Crea sito

Premi Sylvester 2014: le nomination

Il premio Sylvester

Cari fancalcisti, care fancalciste.
Ebbene sì, è il giorno più atteso dell’anno: i Premi Sylvester 2014!

È incredibile quanta strada abbiano fatto in cinque anni: da premio più importante dell’Universo a premio largamente più importante dell’Universo.
Inizialmente i Sylvester volevano essere un semplice atto di carità verso quelli di voi che se non leggono le classifiche di fine anno poi non sanno cosa guardare e per rimediare vanno in giro a dire che non hanno la tv, ma pian pianino il loro prestigio si è ingigantito fino a diventare motivo di vera e propria guerra fra paesi civili (e conosco almeno due morosi che si sono mollati).
Noi però, ve lo giuriamo, siamo gli stessi umili di sempre: in cuor nostro non amiamo le fredde statistiche e vogliamo soltanto buttare giù una lista sparsa di cose che ci sono piaciute, come piccolo riassunto della stagione passata e ovviamente come scusa per farvi spingere un casino di bottoni che sappiamo che ne andate ghiotti.
Insomma: fate il tifo, insultatevi, picchiatevi male con l’ausilio di armi illegali, ma ricordatevi sempre di farlo e accettarlo col sorriso sulle labbra e di stringervi la mano a premiazione finita. Fancalcismo è amicizia. Violenta, ma amicizia.
Da parte nostra, noi come tutti gli anni terremo la cerimonia dal vivo al PalaEsperanza di Valverde.
Voi non potete venire, ma non immaginatevi chissà che, è principalmente una scusa per fare del gran networking e magari cogliere l’occasione per staccare una gamba a coltellate a chi ci sta vagamente antipatico.
In compenso, e questa è la cosa che vi interessa di più, anche quest’anno i prodi Casanova Wong Kar-Wai e Bongiorno Miike in persona condurranno una spettacolare cronaca radiofonica della premiazione dei Sylvester, che potrete ascoltare mercoledì 22 gennaio alle ore 21.30 di sera in streaming su Radio TSO (non spaventatevi se quando ci cliccate non funziona, sarà attiva al momento giusto).
Aspettatevi chicche incredibili tra ospiti speciali, collegamenti con cerimonia e red carpet, intrattenimento musicale di prim’ordine e tanta stagnola.
E voi potrete commentare sul Twitter usando l’hashtag #Sylvester2014, bevendone un paio dalla comodità della vostra poltrona e ringraziando il cielo di non dover parcheggiare nella giungla non custodita a fianco del PalaEsperanza come tutti gli altri.
Detto questo, ricordiamo il regolamento, anche se è sempre lo stesso (oppure no? suspance…):

  • sono eleggibili tutti i film da noi recensiti nell’anno solare 2013, esclusi quelli palesemente datati (es.: Haxan) ma inclusi quelli che tecnicamente sgarravano di poco (es.: Manborg)
  • siccome però avevamo l’impressione che gli altri anni capiste il regolamento con eccessiva sicurezza, abbiamo deciso per confondervi di includere qualche eccezione, ovvero film recensiti nel 2012 ma che hanno trovato una reperibilità decorosa soltanto quest’anno
  • non sono eleggibili i film che non abbiamo recensito (questo non volevo specificarlo, ma Adulto Di Cognome Spiegoni mi ha detto che era importante)
  • potete votare tutte le categorie che volete, ma non siete obbligati a votare in tutte le categorie
  • potete votare una volta sola, a meno che non siate dei criminali del computer
  • a volte può sembrare di no, non lo nego, ma fidatevi che abbiamo ragione noi
  • per votare ci si posiziona col… dove c’è quel… corrispondente all’opzone desiderata, nella cui categoria… se siete in difficoltà dovrebbero esserci dei tutorial su Youtube
  • avete tempo fino a lunedì della prossima settimana, alle ore “quando mi ricordo”
  • non copiate!
  • non cercate la soluzione su Google!
  • se avete delle questioni in fondo al post ci sono esaurienti F.A.Q., con tutte (ma proprio tutte) le cose che non dormite se non le sapete
Nanni Cobretti annuncia le nomination in conferenza stampa dalla nuca di Matt Damon

Nanni Cobretti annuncia le nomination in conferenza stampa dalla nuca di Matt Damon

A voi le nomination, e che si dia il via allo schiacciaggio dei bottoni… ORA!

MIGLIOR FILM ACTION

  1. Pacific Rim (63%, 930 Votes)
  2. Fast & Furious 6 (25%, 371 Votes)
  3. The Last Stand (5%, 72 Votes)
  4. Cani Sciolti (4%, 61 Votes)
  5. Manborg (3%, 52 Votes)

Voti totali: 1.486

Loading ... Loading ...

MIGLIOR FILM HORROR

  1. L’evocazione (39%, 366 Votes)
  2. You’re Next (21%, 198 Votes)
  3. Maniac (17%, 160 Votes)
  4. V/H/S 2 (16%, 146 Votes)
  5. The Collection (7%, 63 Votes)

Voti totali: 933

Loading ... Loading ...

MIGLIOR ECCEZIONE MERITEVOLE

  1. Django Unchained (37%, 573 Votes)
  2. Gravity (23%, 355 Votes)
  3. The World’s End (22%, 340 Votes)
  4. Rush (9%, 146 Votes)
  5. Pain & Gain (8%, 126 Votes)

Voti totali: 1.540

Loading ... Loading ...

