Crea sito
George Rohmer

L'angolo di George Rohmer

Post | Blog | Biografia
Nel giorno in cui nasce George Rohmer, la Terra viene bombardata dalle radiazioni atomiche di una sonda proveniente dal pianeta Venere. A causa di esse, il piccolo George nasce morto, ma si rianima subito dopo. Dopo aver lavorato alcuni anni nel contrabbando delle sigarette di cioccolato, nei suoi pellegrinaggi per la brughiera George incontra un contadino cieco e oppiomane che lo inizia ai grandi segreti della Settima Arte. Decide così di fare il regista, ma dopo una manciata di B-movie fatti col cuore e poco altro, come il cult semi-autobiografico Raggio verde: distruzione uomo, George assiste a un double feature di Zombi 2 e Milano Calibro 9 e decide che sia impossibile fare di meglio. Abbandona così la regia e si dedica al giornalismo cinematografico, ma purtroppo viene continuamente cacciato dalle redazioni per via del suo olezzo cadaverico. Finché un giorno non incontra Nanni Cobretti e scopre di poter lavorare da casa senza impestare la redazione dei 400 Calci, che lo accoglie un po' schifata ma tollerante.

40 anni di cinema di supereroi: Superman (1978)

Il film-evento da cui partì il genere più popolare che esista oggi al cinema, nonché il film perfetto da mostrare a qualcuno che non sa cos’è il cinema.  »

Tonni di un futuro futuro: la recensione di Upgrade

Quando non puoi permetterti il branzino, il tonno può andare bene uguale.  »

Convegno Mondiale del Cinema di Menare IV “Lei non sa chi sono io”

George Rohmer vi parla della figura dell’eroe hollywoodiano nell’epoca dell’uno vale uno.  »

Not Another Cloverfield Movie: la recensione di Overlord

Meno catrame, più sombi nasisti  »

Yuppies – Trent’anni dopo: Essi vivono

Il 4 novembre 1988 usciva negli USA Essi vivono, del Maestro John Carpenter. Oggi il suo messaggio è più forte e attuale che mai. Ve ne parlano George Rohmer e Nanni Cobretti.  »

Ripassi facoltativi: Halloween II – Il signore della morte (1981)

Il sequel che Carpenter non avrebbe voluto fare e che David Gordon Green ha bellamente ignorato  »

Ripassi obbligatori: Halloween – La notte delle streghe (1978)

Del perché Halloween non fa più paura come allora, e del perché questo non è poi così importante  »

La pazienza dell’assassino: The Equalizer 2 – Senza perdono

Torna il nostro/vostro umarell di menare preferito.  »

Quel Pomeriggio Cinque di un giorno da cani: 211 – Rapina in corso

Tra Black Hawk Down ed End of Watch… ci sono la C e la D.  »

Twenty-twenty-24 Hours to Live

La nuova onda di registi provenienti dagli stunt si infrange contro il nuovo muro di sceneggiatori provenienti dalla cacca.  »