Crea sito
George Rohmer

L'angolo di George Rohmer

Post | Blog | Biografia
Nel giorno in cui nasce George Rohmer, la Terra viene bombardata dalle radiazioni atomiche di una sonda proveniente dal pianeta Venere. A causa di esse, il piccolo George nasce morto, ma si rianima subito dopo. Dopo aver lavorato alcuni anni nel contrabbando delle sigarette di cioccolato, nei suoi pellegrinaggi per la brughiera George incontra un contadino cieco e oppiomane che lo inizia ai grandi segreti della Settima Arte. Decide così di fare il regista, ma dopo una manciata di B-movie fatti col cuore e poco altro, come il cult semi-autobiografico Raggio verde: distruzione uomo, George assiste a un double feature di Zombi 2 e Milano Calibro 9 e decide che sia impossibile fare di meglio. Abbandona così la regia e si dedica al giornalismo cinematografico, ma purtroppo viene continuamente cacciato dalle redazioni per via del suo olezzo cadaverico. Finché un giorno non incontra Nanni Cobretti e scopre di poter lavorare da casa senza impestare la redazione dei 400 Calci, che lo accoglie un po' schifata ma tollerante.

American Assassin: un film con Michael Keaton e Scott Adkins. Però brutto eh!

Il puntatone speciale di Homeland con un adolescente incazzato al posto di Carrie Mathison.  »

Tema: il mio Stephen King preferito al cinema – The Mist

Something in the mist took George Rohmer.  »

The Fast and the Eastwood: Overdrive e i film per FAMIGLIA

In cui Scott Eastwood è stato rimandato a Fast & Furious e pertanto spedito ai corsi di recupero.  »

R.I.P. Umberto Lenzi

6 agosto 1931 – 19 ottobre 2017  »

Niente lacrime, poca pioggia: la rece di Blade Runner 2049

Un sequel così di certo non potevamo immaginarlo.  »

Ma di che stiamo parlando?! AKA un’opinione fomentatissima di Valerian

Dove George Rohmer ci va giù delicatissimo su quanto gli sia piaciuto l’umile filmetto di Besson  »

Vola colomba bianca vola, ma al ralenti: i400Calci intervistano John Woo!

Di quella volta che ci siamo seduti di fronte a uno dei più grandi registi viventi e abbiamo parlato di colombe, ralenti, amicizia e dei vent’anni di Face/Off  »

Cinema di Mena, Arkansas: la recensione di Barry Seal

Di Tom Cruise stronzo, sogno americano e film su Pablo Escobar che hanno rotto il cazzo  »

Metaforoni a forma di simmia: la recensione di The War – Il pianeta delle scimmie

In cui la Trilogia delle Simmie si conclude in un mare di velleità, però che cazzo le vuoi dire?  »

Un altro Mad Dog è possibile: Cane mangia cane

Nicolas Cage mangia Nicolas Cage.  »