MIGLIOR REGISTA ACTION

  1. Guillermo Del Toro (Pacific Rim) (53%, 742 Votes)
  2. Justin Lin (Fast & Furious 6) (24%, 335 Votes)
  3. Shane Black (Iron Man 3) (17%, 236 Votes)
  4. Astron-6 (Manborg) (5%, 65 Votes)
  5. Isaac Florentine (Ninja 2) (2%, 26 Votes)

Voti totali: 1.404

Loading ... Loading ...

MIGLIOR REGISTA HORROR

  1. James Wan (L’evocazione) (46%, 417 Votes)
  2. Timo Tjahjanto e Gareth Evans (V/H/S 2) (23%, 207 Votes)
  3. Adam Wingard (You’re Next) (13%, 114 Votes)
  4. Franck Khalfoun (Maniac) (11%, 102 Votes)
  5. Marcus Dunstan (The Collection) (6%, 57 Votes)

Voti totali: 897

Loading ... Loading ...

MIGLIOR ATTORE

  1. Samuel L. Jackson (Django Unchained) (41%, 577 Votes)
  2. The Rock (Pain & Gain ) (21%, 304 Votes)
  3. Idris Elba (Pacific Rim) (21%, 295 Votes)
  4. Arnold Schwarzenegger (Escape Plan) (10%, 141 Votes)
  5. Mark Wahlberg (Cani Sciolti) (7%, 101 Votes)

Voti totali: 1.418

Loading ... Loading ...

MIGLIOR ATTRICE

  1. Jessica Chastain (Zero Dark Thirty) (35%, 428 Votes)
  2. Sandra Bullock (Gravity) (30%, 367 Votes)
  3. Amber Heard (Machete Kills) (19%, 235 Votes)
  4. Vera Farmiga (L'evocazione) (10%, 122 Votes)
  5. Sharni Vinson (You’re Next) (4%, 54 Votes)

Voti totali: 1.206

Loading ... Loading ...

MIGLIOR MANZO

  1. Chris Hemsworth (Rush) (26%, 352 Votes)
  2. Idris Elba (Pacific Rim) (23%, 308 Votes)
  3. Jason Statham (Parker) (21%, 288 Votes)
  4. Jamie Foxx (Django Unchained) (19%, 259 Votes)
  5. Charlie Hunnam (Pacific Rim) (10%, 133 Votes)

Voti totali: 1.340

Loading ... Loading ...

MIGLIOR GNOCCA

  1. Gemma Arterton (Hansel and Gretel) (36%, 458 Votes)
  2. Amber Heard (Machete Kills) (35%, 447 Votes)
  3. Liz Olsen (Oldboy) (11%, 146 Votes)
  4. Tanit Phoenix (Death Race 3) (10%, 130 Votes)
  5. Alexandra Daddario (Texas Chainsaw 3D) (8%, 104 Votes)

Voti totali: 1.285

Loading ... Loading ...

MIGLIOR ATLETA

  1. Gina Carano (Fast & Furious 6) (34%, 391 Votes)
  2. Olga Kurkulina (Kick Ass 2) (26%, 297 Votes)
  3. Scott Adkins (Ninja 2) (18%, 208 Votes)
  4. Marko Zaror (<a href="Marko ZarorMachete Kills) (12%, 138 Votes)
  5. Joe Taslim (Fast & Furious 6) (9%, 103 Votes)

Voti totali: 1.137

Loading ... Loading ...

MIGLIOR ANIMALE

  1. Gli squali per aria (Sharknado) (64%, 664 Votes)
  2. Il bulldog (Pacific Rim) (17%, 176 Votes)
  3. Il caprone (Le streghe di Salem) (12%, 127 Votes)
  4. Il gorilla senza pelle (Crawlspace) (3%, 36 Votes)
  5. Il cane da combattimento (The ABCs of Death) (3%, 33 Votes)

Voti totali: 1.036

Loading ... Loading ...

MIGLIOR MOSTRO

  1. Il kaiju col nasone (Pacific Rim) (57%, 567 Votes)
  2. Milo, il mostro che vive nel culo (Bad Milo) (21%, 207 Votes)
  3. Hans il pentolone con le gambe (Frankenstein’s Army) (8%, 75 Votes)
  4. Il diavolo (V/H/S 2) (7%, 72 Votes)
  5. Lo scheletrone in stop motion (Manborg) (7%, 68 Votes)

Voti totali: 989

Loading ... Loading ...

MIGLIOR COMPARSATA

  1. Jason Statham (Fast & Furious 6) (32%, 347 Votes)
  2. Don Johnson (Django Unchained) (28%, 306 Votes)
  3. Pierce Brosnan (The World’s End) (17%, 187 Votes)
  4. Chris Evans (Thor: The Dark World) (15%, 159 Votes)
  5. Simoncino (Tulpa) (9%, 97 Votes)

Voti totali: 1.096

Loading ... Loading ...

MIGLIORI EFFETTI SPECIALI

  1. Pacific Rim (53%, 595 Votes)
  2. Gravity (30%, 338 Votes)
  3. Star Trek Into Darkness (8%, 87 Votes)
  4. Elysium (7%, 76 Votes)
  5. Oblivion (3%, 31 Votes)

Voti totali: 1.127

Loading ... Loading ...

