottuti storaggi! (Storage 24: una recensione indispettita)

Ennesimo ripoff di Alien di cui sentivamo così tanto il bisogno. Sei tizi di cui non potrebbe fregartene di meno sono bloccati in un deposito con un mostro alieno che gli dà la caccia. Probabilmente perché parlano dei loro sentimenti per tutto il tempo e pure lui s’è rotto il cazzo di starli a sentire.