MIGLIOR SCENA SPACCATUTTO

  1. Robottoni contro mostri a Hong Kong (Pacific Rim) (61%, 690 Votes)
  2. Il carroarmato in tangenziale (Fast & Furious 6) (18%, 206 Votes)
  3. Il crollo della Black Enterprise (Star Trek Into Darkness) (8%, 94 Votes)
  4. La distruzione di Metropolis (Man of Steel) (8%, 94 Votes)
  5. La sequenza finale sul treno (The Lone Ranger) (4%, 48 Votes)

Voti totali: 1.132

Loading ... Loading ...

MIGLIOR OMICIDIO

  1. Riddick, incatenato, affetta la testa di tizio calciando un machete (Riddick) (29%, 239 Votes)
  2. Il frullatore in testa (You’re Next) (20%, 168 Votes)
  3. Russell Crowe ritaglia la pancia di un ciccione (L'uomo dai pugni di ferro) (20%, 167 Votes)
  4. Massacro con la falciatrice in discoteca (The Collection) (18%, 153 Votes)
  5. Brodo smembrato e scalpato dai suoi manichini (Maniac) (13%, 110 Votes)

Voti totali: 837

Loading ... Loading ...

MIGLIOR COMBATTIMENTO

  1. Gina Carano vs Michelle Rodriguez (Fast & Furious 6) (36%, 341 Votes)
  2. I due mandinghi (Django Unchained) (30%, 284 Votes)
  3. Arnold Schwarzenegger vs Eduardo Noriega (The Last Stand) (14%, 129 Votes)
  4. La battle royale fra strappone (Death Race 3) (11%, 99 Votes)
  5. Scott Adkins vs Tim Man (Ninja 2) (9%, 84 Votes)

Voti totali: 937

Loading ... Loading ...

MIGLIOR MACCOSA

  1. Il papà di Superman si sacrifica per salvare un cane e Superman lo lascia morire (Man of Steel) (37%, 427 Votes)
  2. Brad Pitt provoca lo schianto di un aereo lanciando una granata e sopravvive mettendo la cintura (World War Z) (21%, 248 Votes)
  3. Il tornado ripieno di squali (Sharknado) (19%, 221 Votes)
  4. Vin Diesel decolla per salvare Michelle Rodriguez (Fast & Furious 6) (15%, 180 Votes)
  5. Barack Obama spara ai cattivi col bazooka sul prato della Casa Bianca (White House Down) (8%, 93 Votes)

Voti totali: 1.169

Loading ... Loading ...

PREMIO BESSON D’ORO (al peggior action non prodotto da Luc Besson)

  1. The Wolverine (40%, 360 Votes)
  2. Oldboy (28%, 255 Votes)
  3. Machete Kills (19%, 172 Votes)
  4. Getaway (8%, 76 Votes)
  5. All Superheroes Must Die (5%, 43 Votes)

Voti totali: 906

Loading ... Loading ...

PREMIO NISPELODEON (al peggior horror non diretto da Marcus Nispel)

  1. Non aprite quella porta 3D (43%, 268 Votes)
  2. Stoker (24%, 149 Votes)
  3. House at the End of the Street (17%, 103 Votes)
  4. The Haunting In Connecticut 2: Ghosts in Georgia (12%, 71 Votes)
  5. Nothing Left to Fear (4%, 26 Votes)

Voti totali: 617

Loading ... Loading ...

PREMIO CAGNACCIO

  1. Jaden Smith (After Earth) (45%, 458 Votes)
  2. Ryan Gosling (Solo Dio perdona) (18%, 178 Votes)
  3. Henry Cavill (Man of Steel) (17%, 170 Votes)
  4. Charlie Hunnam (Pacific Rim) (15%, 149 Votes)
  5. Matthew Goode (Stoker) (6%, 58 Votes)

Voti totali: 1.012

Loading ... Loading ...

PREMIO CAGNACCIA

  1. Tara Reid (Sharknado) (28%, 249 Votes)
  2. Selena Gomez (Getaway) (27%, 238 Votes)
  3. Rinko Kikuchi (Pacific Rim) (19%, 174 Votes)
  4. Michela Cescon (Tulpa) (17%, 152 Votes)
  5. Bianca "Bree" Van Damme (UFO) (9%, 84 Votes)

Voti totali: 897

Loading ... Loading ...

PREMIO NIC CAGE (alla peggior pettinatura Nic Cage escluso)

  1. L'intero cast di L'uomo dai pugni di ferro (32%, 295 Votes)
  2. Jean-Claude Van Damme (Enemies Closer) (31%, 292 Votes)
  3. Zachary Quinto (Star Trek Into Darkness) (19%, 181 Votes)
  4. Sharlto Copley (Oldboy) (9%, 85 Votes)
  5. Mark Hamill (Sushi Girl) (8%, 76 Votes)

Voti totali: 929

Loading ... Loading ...

Loading ... Loading ...

MIGLIOR POSTER

  1. Pacific Rim (39%, 397 Votes)
  2. Nymphomaniac (35%, 355 Votes)
  3. Oblivion (11%, 107 Votes)
  4. You're Next (10%, 104 Votes)
  5. V/H/S 2 (4%, 44 Votes)

Voti totali: 1.007

Loading ... Loading ...

MIGLIOR BATTUTA

  1. “I count six shots, nigger!” “I count two guns, nigger!” (Django Unchained) (46%, 515 Votes)
  2. “One: don't you ever touch me again. Two: don't you ever touch me again.” (Pacific Rim) (18%, 198 Votes)
  3. “I still think nothing that has been suggested in the last 10 minutes beats 'smashy smashy egg men'” (The World’s End) (18%, 198 Votes)
  4. "Jesus Christ himself has blessed me with many gifts! One of them is knocking someone the fuck out!" (Pain & Gain) (15%, 167 Votes)
  5. “How were we supposed to know that you were really good at killing people - which is actually sort of weird by the way?” (You’re Next) (4%, 41 Votes)

Voti totali: 1.119

Loading ... Loading ...

MIGLIOR SPOT CON KEVIN BACON

  1. Trenino con Kevin Bacon! (48%, 275 Votes)
  2. I Bacons scelgono un film (22%, 127 Votes)
  3. 6 degrees of Kevin Bacon (14%, 81 Votes)
  4. I Bacons vanno al cinema (13%, 73 Votes)
  5. 6 degrees of Kevin Bacon - part 2 (3%, 19 Votes)

Voti totali: 575

Loading ... Loading ...

PREMIO JIMMY BOBO (al nome più ridicolo)

  1. Mark Chiappone (23%, 259 Votes)
  2. Jinjipa Puppa (20%, 224 Votes)
  3. Vicky Vacca (15%, 174 Votes)
  4. Michael C. Maronna (14%, 159 Votes)
  5. Peewee Piemonte (8%, 94 Votes)
  6. Rocco Larizza (8%, 91 Votes)
  7. Mikko Macchione (8%, 86 Votes)
  8. Magno Borgo (3%, 38 Votes)
  9. Alex Corven Caronia (2%, 18 Votes)

Voti totali: 1.143

Loading ... Loading ...

Ce l’avete fatta?
Se sì, siete davvero portati per l’informatica.
Se no, provate a spegnere e riaccendere.

F.A.Q.

– Vi siete dimenticati [inserire qui] e di conseguenza per me siete dei cretini incompetenti. Posso lamentarmi nei commenti e imporvi, con le buone o le cattive, di rimediare a tale imperdonabile incompletezza?
No.

– Noto la mancanza di alcuni titoli recensiti molto favorevolmente dai vari festival, che onestamente mi aspettavo di vedere.
Sei una persona molto attenta e fiduciosa. Mi piaci. Il problema è che mentre alcuni titoli si sono in seguito resi rintracciabili tramite uscita in homevideo o VOD, tipo V/H/S 2, altri come Why Don’t You Play in Hell? finora hanno fatto solo qualche festival e li abbiamo visti virtualmente solo noi. Negli anni precedenti ce ne fregavamo e li mettevamo in lista lo stesso, dall’anno scorso preferiamo mettere solo cose potenzialmente accessibili a tutti.

– Non capisco la differenza tra “Miglior Film Action”, “Miglior Film Horror” e “Miglior Eccezione Meritevole”.
Questo non dovrebbe impedirti di riconoscere il tuo favorito in ognuna delle suddette categorie e votare di conseguenza.

– Per me [inserire qui] è nella categoria sbagliata.
Ma non dir cazzate, è in quella giusta.

– Non sono d’accordo.
Adesso vengo lì e ti spacco la fazza.

– Sì ma io mi ricordo che c’erano anche altri premi, dai, me li ricordo dagli anni scorsi…
Ci sono alcuni premi che storicamente assegnamo noi in autonomia perché voi non siete capaci. Forse ti confondi con quelli. Porta pazienza.

– Ma perché c’è una categoria dedicata al miglior spot con Kevin Bacon e non una con quelli di Van Damme?
C’è davvero bisogno di una votazione per decidere che l’Epic Split è lo spot migliore di tutti i tempi?

– Brutti fighetti radical-chic che non siete altro, tutte le migliori battute sono in inglese e io non ci capisco niente!
Vedi, gentilissimo amico, il problema è che alcune di esse in italiano sono state rese in modo super-moscio, e noi vorremmo dare il premio allo sceneggiatore, non all’adattatore dei dialoghi. In ogni caso, se hai problemi chiedi una traduzione nei commenti e vedrai che qualcuno sarà così gentile da risponderti.

– Vorrei darvi dei soldi senza motivo.
Grazie! Contattaci.

– Dai, ti prego, posso venire alla cerimonia?
Fidati, ti sto facendo un favore. Lo spettacolo è incredibile, è pieno imballato di gnocche e manzi ricchi famosi e disponibili, succedono sempre scene memorabili mai viste altrove ma a parte quello non ti perdi davvero niente.

– Oi, frena un attimo, ma ho votato e non vedo i risultati! Gli altri anni si poteva… sarà mica per via del fatto che ci farete ascoltare la premiazione via radio?
Esatto, mio sveglissimo amico. E l’anno scorso, se ti ricordi, funzionava uguale.

– Ha-ha! Vi ho beccati in castagna! Avete candidato “Nymphomaniac” come Miglior Poster, ma non l’avete mai recensito e probabilmente non lo recensirete mai perché è off topic. È platealmente contro le regole!
Cos’è, hai qualcosa contro Udo Kier? Non ti piace Udo Kier? Devo mettere a verbale, pubblicamente, che non ritieni Udo Kier meritevole di nomination ai Sylvester per qualsiasi pretestuoso motivo? Ah ecco, mi pareva.

– Di tutti i film che avete candidato ho visto solo Django Unchained, per cui ora voto quello in tutte le categorie e basta.
Mi fai schifo.

– Mi sto facendo degli spaghetti aglio e olio, ne vuoi un po’?
A quest’ora? Pazza!!!

IN CONCLUSIONE
Mercoledì 22 gennaio.

I 400 Calci presenta: Premi Sylvester 2014.

Ore 21.30, su Radio TSO.

Un ringraziamento speciale a tutta la redazione per la pazienza con cui sopportano la mia pseudo-democrazia e al Barone Meshuggah, supervisore degli Oompa Loompa, per il preziosissimo lavoro di manovalanza.

Cancellate i vostri appuntamenti, sgranchitevi le dita e votate fortissimo.

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

223 Commenti

  1. @bellazio
    Però negli Arma Letale io ricordo una discreta presenza dei figli di Danny Glover e soprattutto ne L’ultimo boy scout c’è la figlia di Bruce Willis che fa la saccente dall’inizio alla fine. In più Shane Black ha scritto Scuola di mostri, dove son tutti bambini. I poppanti non saranno stati una costante dei film fra anni Ottanta e primi Novanta, ma di sicuro lo erano in quelli scritti da Shane Black. Oppure ricordo male ed erano nani. :)

    Il Tony Stark alcolizzato se lo son giocato nel secondo film, ma senza (appunto, come dici tu) palle, tant’è che hanno pure segato la scena iniziale in cui si sentiva lui che sboccava mentre a schermo c’era il logo Marvel.

  2. Lars Von Teese

    @bellazio:

    non sono d’accordo. O meglio, sono d’accordo sul fatto che avrei sicuramente apprezzato se avessero pestato il pedale sul fattore “anni 80”, ma questo avrebbe inevitabilmente ristretto di molto il target di pubblico del film trasformando IM3 in un colossale flop. Questi baracconi milionari servono a fare un botto di soldi, quindi la scelta di dare solo una “sfumatura” anni 80 era inevitabile, e comprensibile. Ricordiamoci inoltre che Shane Black e` arrivato al progetto in seconda battuta, mi chiedo cosa sarebbe stato in grado di fare se fosse stato presente fin dall’inizio (magari con piu` voce in capitolo sulla sceneggiatura). Spero davvero che gli facciano fare un altro film del genere presto.

    Ah, comunque gli anni 80 pullulano di film con bambini del cazzo, e secondo me IM3 ne mette in scena uno tipicamente anni 80, quasi una spalla comica per RDJ.

    @ciobin: aferesi giaculatoria come fosse antani mandibola provenunzio batacchio

  3. BellaZio

    @Ciobin
    The Wolf of Wall Street è maestoso, se vuoi un aggettivo. Io non sono nato nel ’60 quindi forse non posso capire bene Scorsese, ma quello è Scorsese al top. Al MacConny gli bastano 10 min per rubarsi il film, tanto che dispiace che non torni più, però anche Leo, le figone nude, la bamba, Ciccio Hill e il resto tengono botta. Quando fa quello che sa fare Martin dà lezioni, per lo meno di ritmo, a tutti. E’ come il vecchio campione che tira fuori tutti i colpi in una partita… Si era risparmiato un po’ negli ultimi film ma poi ha piazzato la partita del secolo.
    Per tornate al MacConny non scherza un cazzo neanche in Dallas Buyers Club, dove, bisogna dare a Cesare quel che è di Cesare, pure l’insopportabile Jared Leto sembra un super attore. Poi smettiamola però che se il capo sente che stiamo parlando di film nominati all’Oscar ci sgrida…
    Devo darti ragione sulle buone potenzialità di True Detective che sono ancora avvolte da un sottile strato di noia, ma anche lì Texas Matthew fa paura da quanto è bravo…

  4. BellaZio

    @Lars
    Sì vabbè, gli anni 80 pullulavano anche di donne con permanenti improponibili, gente che ballava e yuppies come personaggi positivi però ognuno stava nel suo film… In un film con il tipo di sapore che voleva avere questo non ci sarebbe rientrato o ci sarebbe rientrato un altro tipo di bambino, più probabilmente adolescente e imparentato col protagonista in qualche modo. Qua c’ha messo Oliver Twist meets Il piccolo genio della tecnologia… Quello è Disney al suo peggio…

  5. BellaZio

    @giopep
    Dovevo fare una risposta cumulativa, lo so, ma non mi sono accorto di tutti voi: in Arma Letale ha un ruolo importante la figlia tra i bambini di Glover, ma è adolescente e poi cresce e ha le classiche problematiche dell’adolescente (prima le canne, poi il sesso, gli uomini, ecc.). Nell’Ultimo Boyscout la figlia è una disadattata sociale che insulta il padre e lo odia. In IM3 abbiamo l’orfanello dal cuore d’oro: capirai che c’è una certa differenza, di età, di problematiche e di simpatia che può suscitare il bambino. Che poi io non ho il problema col bambino se si utilizza per poco e parla poco (ad esempio in Hellboy c’è la scena sul tetto col bamboccio che è centrata), ma se diventa un personaggio fondamentale ed è, appunto, una figura assolutamente fuori dal mondo e da cartone animato di Paperino che rifà Charles Dickens con Qui Quo e Qua mi infastidisce un pochino…

  6. Lars Von Teese

    @bellazio:

    Perdonami, non mi e` chiaro per quale motivo il bambino non dovrebbe stare in IM3. Perche` non e` abbastanza anni 80? Perche` lo e`, ma allora e` sbagliato il genere?

    Sei sicuro che queste argomentazioni abbiano senso/consistenza?

    Cristo, mi trovo a difendere la presenza di un bambino in un film. Sono caduto proprio in basso…

  7. @ciobin Matthew ha venduto l’anima al diavolo ed è diventato il miglior attore sulla faccia della terra…oppure semplicemente gli pesavail cazzo fare film seri e gli bbastava scoparsi le fighe nelle commedie romantiche.
    Chiaramente maestro friedkin l’ha preso e gli ha dato il ruolo che gli ha svoltato la carriera.
    Cmq true detective non mi è parso noioso, semplicemente lento, alla memories of murder per dire, per me noioso é american hustle, che pare un film di sorrentino, non true detective.
    @bellazio mi hai fatto salire il livello di fotta per wolf che gia era Altino ben oltre il livello di civiltà

  8. Piuttosto ho una paura fottuta di andare a vedere The counselor, dicono tutti che pestare una merda in confronto è piacevole…ma come fo a non guardare un film di Ridley, dentro di me spero sempre che possa tirare fuori un altro capolavoro prima di schiattare

  9. Il Reverendo

    @Benve io l’ho visto, a me è piaciuto tantissimo. più leggo le critiche (il finale fa schifo, parlano troppo) più non le capisco. ho letto gente pagata per parlare di cinema che ha scritto ”se volete vedere un vero noir guardate american hustler, non the counselor”. mah.

    è un noir, in tutto e per tutto. cupo e cinico. non è un film d’azione e non è ”no country for old men 2 -bardem’s vengeance”. è un’altra cosa. se ti piace cormac mc carthy c’è tanto di lui dentro.

    poi se questo è un film verboso allora gli ultimi cronenberg, cogan, killer joe, TUTTO REFN, buona parte di lynch allora?

    comunque spero di leggere gli Unici Pareri Che Contano su the counselor, anche se ne dubito.

  10. Grazie reverendo, andrò a vederlo più tranquillo, in genere non do molto credito alle recensioni al di fuori di questo sito, solo che i pareri negativi anche dalla parte del pubblico mi hanno un poo demoralizzato. Non ho mai letto corman ma mi sono piaciuti molto non è un paese per vecchi e The road, anche se questa volta è una sua sceneggiatura originale apposita per questo film.

  11. *cormac

  12. Per me il problema di The Counselor non è che parlano tanto, è che quando lo fanno dicono quasi solo robe forzatissime, frasi confezionate per entrare nella storia a caratteri cubitali e dichiarazioni d’amore stile Perugina. Quando i personaggi si esprimono solo a botte di dvd quote e, soprattutto, lo fanno prendendosi sul serio, un po’ mi cascano le palle.
    Tolto quello, bravi gli attori (pure Brad Pitt), bella atmosfera, cinico, un paio di morti ganze, belle immagini, toh, magari troppo sopra le righe Cameron Diaz con l’accento, nonostante si sia pure ridoppiata. Una visione la merita sicuro e se non penso a come è scritto posso pure dire che mi è piaciuto assai.

  13. Come siamo finiti a parlare del fratello scemo di Tony?

  14. Il Reverendo

    @giopep, ecco, io non sono d’accordo. per me nessuna delle cose che dicono è forzata perchè ogni personaggio dice cose riferibili all’ambiente in cui vive. e non sono cose affatto scontate, è la loro interpretazione dell’esistenza e di ciò che è successo o succederà loro basata sulle loro esperienze personali. il dialogo più forte e filosoficamente più profondo per me è quello verso la fine pronunciato dal barista di juarez. e non sono parole poco credibili dette da uno come lui. è un po’ come quando in collateral tom cruise parla di i-ching e di nichilismo e jamie foxx risponde tipo ”chiccazzo se ne frega della filosofia di vita di un killer sociopatico”

    è come se il film fosse l’incontro di tre mondi, quello degli onesti (la cruz e l’avvocato), quello del crimine assoluto vissuto come norma (il cartello) e chi sta in mezzo (bardem e pitt, antitetici ma uguali). e la morale del film forse è che il senso della vita è la violenza, e il cartello che nella violenza ci prospera, questa cosa l’ha capita meglio di tutti gli altri, e tutti i dialoghi del film servono a spingerci inesorabilmente (noi e l’avvocato) verso questa cruda verità.

    poi magari tutti quanti diventano chiaccheroni solo perchè SPOILER sentono che la fine si sta avvicinando e vogliono confessarsi.

    comunque di cose da dire ce ne sarebbero tante, aspetto (se ci sarà) la rece.

    e comunque io il difetto che ho trovato è che scott renda il film fin troppo fruibile. secondo me avrebbe dovuto andarci più lento, come la sceneggiatura.

  15. BellaZio

    @Nanni
    non lo so, non è colpa mia questa volta.
    @Lars
    Il problema non è un bambino in sé, è quel bambino e il ruolo che ha: ho spiegato perché mi urta, mi è stato detto che c’erano anche negli 80 e io ho detto che non erano così in quel tipo di film che scriveva Black (in generale, non erano propriamente bambini, ma ragazzi). Certo che c’erano anche quei bambini lì, ma un conto è Nella Storia Infinita, un conto è in Die Hard. Semplicemente non ci dovrebbe stare perché è un personaggio posticcio, pesante e fuori luogo. Non è che non abbia senso, anzi, ha un ruolo fondamentale, però se invece di un bambino ci mettevano un ragazzo, un uomo o comunque un altro tipo di personaggio che facesse le stesse cose era meglio. Solo con un cane parlante potevano fare peggio (anche se vorrei vedere un cane parlante al posto del bambino per averne conferma).

  16. @reverendo
    Eh, che te devo dir, io li ho trovati proprio dialoghi non solo forzati, ma anche bruttarelli/stucchevoli. Veramente mi sembrava che tutti quelli che aprivano bocca cercassero disperatamente di farsi citare sul manifesto o di finire nel trailer. :D
    Poi per carità, sono impressioni, però a me hanno abbastanza tirato fuori dal film, ed è un peccato, perché il resto mi stava piacendo. Poi mi rendo conto che in qualche modo è anche un po’ una forma di “razzismo”, la mia: dialoghi del genere, in un film di gente che si mena, di vampiri contro lupi mannari ecc… mi danno molta meno noia.

    Comunque siamo off topic, finiamola altrimenti il capo ci spara.

  17. Lars Von Teese

    @bellazio

    Ho appena rivisto Iron Man 3. Il bambino stara` in scena esagerando 10 minuti in totale. Non ci sono dialoghi o momenti melodrammatici tra lui e Tony Stark, anzi e` tutto trattato con leggerezza e GRAZIE AL CIELO alla fine Stark NON prende il pargoletto a vivere nella sua magione in qualita` di figlio adottivo, questo si` avrebbe smerdato tutto. Non so, a me sembra che la pratica bambino venga trattata in IM3 nel modo migliore, ma se ti da cosi` fastidio da pregiudicare la qualita` dell’intero film, ne prendo atto, con perplessita`.

    Alla seconda visione (in Italiano, la prima fu al cinema in originale) posso confermare che IM3 e` una figata pazzesca, ha tempi action e comici di gran lunga sopra la media dei blockbuster che ho visto quest’anno, ho riso tutto il tempo come un matto e quando alla fine arriva [spoiler] la carica delle armature, mi e` venuta quella pelle d’oca caratteristica di quando stai ormai completamente calato dentro un film e non fai altro che tifare per l’eroe tutto malconcio contro i cattivi e di tutto il resto non ti frega un accidente, che e` poi il motivo fondamentale per cui guardo i film.

    Io ho votato Shane Black come miglior regista action, e lo confermo di gusto.

  18. Scusa capo è colpa mia, non lo farò più

  19. BellaZio

    @Lars
    No, non è solo quello che non mi è piaciuto, è solo una parte ma, considerato che è l’unica che mi è rimasta in testa, deve avermi dato particolarmente fastidio.

  20. Steven Senegal

    Rimango sempre più convinto che sia la categoria miglior mostro a dirci come stanno venendo fuori le votazioni. Che poi è strano, non pensavo che sui calci potesse contare molto l’amarcord e la nostalgia anni 80…
    Comincio a pensare che il cercare d’intercettare il voto dei 18enni non si sia rivelata questa grandissima mossa…

  21. 3…
    2…
    1…

    …STOP ALLE VOTAZIONI!!!

  22. Donnie Harlin

    Ho ceduto…dopo anni di assenza da qualunque intervento attivo in qualsivoglia forum, alcuni mesi fa, con colpevolissimo ritardo, ho scoperto i400calci (siate comprensivi, sullo sperduto eremo di montagna dove mi ero ritirato per imparare la tecnica della Cinque Dita della Morte non si becca manco il segnale orario, figuriamoci se c’è l’ADSL) e, complice l’Evento Cinematografico del 2014, ieri (in extremis) ho deciso di uscire dal mio esilio per votare, e oggi m’allargo pure e facendomi spazio con qualche gomitata sul naso mi permetto pure di lasciare qualche commento che magari nessuno leggerà, visto che a postare dopo la chiusura delle danze decretata dal Nanni ho la vaga impressione di essere arrivato un filino lungo, come se fossi entrato sulla scena di un mexican standoff dopo che tutti hanno già sparato…
    Da appassionato di horror, una tiratina d’orecchi (anzi, diciamo pure che meritereste di morire male, tipo percossi a morte in ta la fazza con un peluche del Gabibbo truccato da Gigi Marzullo) per aver inserito nella classifica del premio Nispelodeon (io comunque ringrazierò sempre Nispel per il suo remake di Texas Chainsaw Massacre, mille volte meglio di quell’aborto di Hooper, ma stendiamo pure un velo pietoso sulle sue successive “opere”) due titoli che con l’horror c’azzeccano una benemerita fava: House at the End of the Street e Stoker.
    Sul fatto che il primo sia propedeutico all’evacuazione non ci piove sopra, ma trattasi di pessimo thriller, che non può essere confuso con un horror manco per sbaglio, a meno che non abbiate barato e che per recensirlo vi siate basati solo sul trailer, tra i più falsi della storia del cinema, e su quattro righe di commento sparse per l’etere informatico (vi perdonerei pure, la visione di quello schifo non la augurerei neppure al mio peggior nemico). Anche Stoker mi viene assai difficile considerarlo altro che un thriller e, se proprio volevate inserirlo tra gli horror, casomai andava nella lista dei migliori 5 (e per me è stata anche una delle più piacevoli sorprese dell’anno) dal momento che, assieme a Maniac (che ho votato), è stato uno dei pochi film calcisti che ha offerto almeno uno straccio di originalità, con tanto di un contorno tecnico e artistico di primo piano. Goode ha fatto il suo (nomination immeritata come cagnaccio, a mio avviso era il ruolo stesso che imponeva quel tipo di interpretazione) e comunque la recitazione di Mia, la regia di Park e la fotografia sono di altissimo livello e non si toccano. Che poi il film non sia riuscitissimo e abbia dei problemi è un conto, ma ad avercene di film così…e sono sconvolto pure dall’esclusione di Evil Dead, che avrebbe meritato una nomination tra i migliori horror se non altro per la splatterosità estrema e gli effettacci old school con tanto di ettolitri di sangue finto. Anche in sto caso preferisco di gran lunga il remake all’originale…non che l’Evil Dead di Raimi (per me la sua opera migliore calcistica migliore è Drag me to Hell) sia ignobile come il TCM di Hooper, resta pur sempre un film abbastanza godibile, ma almeno per me sarebbe meglio lasciare certi ricordi nella nebbia dorata del passato, che a riesumarli ci si fa solo che del male (comunque mitico Bruce Campbell, e guardatevi Bubba Ho-Tep nel caso non l’abbiate già fatto).
    Qualche commento sparso a seguire.
    Ho votato a malincuore Zaror come miglior atleta (nonostante la sua apparizione su Machete Kills sia poco più di un cameo), a discapito del buon Scott Adkins (che si becca però il mio voto per il combattimento con Tim Man), ma quello che riesce a fare Marko, e l’apparente facilità con cui lo fa, sono a dir poco impressionanti. A chi non l’avesse mai visto, consiglio la visione di Mirageman per meglio apprezzare la tecnica e l’atleticismo di Dolor.
    Dwayne Johnson come miglior attore (e per un pelo non vince anche la mia preferenza per la miglior quote, che va invece a You’re Next).
    Pacific Rim mi è piaciuto, ma non è stato all’altezza delle mie aspettative (e Del Toro ha confermato di avere seri problemi con la ripresa e il montaggio delle scene d’azione, come d’altra parte la stragrande maggioranza dei registi “di grido”), per cui il mio voto se lo pigliano Fausto & Furio.
    Sono indignato per l’inclusione di Alexandra Daddario tra le migliori gnocche e ancor di più perché, a leggere i commenti, pare che abbia ricevuto una paccata di voti e temo vincerà pure. Non che io non abbia sbavato mormorando spalancate la camicia! spalancate la camicia! nella scena clou di TCM 3D, ma l’avete vista bene in faccia?? Capisco che vi siate fatti ipnotizzare dai suoi occhi da inturgiditrice di serpenti e che, cogliendovi con la guardia ormai abbassata, vi abbia tramortito a tradimento con due tettate in ta la fazza, però la Daddaria è la classica finta gnocca bellocchiuta che, senza trucco e con un maglione sformato, a incrociarla per strada non la degnereste di uno sguardo (e truccata da goblin o da strega farebbe veramente paura). D’altra parte de gustibus…
    Sono assai perplesso anche per le scelte canore, m’aspettavo pezzi con più tiro. Stranglehold ci può stare e la canzone di Trinità (che ho votato più che altro per motivi affettivi e per l’effetto sciocco al termine di Django) ha un suo perché, ma le altre…sento la mancanza di canzoni più massicce (ma solo canzoni? i pezzi delle colonne sonore non sono inclusi? Perché, ad esempio, per me il main theme di Pacific Rim con i riff di Tom Morello rullava che era un piacere…).
    Colgo l’occasione anche per proporre l’istituzione di alcuni nuovi premi:
    1) premio McBride alla miglior entrata in scena (impagabile la sua entrata in This is the End, con accompagnamento musicale dei Cypress Hill azzeccatissimo, per me roba da antologia);
    2) premio Oroscopone (di fantozziana memoria) per la scena di teasing più arrapante (la mia stima alla Daddario almeno per questo);
    3) premio Magna Toretto Che è Buono alla scena automobilistica (si includa pure qualunque mezzo di trasporto) più spettacolare (anche se in effetti ci potrebbe essere qualche problema di sovrapposizione con la miglior scena spaccatutto);
    Concludo con una gioviale proposta educativa per il nuovo anno.
    Prendiamo tutti i registi ammalati di shakecam syndrome, PG13 virus, primopianismo e fastcutmania e constringiamoli in ginocchio sui ceci a una visione non-stop di 24 ore con segmenti a rotazione di:
    1) una scena di pestaggio a caso di The Raid;
    2) un qualsivoglia combattimento di Yuri Boyka;
    3) lo scontro finale di Flashpoint.
    Nel caso qualcuno distolga lo sguardo o accusi un colpo di sonno, verrà immediatamente punito e ricondotto all’ordine con un armbar di Ronda Rousey o una leva articolare di Steven Seagal, in simpatica alternanza (niente cartoni in faccia, che sennò a sti registucoli si appanna la vista e non riescono a seguire bene le scene di menare).
    Vabbè, direi che per essere il mio primo post ho scritto pure troppo, mi risparmio un po’ per le inevitabili polemiche e conseguente battle royale al termine dell’elezione dei vincitori per L’Evento Cinematografico del 2014 (sono in fremente attesa, ho già messo in fresco le birrette!).
    Siete mitici, vi menerei tutti quanti in simpatica amicizia per poi andare a berci ‘na roba insieme!
    P.S. morte al doppiaggio!
    P.P.S. tra le migliori quote sento terribilmente la mancanza del discorso motivazionale di Mark Whalber ai ragazzini durante la partita di basket (Pain & Gain).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *